Segnali di pericolo di diabete e primi sintomi


Un rapporto pubblicato di recente nel 2014 dal Center for Disease Control (CDC) ha indicato che il diabete colpisce ormai quasi il 10% della popolazione americana. Questo non è significativamente diverso dai dati precedenti. Ciò che è preoccupante è che 1 su 4 di diabetici americani non sono nemmeno consapevoli di avere la malattia. Non è noto che il diabete nelle primissime fasi sia in gran parte asintomatico. I sintomi caratteristici come la minzione frequente e l'aumento della sete sono praticamente inesistenti. Ma il danno causato dai livelli elevati di glucosio nel sangue inizia sin dall'inizio, anche se gli effetti si avvertono solo anni o decenni dopo.

Identificare il diabete il prima possibile è letteralmente una questione di vita o di morte. Molte complicazioni diabetiche possono essere pericolose per la vita. Alcuni possono insorgere in poche ore e finire con conseguenze fatali. Altri si sviluppano gradualmente per lunghi periodi di tempo e alla fine portano a incidenti mortali. Non esiste una cura nota per il diabete mellito di tipo 2, il tipo più comune di diabete che si sviluppa in età adulta. Sebbene la medicina moderna possa trattare e gestire efficacemente la condizione, la chiave per combattere la malattia è ancora la prevenzione.

Ricorda che le complicazioni più gravi si presentano con il diabete non trattato, ma anche se il tuo diabete è ben gestito puoi ancora sviluppare condizioni come la nefropatia diabetica (malattia renale), la retinopatia diabetica (malattia degli occhi) e la neuropatia diabetica (danni ai nervi). Il diabete aumenta anche significativamente il rischio di malattie cardiache. Maggiori informazioni sul National Diabetes Statistics Report 2014 di CDC.gov.

glucometro

Segnali di avvertimento del diabete

Fattori di rischio significa che una persona ha maggiori possibilità di sviluppare una condizione se ha uno o più fattori che è noto per aumentare il rischio. Questo non si applica sempre però. Una persona senza fattori di rischio noti può sviluppare una malattia, mentre una persona con diversi fattori di rischio può non sviluppare la malattia. Essere a rischio di sviluppare il diabete può aiutare una persona a identificare il potenziale problema e ad adottare misure per prevenire la condizione.

Questi fattori di rischio dovrebbero essenzialmente servire come segnali di allarme che il diabete possa manifestarsi in qualche momento della vita. Non è possibile accertare con precisione se sarà il più presto possibile. Alcuni fattori di rischio sono modificabili e possono essere modificati. Ma altri fattori di rischio non sono modificabili in quanto non possono essere modificati. Anche se sono presenti fattori di rischio non modificabili, il diabete può essere prevenuto o almeno ritardato con misure dietetiche e di stile di vita.

Avere parenti con il diabete

Se hai un parente di primo grado con diabete, hai un rischio significativamente maggiore di sviluppare il diabete. Un parente di primo grado è un genitore o fratello. Gli studi hanno dimostrato che avere un genitore diabetico può aumentare il rischio di sviluppare il diabete del 40%. È leggermente superiore se è tua madre che è diabetica. Il rischio aumenta del 70% se entrambi i genitori sono diabetici.

Riferimento: screening genetico per il rischio di diabete di tipo 2

Race And Advancing Age

C'è un fattore razziale quando si tratta del rischio di diabete, ma la ragione esatta non è definitivamente nota. Afroamericani, ispanici, nativi americani, isolani del Pacifico e asiatici hanno un rischio maggiore di sviluppare il diabete rispetto ai caucasici. L'età è un altro fattore. Il rischio di diabete di tipo 2 aumenta man mano che si invecchia e più comunemente si presenta nelle persone che hanno 40 anni e più.

Riferimento: diabete mellito di tipo 2

Essere sovrappeso o obesi

La predisposizione familiare, la razza e l'età sono fattori di rischio non modificabili. Uno dei più significativi fattori di rischio modificabili è il peso corporeo. Le persone in sovrappeso o obese hanno un rischio maggiore di sviluppare il diabete. Anche solo un piccolo extra di grasso addominale, sebbene il tuo indice di massa corporea (BMI) sia normale, aumenta il rischio di diabete in quanto il grasso corporeo influenza l'insulino-resistenza.

Poco a nessuna attività fisica

Le persone sedentarie sono a maggior rischio di diabete rispetto alle persone attive. Esercitare regolarmente per circa 150 minuti a settimana (5 sedute di 30 minuti) può ridurre il rischio di diabete. Tuttavia, anche le persone che sono più attive fisicamente nella giornata senza un regime di esercizio dedicato sono a un rischio inferiore rispetto alle persone che non sono fisicamente attive.

Aveva il diabete durante la gravidanza

Il diabete gestazionale è una condizione che può essere solo temporanea. Il diabete può invertire dopo il parto anche se potrebbe continuare per tutta la vita. Tuttavia, una donna con diabete gestazionale ha un rischio maggiore di sviluppare il diabete più tardi nella vita anche se i livelli di glucosio nel sangue tornano normali dopo il parto. Dare alla luce anche bambini più grandi (oltre 9 libbre o 4 kg) aumenta il rischio di diabete.

Alta pressione sanguigna e colesterolo

Molte persone sanno che il diabete mellito a lungo termine e scarsamente controllato aumenta il rischio di ipertensione (pressione sanguigna alta) e livelli elevati di colesterolo e trigliceridi nel sangue. Tuttavia, funziona anche il contrario. Avere ipertensione o alti livelli di colesterolo e trigliceridi aumenta il rischio di diabete.

Donne con ovaie policistiche

La sindrome dell'ovaio policistico (PCOS) è una delle principali cause di difficoltà a concepire nelle donne. Ma questa condizione non riguarda solo il sistema riproduttivo femminile. Le donne con PCOS hanno resistenza all'insulina. Aumenta il rischio di diabete nella vita. Al momento non è noto se l'insulino-resistenza possa essere responsabile per la PCOS o se sia il contrario.

Diagnosi precoce del diabete

Lo screening di routine per il diabete è un modo efficace per diagnosticare la malattia molto presto nel suo sviluppo. Questi test per misurare i livelli di glucosio nel sangue possono includere:

  • Test di tolleranza al glucosio quando a una persona viene somministrata una soluzione di glucosio misurata da bere e vengono confrontati i livelli di glicemia prima e dopo.
  • Test HbA1C che misura la quantità di glucosio nei globuli rossi che si accumula nell'arco di un periodo di 3 mesi o più.

Entrambi questi test sono molto efficaci nella diagnosi del diabete. Tuttavia, altri test potrebbero essere utili anche se non sempre affidabili.

  • Test della glicemia a digiuno misura i livelli di glucosio nel sangue dopo almeno 8 ore di astensione dal cibo e dalle bevande (di solito al mattino).
  • Test della glicemia casuale misura i livelli di glucosio nel sangue in qualsiasi momento della giornata indipendentemente dal digiuno o dal mangiare prima.

Quando i risultati mostrano livelli di glicemia anormalmente alti, anche se potrebbero non essere abbastanza alti da essere classificati come diabete, allora questo è noto come tolleranza al glucosio compromessa (IGT) o pre-diabete. È uno stato reversibile che prelude al diabete in piena regola che può insorgere con mesi o pochi anni. In altre parole, il pre-diabete è curabile in una certa misura mentre il diabete mellito non lo è.

Il problema non dipende sempre dalle analisi mediche disponibili, ma piuttosto dalla consapevolezza dello screening regolare. Nonostante il parere di medici e autorità sanitarie, la maggior parte delle persone non sceglie di sottoporsi a questi test fino a quando non si presentano i primi sintomi o complicazioni del diabete. Le persone ad alto rischio di sviluppare il diabete dovrebbero sottoporsi a screening di routine ogni due anni, se non ogni anno. Data la prevalenza del diabete in questi giorni, è consigliabile che ogni adulto consideri lo screening del diabete di routine.

I primi sintomi del diabete

Il problema con il diabete di tipo 2 è che potresti non sapere mai di averlo per mesi o addirittura anni. Nelle fasi iniziali, non ci sono praticamente sintomi. Man mano che la condizione progredisce o se i livelli di glucosio nel sangue diventano molto alti, i sintomi possono quindi iniziare ad apparire. Questi sintomi non sono sempre direttamente indicativi del diabete. Molte altre condizioni possono presentarsi con questi sintomi, quindi può essere fuorviante.

La stanchezza, la perdita di peso inspiegabile e la fame estrema sono sintomi del diabete. Può essere presente senza altri sintomi tipici del diabete come la minzione frequente e l'aumento della sete. La lenta guarigione delle ferite e le infezioni ripetute in qualsiasi parte del corpo sono anche i primi segni di diabete. A causa di questi sintomi vaghi, che a volte sono gli unici sintomi presenti all'inizio, è importante fare affidamento sullo screening del diabete di routine per la diagnosi precoce del diabete.


Link A Importanti Pubblicazioni
">
">