Periodi dolorosi e grave dolore mestruale (dismenorrea)


C'è un malinteso comune secondo cui ogni donna soffre di dolori mestruali e che questo dolore è molto grave. In effetti, solo una metà della donna avverte dolore di periodo, il che significa che un'altra donna può provare un lieve disagio o quasi nessuna sensazione. La maggior parte delle donne che soffrono di dolori mestruali hanno un leggero dolore per un giorno o due. Questo è spesso gestibile con pochi o nessun trattamento antidolorifico e non influenza la funzione quotidiana.

Una minoranza di donne sperimenta un dolore di periodo grave che √® cos√¨ debilitante che pu√≤ influenzare tutti gli aspetti della vita quotidiana e persino causare alle donne di temere le mestruazioni. Il dolore del periodo √® pi√Ļ comune nelle giovani donne e pu√≤ persistere durante gli anni mestruati nella vita di una donna. Tende, tuttavia, ad attenuarsi significativamente dopo aver avuto il primo figlio, anche se non tutte le donne che soffrono di dolori mestruali troveranno questo sollievo dopo il parto. Anche i periodi dolorosi che non sono associati ad alcun disturbo ginecologico sottostante tendono ad attenuarsi con l'et√†, indipendentemente dal parto.

Cos'è la dismenorrea?

dismenorrea √® il termine per dolore mestruale, dolore del periodo particolarmente grave. Il dolore √® principalmente di origine muscolare e quindi il dolore del periodo pu√≤ anche essere indicato come dolori mestruali. √ą importante notare che il dolore mestruale deriva dai crampi dell'utero muscolare e dovrebbe essere differenziato dal dolore ovarico. Si riferisce anche al dolore dell'ovulazione e pu√≤ manifestarsi in caso di irritazione peritoneale associata a un leggero sanguinamento dal follicolo ovarico della follicolo di rottura (Mittelschmerz) o ad alcuni disturbi ginecologici come PCOS (Sindrome dell'Ovaio Policistico).

Il dolore del periodo √® il risultato di crampi mestruali. L'utero, in particolare il muro uterino, √® in gran parte muscoloso. Questo strato muscolare √® noto come il miometrio. Ha un ricco apporto di vasi sanguigni, poich√© ha un fabbisogno metabolico superiore a quello dei muscoli del corpo. Il dolore del periodo √® una combinazione di crampi dell'utero, diminuzione del flusso sanguigno al miometrio e aumento della sensibilit√†. Questa √® una descrizione piuttosto semplice del dolore del periodo, ma il processo attuale √® un po 'pi√Ļ complesso. √ą importante considerare anche se il dolore si sta verificando da solo senza alcuna malattia di base, dove √® noto come dismenorrea primaria, o se √® associato a certi disturbi ginecologici, nel qual caso si parla di dismenorrea secondaria.

Cause del dolore del periodo

Al fine di comprendere la fisiopatologia della dismenorrea, √® importante avere una conoscenza del ciclo mestruale. Il ciclo medio dura 28 giorni ed √® un processo ormonale attentamente coordinato che prepara l'utero per la gravidanza e essenzialmente "rinnova" l'utero per il ciclo successivo. Il ciclo mestruale inizia il primo giorno delle mestruazioni - il primo giorno dell'emorragia. √ą durante le mestruazioni e talvolta solo un giorno o due prima di quando il dolore del periodo √® pi√Ļ importante.

Mid-Cycle Pain

Il ciclo mestruale √® caratterizzato da due eventi principali: l'ovulazione e le mestruazioni. L'ovulazione √® il rilascio dell'ovulo (ovulo) dall'ovaio e nella tuba di Falloppio. Questo √® il risultato di molti follicoli ovarici che maturano e solo una rottura per rilasciare l'uovo. L'ovulazione si verifica intorno al 14 ¬į giorno del ciclo mestruale e talvolta il sangue dal follicolo rotto si infiltra nella cavit√† addominale e provoca irritazione peritoneale.

Ciò può causare dolore noto come dolore a Mittelschmerz, a metà ciclo o all'ovulazione. L'ovulo attende la fecondazione da parte di uno spermatozoo dopo il rapporto sessuale. Durante questa prima metà del ciclo mestruale, il rivestimento interno dell'utero (endometrio) si ispessisce per sostenere l'ovulo fecondato fino all'impianto.

Dolore mestruale

Se la fecondazione non si verifica, i livelli di ormoni diminuiscono e l'utero si prepara alle mestruazioni. L'endometrio si sparge e passa attraverso la vagina insieme al sangue e talvolta coaguli. L'espulsione delle mestruazioni √® aiutata dalle contrazioni uterine. √ą in questo momento che viene vissuto il dolore del periodo e nella maggior parte delle donne dura solo un giorno o due. La contrazione dell'utero √® il risultato della secrezione delle prostaglandine da parte dell'endometrio. I livelli di prostaglandina aumentano appena prima del periodo e picchi all'inizio delle mestruazioni. Successivamente diminuisce. Questo aumento e il picco dei livelli di prostaglandine √® il motivo per cui il dolore del periodo viene vissuto all'inizio delle mestruazioni.

Le prostaglandine sono anche noti per avere un effetto vasocostrittore sui vasi sanguigni, il che significa che il flusso di sangue verso l'utero è ridotto. Questo è necessario nelle mestruazioni in quanto previene un'eccessiva emorragia. Tuttavia, le contrazioni muscolari associate a una diminuzione del flusso sanguigno al miometrio possono aumentare le possibilità di crampi che si traducono in dolore. Ciò potrebbe essere dovuto a una combinazione di aumento dei livelli di prostaglandina e ipersensibilità dell'utero durante questo periodo. Nelle donne con dolore mestruale grave, questi fattori possono essere attenuati da vari fattori che portano ad una eccessiva contrazione muscolare e ad una maggiore ipersensibilità uterina. Questo a sua volta presenta un forte dolore.

Fattori di rischio

La dismenorrea √® pi√Ļ probabile che si verifichi nelle donne con uno o pi√Ļ dei seguenti fattori di rischio:

  • Et√† precedente del menarca
  • Fumare sigarette
  • Uso di alcol
  • Obesit√†
  • Periodi pesanti

La storia familiare sembra essere un forte fattore di rischio, tuttavia, deve essere differenziata tra dismenorrea primaria e secondaria. Alcuni disturbi ginecologici possono essere associati a una storia familiare e questa potrebbe essere la causa del dolore (dismenorrea secondaria).

Tipi di dismenorrea

Esistono due tipi di dismenorrea: primaria e secondaria. La maggior parte dei casi di dolore mestruale è dismenorrea primaria.

Dismenorrea primaria

Questo è il tipo comune di dolore del periodo dovuto a crampi mestruali. Non vi è alcun disturbo di base degli organi riproduttivi o di qualsiasi altra malattia pelvica. Tende a iniziare un anno o due dopo il menarca (l'inizio delle mestruazioni) e può variare da lieve a grave. Il dolore è tipicamente sentito nel basso addome e nella schiena. Cessa spesso dopo aver avuto il primo figlio o può alleviare con l'età.

Dismenorrea secondaria

Questo √® il dolore da lieve a severo osservato con i disordini sottostanti agli organi riproduttivi. Non si presenta spesso subito dopo il menarca, come nel caso della dismenorrea primaria. Il dolore tende a durare per periodi pi√Ļ lunghi nel ciclo mestruale, e il dolore pu√≤ anche essere presente durante tutto il ciclo ed esacerbato durante le mestruazioni. La dismenorrea secondaria generale √® meno comune ma pu√≤ presentarsi nelle seguenti condizioni:

  • Endometriosi
  • Fibromi uterini
  • Malattia infiammatoria pelvica


Link A Importanti Pubblicazioni
">
">