Osteoporosi Fisiopatologia, cause, segni e sintomi


Osteoporosi Fisiopatologia, cause, segni e sintomi

Le ossa sono strutture importanti del corpo che svolgono un ruolo nella protezione del tessuto molle e servono da leva per i muscoli. Il sistema scheletrico umano è costituito da 206 ossa nell'adulto. Queste ossa possono essere classificate come parte dello scheletro assiale o dello scheletro appendicolare. Le ossa del scheletro assiale includere il cranio, la colonna vertebrale e la gabbia toracica. Il scheletro appendicolare le ossa includono quelle degli arti superiori e inferiori, così come le ossa che collegano lo scheletro assiale e appendicolare come l'osso pelvico.

Ci sono molte malattie che possono influenzare le ossa e disturbare la normalità struttura ossea. L'osso umano è costituito da tre parti: minerale, matrice e cellule. L'osso minerale è cristalli di fosfato di calcio depositati come idrossiapatite. L'osso matrice si compone su un tessuto compatto esterno che è tessuto spugnoso interno duro e spugnoso. Ci sono tre tipi di cellule ossee - osteoblasti, osteociti e osteoclasti - sono responsabili della formazione, modellatura, mantenimento e riassorbimento dell'osso. L'attività costante di queste cellule e l'interazione delle sue diverse funzioni sono responsabili del mantenimento dell'integrità strutturale dell'osso.

Cos'è l'osteoporosi?

L'osteoporosi è una malattia ossea caratterizzata da ridotta densità ossea. È la malattia ossea più comune ed è vista principalmente negli adulti. L'osteoporosi è una malattia cronica progressiva delle ossa che significa che è una condizione permanente che gradualmente peggiora nel tempo. Nelle fasi iniziali è spesso mancato e di solito viene alla luce dopo una frattura. Tuttavia, le scansioni regolari della densità ossea negli individui a rischio possono consentire la diagnosi precoce dell'osteoporosi. La densità ossea si riduce con l'avanzare dell'età e allo stesso tempo aumenta il rischio di cadute tra gli anziani. Ciò crea una situazione in cui è più probabile che le fratture si verifichino, sia più grave che negli individui più giovani ed è meno probabile che guarisca completamente.

Fisiopatologia dell'osteoporosi

Come si presenta l'osteoporosi?

Il normale mantenimento dell'osso è responsabilità degli osteoblasti e degli osteoclasti. Un altro tipo di cellula ossea, l'osteocita, è in realtà un osteoblasto intrappolato all'interno della matrice ossea. Svolge anche un ruolo fondamentale nel mantenimento dell'integrità strutturale dell'osso. Gli osteoblasti sono responsabili della formazione di nuovo tessuto osseo mentre gli osteoclasti sono responsabili del riassorbimento. L'attività di queste due cellule è tale che solo l'1% delle ossa sta subendo l'assorbimento e / o il riassorbimento in qualsiasi momento. Gli osteociti mantengono quindi l'altro 99% dell'osso.

La massa ossea di picco viene raggiunta nella prima età adulta. Mantiene questo stato di solito tra i 20 e i 40 anni di età e diminuisce successivamente. La portata di questo cambiamento è in gran parte influenzata da fattori genetici anche se la dieta, l'attività fisica e i cambiamenti ormonali, in particolare nella donna, svolgono anche un ruolo. La ridotta matrice ossea osservata nell'osteoporosi è più spesso dovuta alla ridotta attività osteoblastica piuttosto che all'aumento del riassorbimento da parte degli osteoclasti. L'osteoporosi è quindi più comune negli anziani (osteoporosi senile) e dopo la menopausa nelle donne (osteoporosi postmenopausale). Può anche verificarsi con il mancato raggiungimento del picco di massa ossea nella prima età adulta. Vi sono numerosi altri fattori che possono influire sul mantenimento dell'osso normale e portare all'osteoporosi. Alcuni di questi sono patologici mentre altri sono fisiologici.

Cause dell'osteoporosi

L'osteoporosi può colpire qualsiasi persona indipendentemente dal sesso o dall'età. Tuttavia, è più comune nelle donne e con l'avanzare dell'età. A volte la causa dell'osteoporosi non può essere chiaramente identificata e poiché non vi è alcuna causa patologica che venga definita osteoporosi primaria. Anche l'osteoporosi senile (legata all'età) e postmenopausale è considerata parte dell'osteoporosi primaria a parte cause sconosciute (idiopatica) quando è possibile identificare una causa patologica o fisiologica dell'osteoporosi rispetto a quella che viene definita osteoporosi secondaria. Alcuni dei fattori di rischio e cause dell'osteoporosi sono elencati di seguito. Con la ricerca, ci sono più condizioni che vengono alla luce come possibili cause o fattori che contribuiscono all'osteoporosi.

Genetico

  • Storia familiare dell'osteoporosi
  • Fibrosi cistica
  • emocromatosi
  • omocistinuria
  • Sindrome di Marfan
  • Osteogenesi imperfetta
  • porfiria

Dieta e stile di vita

  • Basso contenuto di calcio
  • Stile di vita sedentario
  • Immobilizzazione
  • Malnutrizione
  • Eccessivo consumo di alcol
  • Fumare sigarette
  • Carenza di vitamina D
  • Carenza di vitamina C

medicazione

Alcuni dei farmaci che possono contribuire all'osteoporosi includono:

medicazione

Alcuni dei farmaci che possono contribuire all'osteoporosi includono:

  • anticoagulanti
  • anticonvulsivanti
  • antiretrovirali
  • Chemioterapia
  • I corticosteroidi

endocrino

  • iperparatiroidismo
  • Ipertiroidismo e ipotiroidismo
  • ipogonadismo
  • Tumori ipofisari
  • Diabete mellito di tipo 1
  • Malattia di Addison
  • sindrome di Cushing

Digestivo

  • Celiachia
  • gastrectomia
  • Malattia infiammatoria intestinale
  • Malnutrizione
  • Varie malattie del fegato

Cancro

  • Leucemia
  • linfoma
  • Mieloma multiplo
  • carcinosi

Segni e sintomi dell'osteoporosi

L'osteoporosi può interessare qualsiasi osso e la presentazione clinica varia a seconda dell'osso o delle ossa coinvolte. Tuttavia, è importante ricordare che l'osteoporosi è in gran parte asintomatica nelle fasi iniziali e non ci possono essere sintomi per decenni. La maggior parte dei sintomi insorge dopo una caduta che porta a una frattura.Alcuni dei segni e sintomi dell'osteoporosi comprendono quindi:

  • Frattura dell'osso
  • Perdita di altezza
  • Riduzione della massa corporea
  • Curvatura anormale della colonna vertebrale come lordosi e cifosi
  • Postura curva ("ingobbire")
  • Dolore acuto dopo cadute o cronico con deformità


Link A Importanti Pubblicazioni
">
">