Ormoni maschili (androgeni) Testosterone, DHT, Andro, DHEA


Quali sono gli androgeni?

Il ormoni sessuali maschili sono collettivamente noti come androgeni. Il più abbondante di questi ormoni è testosterone ed è quindi considerato come il principale ormone sessuale maschile. Tuttavia ci sono molti altri ormoni maschili che sono secreti dai testicoli (testicoli). Tutti gli androgeni sono ormoni steroidi.

Gli ormoni sessuali maschili sono presenti anche nelle femmine ma in concentrazioni molto più piccole. Questi sono dovuti agli androgeni secreti dalle ghiandole surrenali sia nei sessi che nelle ovaie delle femmine. Gli ormoni sessuali maschili sono responsabili delle caratteristiche sessuali maschili - una voce roca, i peli del petto e del viso e una maggiore massa muscolare.

Tipi di androgeni

Esistono diversi tipi di androgeni secreti dai testicoli nei maschi e nelle ghiandole surrenali nei maschi e nelle femmine.

  • Testosterone è il più abbondante di questi ormoni steroidei ma non è l'androgeno più potente.
  • diidrotestosterone (DHT) è la forma più attiva di androgeni e la maggior parte se non tutto il testosterone viene alla fine convertito in DHT.
  • androstenedione (andro) è prodotto dai testicoli, dalla corteccia surrenale e da una piccola quantità dalle ovaie.
  • deidroepiandrosterone (DHEA) è un altro androgeno prominente secreto dalla corteccia surrenale.

Produzione di ormoni sessuali maschili

Gli androgeni sono ormoni steroidi sintetizzati dal colesterolo o acetil-coenyzme A (acetil-CoA). Viene prodotto in due siti nei maschi (testicoli / ghiandole surrenali) e nelle femmine (ovaie / surrenali).

La produzione e la secrezione di androgeni sono regolate principalmente da ormone luteinizzante (LH) e in misura minore ormone che stimola i follicoli (FSH) dall'ipofisi anteriore. La secrezione di LH e di FSH è a sua volta regolata dall'ormone ormone rilasciante la gonadotropina (GnRH) rilasciato dall'ipotalamo. Nel feto, la gonadotropina corionica umana (HCG), che è l'ormone principale della gravidanza, stimola anche la produzione e la secrezione di testosterone.

testicoli

I testicoli sono la principale fonte di testosterone nei maschi ma non producono testosterone nei bambini maschi. Questo perché le cellule responsabili della produzione di testosterone conosciute come le cellule di Leydig sono praticamente inesistenti nei bambini. Tuttavia, nel neonato maschio appena nato, queste cellule sono presenti e secernono grandi quantità di testosterone per i primi mesi di vita. Diventa quindi di nuovo attivo dopo la pubertà e continua a secernere il testosterone in quantità elevate.

Ghiandole surrenali

La corteccia delle ghiandole surrenali secerne anche androgeni. Tuttavia nei maschi questa quantità di androgeni surrenalici è piuttosto insignificante rispetto agli androgeni testicolari. Anche nelle femmine la quantità di androgeni surrenalici è piccola e la secrezione normale non è abbastanza significativa da causare virilizzazione (mascolinizzazione nelle femmine).

ovaie

Le ovaie producono quantità molto piccole di androgeni. È piuttosto insignificante, ma può essere eccessivo se si formano tumori rari come un arrhenblastoma che produce quindi grandi quantità di androgeni. La virilizzazione, tuttavia, è più probabile a causa di un tumore surrenale nelle donne.

Funzioni di androgeni

Le funzioni degli androgeni possono essere classificate dai suoi effetti androgenici o effetti anabolici.

Il androgenico gli effetti sono quelli osservati con la mascolinità che si verificano dopo la pubertà. Il anabolico influenza i cambiamenti di osso, muscolo e altezza che spiegano la differenza muscolo-scheletrica tra maschi e femmine.

Feto

La secrezione di testosterone da parte delle creste aumenta significativamente quando il feto maschio raggiunge la settima settimana di vita. Questa secrezione di testosterone continua dai testicoli fetali una volta che si sviluppa. Contribuisce allo sviluppo fetale dei testicoli e dello scroto. Intorno al 7 ° mese di gestazione, i testicoli discendono a causa dell'aumentata secrezione di testosterone.

Adulto

Il testosterone nel maschio dopo la pubertà contribuisce all'allargamento del pene, dei testicoli e dello scroto (caratteristiche sessuali secondarie primarie) e lo sviluppo delle caratteristiche sessuali maschili secondarie come una voce roca, i peli del corpo e del viso e una maggiore massa muscolare.

Voce

Il testosterone induce la laringe (scatola vocale) ad allargarsi con un leggero ispessimento del rivestimento della membrana mucosa. Questo conferisce agli uomini la caratteristica voce profonda e roca.

Pelle

Il testosterone fa sì che la pelle diventi più spessa e aumenti l'attività delle ghiandole sebacee. Queste ghiandole producono più sebo e aumentano le possibilità di sviluppo acne.

Capelli

Il testosterone contribuisce allo sviluppo dei peli del corpo dopo la pubertà sia nei maschi che nelle femmine. Tuttavia la crescita dei peli del corpo è più diffusa nei maschi a causa dei livelli più elevati di testosterone. Questo include i capelli sopra il pube (pube pubica) che possono estendersi sull'addome, sul torace, sul viso, sulle ascelle (capelli ascellari) e in alcuni uomini anche sulla schiena.

Alti livelli di testosterone diminuiscono la crescita dei capelli sulla parte superiore della testa. Tuttavia questo dipende anche da fattori genetici.

Muscolo

Il testosterone ha un effetto pronunciato sulla massa muscolare e aumenta la massa muscolare. Questo effetto del testosterone è la ragione per cui gli androgeni sintetici sono usati da alcuni atleti per ottenere un vantaggio competitivo.

osso

Il testosterone provoca ispessimento dell'osso aumentando la formazione della matrice ossea. Il bacino sperimenta alcuni dei principali effetti del testosterone in quanto diventa più stretto, più lungo, più forte e a forma di imbuto. Questo differenzia il bacino maschile più stretto dal bacino femminile più ampio.

Metabolismo ed escrezione di androgeni

Quasi tutto il testosterone viaggia nel flusso sanguigno legandosi alle proteine ​​del sangue albumina o una proteina specializzata conosciuta come globulina legante gli ormoni sessuali. Viene quindi trasferito ai tessuti o degradato dal fegato. La maggior parte del testosterone viene convertito in diidrotestosterone (DHT), che è la forma più attiva e quindi utilizzata dai tessuti bersaglio. Tuttavia, questa conversione non è sempre necessaria. Il testosterone che non viene utilizzato viene quindi convertito in deidroepiandrosterone (DHEA) o androsterone. Viene quindi coniugato ed escreto tramite il bile nell'intestino o attraverso i reni nelle urine.


Link A Importanti Pubblicazioni
">
">