Meningioma (Tumore dei Meningi)


Definizione

Un meningioma è una crescita anormale (tumore) che origina dal rivestimento protettivo attorno al cervello e al midollo spinale, le meningi. Questi tumori possono essere benigni (non cancerosi) o maligni (cancerosi) con alcuni atipici dove non è né canceroso né non-canceroso. La stragrande maggioranza dei meningiomi è benigna. Un meningioma significa che il tumore origina dalle cellule che compongono le meningi. È possibile che alcuni tumori si diffondano alle meningi (metastasi) e provochino un tumore nel sito, ma questo non è un meningioma. Sebbene la maggior parte dei meningiomi siano benigni, causa ancora complicazioni significative in quanto comprime il tessuto nervoso nel cervello o nel midollo spinale.

Incidenza

I meningiomi sono uno dei tipi più comuni di tumori che si verificano all'interno del cranio del cranio (massa intracranica). Tuttavia, non è un tumore comune nel complesso. Solo circa 2 su 100.000 persone vengono diagnosticate con meningioma sintomatico ogni anno. Tuttavia, sembra che i meningiomi siano molto più comuni ma rimangono non diagnosticati nella maggior parte dei casi. Le donne sono a rischio maggiore rispetto agli uomini di sviluppare meningiomi e il rischio aumenta con l'avanzare dell'età.

fisiopatologia

Il tessuto cerebrale e del midollo spinale sono molto delicati e sono protetti all'interno delle cavità ossee del cranio (cranio) e della colonna vertebrale (canale spinale) rispettivamente. Le meningi fungono da cuscinetto per proteggere il tessuto nervoso del cervello e del midollo spinale. Fornisce anche parte del flusso di sangue a queste aree. Ci sono tre livelli:
  • Durata esterna
  • Mater media aracnoidee
  • Pia pia interna

Tra la madre aracnoide e la pia madre è lo spazio aracnoideo che è pieno di liquido cerebrospinale (CSF).

Meningioma (Tumore dei Meningi)

Immagine da Wikimedia Commons

I meningiomi derivano da alcune cellule comprendenti il ​​mater aracnoideo e più specificamente le cellule del cappuccio aracnoidale. Normalmente le cellule che formano un tessuto crescono in un modello impostato. Ciò garantisce una disposizione uniforme delle celle affiancate. Ogni tipo di cella ha la stessa forma, dimensioni e funzioni specifiche. Quando la cellula è "vecchia" o danneggiata, subisce una morte cellulare programmata nota come apoptosi. A seconda della posizione, una nuova cella sostituisce la cella persa. Questo processo è attentamente coordinato.

Con un tumore, le cellule tendono a crescere eccessivamente. Nei tumori benigni le cellule sono in genere un po 'normali, ma solo in numeri più grandi del normale, con conseguente massa. Con le neoplasie, le cellule sono strutturalmente anormali e invadono il tessuto sano circostante. Le cellule cancerose possono staccarsi e viaggiare attraverso il flusso sanguigno e il sistema linfatico verso altre parti del corpo. Le ragioni esatte per cui si presentano queste anomalie di crescita non sono chiaramente comprese. Si ritiene che sia dovuto a qualche danno al materiale genetico della cellula che porta alla crescita incontrollata.

Posizione

I meningiomi possono essere classificati in diversi tipi in base alla sua posizione. La maggior parte si verifica sulla superficie della crusca, ma alcuni possono sorgere nei ventricoli del cervello o addirittura estendersi nel cranio.

  • Il meningioma falso si verifica sulla falce, la parte della membrana si immerge nel solco tra i due lobi del cervello.
  • Il meningioma parasagittico si verifica vicino alla falce. È uno dei meningiomi più comuni insieme a un meningioma di una falce.
  • Il meningioma convessità si verifica sulla superficie superiore del cervello.
  • Il meningioma sfenoidale si trova sulla cresta sfenoidale che si trova dietro gli occhi.
  • Meningioma olfattivo che colpisce il nervo che trasporta le sensazioni responsabili dell'olfatto al cervello.
  • Il meningioma della fossa posteriore si trova nella parte posteriore del cervello e al di sotto di esso.
  • Il meningioma sopraselloso si presenta nel solco del cranio dove riposa la ghiandola pituitaria.
  • Il meningioma spinale si verifica nella colonna vertebrale e rappresenta meno del 10% delle meningioni.
  • Il meningioma intraorbitario si manifesta nelle prese all'interno del cranio dove si trova il bulbo oculare.
  • Il meningioma intraventricolare si verifica all'interno dei ventricoli del cervello.

Sintomi

I sintomi di un meningioma dipendono in gran parte dalla posizione. Tuttavia, i sintomi possono a volte essere vaghi e confusi all'inizio. Questi sintomi neurologici possono non essere tipici o specifici per un meningioma e altre cause più probabili devono essere prima escluse. Un meningioma deve essere diagnosticato dopo che le indagini rivelano la presenza di una massa. I sintomi da soli non sono un indicatore affidabile.

  • Compromesso di facoltà mentali, in particolare perdita di memoria.
  • Disturbi visivi come visione offuscata o doppia.
  • Compromissione dell'udito caratterizzata da un certo grado di perdita dell'udito.
  • Problemi di odore che nei casi gravi possono essere una perdita totale di odore (anosmia).
  • Debolezza dei muscoli degli arti e talvolta paralisi dei muscoli facciali.
  • Sensibilità ridotta sul viso.
  • Deviazione dell'ugola.
  • Mal di testa.
  • Convulsioni.

È importante notare che non tutti questi sintomi possono essere presenti o esistenti allo stesso tempo.

Le cause

La causa esatta della maggior parte dei tumori non è nota. È il risultato di modelli anomali di crescita che sono probabilmente dovuti a difetti del materiale genetico. L'esatto tipo di difetto o mutazione genetica non è stato identificato in modo definitivo nei meningiomi. Nonostante la mancanza di prove definitive che isolino chiaramente le possibili cause, è stato suggerito che il meningioma possa essere associato a:

  • Trauma cranico
  • Infiammazione prolungata delle meningi dopo l'infortunio
  • Infezione virale
  • Radiazione
  • Alcuni geni
  • Ormoni, e in particolare gli ormoni sessuali - estrogeni, progesterone e androgeni.
  • Neurofibromatosi tipo 2

L'uso eccessivo di telefoni cellulari è stato anche implicato come possibile causa, ma mancano le prove per collegarlo in modo conclusivo a un meningioma.

Diagnosi

Un meningioma non può essere definitivamente diagnosticato dai soli sintomi. Le indagini definitive per la diagnosi di un meningioma sono studi di imaging. Ciò consente di visualizzare il tumore reale. Le due principali indagini diagnostiche includono:

  • Scansione computerizzata per tomografia computerizzata (TC)
  • Risonanza magnetica (MRI)

Una semplice radiografia della testa può anche indicare un meningioma in alcuni casi, ma deve essere seguita con una TC o con la risonanza magnetica. L'angiografia endovascolare è un'altra utile indagine diagnostica che viene solitamente condotta prima dell'intervento chirurgico. Permette al chirurgo di studiare l'afflusso di sangue al tumore e pianificare la rimozione del tumore. Gli studi istologici sono generalmente condotti sul tumore resecato.

Trattamento

Un meningioma deve essere rimosso chirurgicamente. I farmaci possono aiutare a limitare le complicanze o eventualmente ridurre la probabilità di recidiva. Tuttavia, la chirurgia è l'unica opzione che può essere considerata curativa in alcuni casi. Un meningioma non viene sempre trattato immediatamente. Piccoli tumori che non sono maligni e non causano alcun sintomo possono essere monitorati per un certo periodo di tempo (approccio attend-and-watch). In questi casi, la chirurgia è iniziata solo quando il tumore inizia a crescere rapidamente o i sintomi diventano evidenti.

Chirurgia

La resezione chirurgica comporta la rimozione del tumore e la sostituzione della dura madre con un sostituto adatto in una procedura nota come duraplasty. Il tumore viene rimosso completamente ma questo non è sempre possibile se la massa si trova vicino a strutture sensibili che sono a rischio di essere danneggiate. Ove possibile, viene rimosso del tessuto sano attorno al tumore, in particolare nel caso di tumori in cui la diffusione locale potrebbe non essere chiaramente identificabile all'inizio.

medicazione

  • I corticosteroidi come il desametasone possono fornire sollievo sintomatico e ridurre la possibilità di complicanze dopo l'intervento chirurgico.
  • I farmaci antiepilettici limitano le convulsioni e devono essere proseguiti per almeno 3 mesi dopo l'intervento.
  • Gli inibitori della COX-2 possono ridurre la recidiva dei meningiomi ma la ricerca su questi benefici è ancora in corso.

Radioterapia

Le radiazioni possono essere considerate per i meningiomi maligni (cancerosi) quando l'intero tumore non può essere rimosso. È anche considerato per i meningiomi ricorrenti.

Chemioterapia

La chemioterapia per i meningiomi maligni non ha un tasso di successo molto promettente. È riservato ai casi in cui la chirurgia e la radioterapia non sono state sufficienti a sradicare completamente la crescita cancerosa.

Riferimenti :

www.cancer.net/cancer-types/meningioma

emedicine.medscape/article/1156552-overview

www.mayoclinic/health/meningioma/DS00901


Link A Importanti Pubblicazioni
">
">