Istoplasmosi (infezione fungina Histoplasma capsulatum)


Definizione

L'istoplasmosi è un'infezione fungina del polmone, che può diffondersi in tutto il corpo attraverso il flusso sanguigno, dopo aver inalato le spore del fungo Histoplasma capsulatum. La maggior parte delle persone che entrano in contatto con le spore non contraggono l'infezione a meno che non abbiano un sistema immunitario indebolito o se siano esposte a grandi quantità di spore fungine. Le persone che vivono in aree endemiche per istoplasmosi hanno maggiori probabilità di essere infette. A causa della sua predilezione a colpire principalmente i pazienti immunocompromessi, è considerata una malattia che definisce l'AIDS. Casi gravi che non vengono trattati possono essere fatali.

fisiopatologia

Histoplasma capsulatum √® una muffa che si trova nel suolo in alcune aree. Ha trovato in grandi quantit√† nel suolo o anche in altri materiali contaminati da escrementi di pipistrelli e uccelli. Se le particelle del terreno si disperdono nell'aria, lo stampo pu√≤ essere inalato. A causa della temperatura pi√Ļ calda nel corpo, si trasforma in una forma di lievito specificamente all'interno delle cellule. Sono i macrofagi, un tipo di cellule immunitarie che consuma microbi invasori, dove tende a verificarsi questa conversione nella forma del lievito. Il lievito si replica quindi all'interno dei macrofagi in quanto √® in grado di resistere agli enzimi forti all'interno di queste cellule immunitarie.

Alla fine il sistema immunitario sviluppa le difese necessarie per prevenire questo tipo di crescita. Le sostanze chimiche che hanno la capacità di agire contro questi funghi si diffondono in tutto il sistema. In poche settimane il corpo neutralizza l'attività del lievito e inizia il processo di guarigione. La maggior parte delle persone che contraggono l'infezione sono asintomatiche. Nella maggior parte dei casi l'infezione è limitata ai polmoni e possono formarsi nel tessuto polmonare gruppi di cellule immunitarie note come granulomi. Tuttavia, l'infezione può diffondersi attraverso il flusso sanguigno o il sistema linfatico per diffondersi attraverso il corpo.

Sintomi

L'istoplasmosi colpisce principalmente il polmone causando la polmonite. Tuttavia, l'infezione può manifestarsi in forme diverse a seconda che la persona abbia un sistema immunitario indebolito o una malattia polmonare sottostante e la capacità del sistema immunitario di limitare l'infezione. Le principali forme di istoplasmosi che possono essere viste includono:

  • Istoplasmosi polmonare acuta
  • Istoplasmosi polmonare cronica
  • Istoplasmosi progressiva disseminata (acuta, subacuta o cronica)

Il periodo di incubazione è compreso tra 3 e 17 giorni e durante questo periodo i pazienti non mostrano alcun sintomo

Istoplasmosi polmonare acuta

Questa è la forma di istoplasmosi quando una persona viene prima esposta al fungo. Quasi 9 pazienti su 10 non manifestano alcun sintomo. Coloro che mostrano sintomi possono manifestare lievi sintomi influenzali come:

  • Mal di testa
  • Malessere
  • Febbre
  • Brividi
  • Dolore muscolare generalizzato
  • Dolore addominale
  • Dolore alle articolazioni (sintomo meno comune)

I sintomi respiratori pi√Ļ specifici includono:

  • Tosse secca
  • Dolore al petto
  • Mancanza di respiro (dispnea)

I pazienti immunocompetenti possono riprendersi da questa forma in poche settimane.

Istoplasmosi polmonare cronica

L'istoplasmosi polmonare cronica è la forma che può continuare soprattutto nelle persone anziane e nei pazienti con malattia polmonare sottostante. Vi è una significativa infiammazione polmonare e danno tissutale all'apice dei polmoni con formazione di cavitazione.

  • Tosse produttiva con emottisi
  • Respirazione difficoltosa
  • Respiro sibilante
  • Febbre
  • Malessere
  • Perdita di peso

Istoplasmosi progressiva disseminata

Questa forma si vede principalmente nei pazienti immunocompromessi. Gli individui infetti da HIV e in particolare i pazienti con AIDS sono maggiormente a rischio. Di solito è subacuto o cronico. L'istoplasmosi disseminata progressiva è una conseguenza dei funghi che si diffondono al di là del polmone attraverso il sistema linfatico o il flusso sanguigno. I sintomi possono variare tra i pazienti a seconda di quali sistemi del corpo sono interessati dall'istoplasmosi. Oltre ad alcuni dei sintomi dell'istoplasmosi polmonare acuta o cronica, il paziente con la forma progressiva disseminata può anche presentare:

  • Ingrandimento del fegato e della milza (epatosplenomegalia)
  • Linfonodi ingranditi
  • Ulcere alla bocca e intestinali, dolore addominale e / o diarrea
  • Sintomi di meningite - rigidit√† del collo, mal di testa, sensibilit√† alla luce, confusione e convulsioni
  • Sintomi della malattia cardiaca - angina (dolore al petto cardiaco), gonfiore alle gambe, soffi e difficolt√† respiratoria

Altri sintomi presenti dipendono dall'estensione dell'organo o del sistema interessato.

Le cause

L'istoplasmosi è causata dal fungo Histoplasma capsulatum. I funghi tendono a prosperare in terreno umido e acido con un alto contenuto organico per sostenerlo. Pertanto questi funghi sono endemici in alcune regioni in cui le condizioni sono ottimali per la sua sopravvivenza. Histoplasma capsulatum può nel terreno ideale per anni nella sua forma miceliale. Il terreno è stato solitamente contaminato da escrementi di pipistrelli o uccelli. Gli uccelli non sono soggetti a infezioni, ma gli escrementi di uccelli nel terreno forniscono il terreno ottimale per la crescita dei funghi. D'altra parte, i pipistrelli possono essere infettati da istoplasmosi e sono in grado di diffondere i funghi attraverso i suoi escrementi.

L'infezione si verifica quando le spore nel terreno contaminato vengono inalate. Il contatto con il suolo non significa che una persona sar√† infettata da istoplasmosi. Ci sono diversi fattori che aumentano la probabilit√† di infezione. Le persone che vivono in aree endemiche hanno ripetuto esposizione al suolo. √ą inoltre necessaria una grande dose di inoculo e, ancora una volta, i residenti nelle aree endemiche hanno maggiori probabilit√† di essere a rischio. Un altro fattore importante per l'istoplasmosi √® lo stato immunitario di una persona.L'istoplasmosi √® pi√Ļ probabile che si verifichi in pazienti immunocompromessi e in quelli con preesistente malattia polmonare o altre malattie debilitanti che possono compromettere le difese immunitarie.

Diagnosi

Devono essere condotti diversi test per diagnosticare l'istoplasmosi. Pu√≤ essere condotta una biopsia per recuperare un campione di tessuto da polmone, fegato, midollo osseo o pelle. Il danno tissutale e la presenza dei funghi possono essere confermati. Insieme a sangue, urina e campioni di espettorato, il fungo pu√≤ essere coltivato in laboratorio. Ci sono anche test per rilevare gli anticorpi che il corpo produce contro i funghi o le proteine ‚Äč‚Äčfungine nel sangue o nelle urine. Ulteriori indagini come la radiografia del torace, la TC e la puntura lombare aiutano a valutare l'entit√† dell'infezione e il danno che si verifica nell'istoplasmosi.

Istoplasmosi (infezione fungina Histoplasma capsulatum)

Immagine di istoplasmosis capsulatum da Wikimedia Commons

Trattamento

Nei casi lievi che si risolvono da soli, non può essere necessario alcun trattamento. La maggior parte dei pazienti che sviluppano istoplasmosi non sa mai dell'infezione in quanto rimangono asintomatici o i sintomi sono così lievi e non specifici che non viene ulteriormente studiato poiché si risolve da solo. Le infezioni che persistono e progrediscono in istoplasmosi polmonare cronica o istoplasmosi disseminata progressiva, il trattamento è necessario. Allo stesso modo i pazienti che sono noti per essere immunocompromessi come i pazienti con infezione da HIV e AIDS dovrebbero ricevere un trattamento non appena viene diagnosticata la condizione.

medicazione

L'istoplasmosi viene trattata con farmaci antifungini. √ą riservato a casi acuti gravi, istoplasmosi cronica e disseminata. I farmaci azolici sono i farmaci antifungini preferiti per l'istoplasmosi. Itraconazolo e ketoconazolo sono pi√Ļ frequentemente usati, ma possono essere prescritti anche fluconazolo e altri farmaci azolici se necessario. Alcuni pazienti non tollerano bene gli azoli o possono avere infezioni gravi che richiedono un trattamento pi√Ļ aggressivo. In questi casi l'amfotericina B viene utilizzata per il trattamento dell'istoplasmosi. A seconda della gravit√† dell'infezione, della risposta del paziente al trattamento e delle difese immunitarie, il trattamento pu√≤ continuare per 3-12 mesi.

Riferimenti :

www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmedhealth/PMH0002073/

www.merckmanuals/professional/infectious_diseases/fungi/histoplasmosis.html

www.cdc.gov/fungal/histoplasmosis/definition.html


Link A Importanti Pubblicazioni
">
">