Immagine diagnostica dell'addome: raggi X, ultrasuoni, TC, risonanza magnetica


Radiografia normale

In grave dolore addominale acuto, semplice radiografia dell'addome è di solito la prima indagine. I raggi X possono mostrare:

  • Calcoli renali
  • Calcoli biliari (se sono grandi e calcificati)
  • Calcificazioni pancreatiche (nella ciste pancreatica o pancreatite cronica)
  • Aria sotto il diaframma (nella perforazione dello stomaco o dell'intestino)
  • Aria nell'intestino (nell'ostruzione intestinale)

Nessuna preparazione è necessaria per l'indagine. Non ci sono controindicazioni assolute, ma, se possibile, la radiografia addominale dovrebbe essere evitata nelle donne fino alla fine del periodo di riproduzione e le donne in gravidanza per prevenire l'esposizione alle radiazioni.

Ultrasuono addominale

In dolore addominale superiore destro, l'ecografia addominale è di solito la prima indagine.

Ultrasuoni endoscopici

L'ecografia endoscopica è l'indagine con la sonda a ultrasuoni sulla punta dell'endoscopio (1). L'ecografia endoscopica può essere eseguita per valutare:

  • Ostruzione del dotto biliare (invece di ERCP o MRCP)
  • Spessore della parete intestinale in linfoma sospetto
  • Pancreatite, cisti pancreatica e cancro al pancreas
  • Ingrandimento dei linfonodi attorno all'intestino

Durante la procedura è possibile l'aspirazione di cisti pancreatica, linfonodi intorno all'esofago e tumori addominali.

È necessario il digiuno dalla sera prima delle indagini. L'indagine viene eseguita con leggera sedazione e dura 30-60 minuti. Il paziente non è autorizzato a guidare dopo la procedura. Le controindicazioni per la procedura sono le stesse di endoscopia superiore. Possibili complicanze sono: pancreatite, infiammazione intestinale, sanguinamento, lesioni o perforazione dell'esofago, dello stomaco o dell'intestino.

CT addominale

La TC addominale può rivelare:

  • Appendicite
  • Calcoli biliari o fango biliare nella colecisti o dotti biliari
  • Calcoli renali
  • Linfonodi ingrossati ovunque nella cavità addominale
  • Parete intestinale ispessita, come nel linfoma (Picure 1)
  • diverticolosi
  • Tumori addominali
  • Fegato, milza o reni ingrossati
  • Posizione e diffusione dei tumori addominali

La TC può perdere il fango biliare, i piccoli calcoli biliari nel dotto biliare principale e piccole lesioni nello stomaco o nell'intestino. CT non dovrebbe essere fatto in gravidanza.

Linfoma intestinale su CT

Immagine 1. CT dell'addome:
intestino tenue addensato (nella parte centrale superiore dell'immagine),
probabilmente a causa del linfoma intestinale

Preparazione e procedura Le indagini sul bario non devono essere effettuate entro 4 giorni prima della TC e non devono essere assunti alimenti solidi dalla sera precedente. Il paziente giace sul tavolo che viene spostato verso la macchina CT, che sembra un breve tunnel. Lo scanner rotante scansiona l'addome a fettine sottili fino a 1 mm usando i raggi X e produce più immagini trasversali orizzontali (Immagine 1). Il clisma di iodio o di bario somministrato per via endovenosa può essere utilizzato per ottenere immagini più chiare. L'indagine è confortevole, non dolorosa e dura solo pochi minuti. I pazienti ansiosi possono ricevere un sedativo.

Complicazioni e controindicazioni. La dose ricevuta di radiazioni è di circa 10 mSv, ovvero 500 volte di più rispetto alla radiografia del torace, o una dose ricevuta in 3 anni di esposizione a radiazioni naturali (4). Le scansioni TC ripetute aumentano leggermente il rischio di sviluppare un tumore più tardi nella vita. CT non dovrebbe essere fatto in gravidanza. Raramente, si verifica una reazione allergica allo iodio. Se si utilizzava iodio, il latte materno dovrebbe essere gettato via per le 48 ore successive all'indagine.

RM addominale

La risonanza magnetica addominale può essere eseguita:

  • Invece di CT, per evitare l'esposizione alle radiazioni
  • Invece di angiografia (analisi a raggi X contrastanti delle arterie), per mostrare disturbi nei vasi addominali (vena porta, aorta, arterie intestinali, reni, ecc.)
  • Invece di ERCP, per valutare i disturbi del dotto biliare

Barium Swallow (Upper GI Series) e Barium Enema (Lower GI Series)

Bario deglutire o farina di bario (serie GI superiore) è un esame a raggi X dell'esofago, dello stomaco e di una piccola indagine. Di solito viene fatto prima dell'endoscopia superiore. Viene bevuto un fluido con contrasto di bario e l'immagine a raggi X è realizzata per mostrare la forma della cavità dell'intestino. L'indagine può mostrare:

  • Varici esofagee
  • Ulcere allo stomaco o tumori, ernia iatale, ostruzione del piloro
  • Perforazione dell'esofago, dello stomaco o dell'intestino tenue
  • Blocco nell'intestino tenue
Clistere di bario (serie GI inferiore) è la ricerca dell'intestino crasso. Di solito è fatto prima colonscopia e può rivelare:
  • Grandi polipi nel colon (Immagine 2)
  • Grandi ulcere
  • Ostruzione del colon o del retto
  • Tipico restringimento segmentario del colon (aspetto Cobblestone) nella malattia di Crohn

Polipi del colon

Immagine 2. Polipi nei due punti (parte superiore dell'immagine)
(fonte: Wikipedia)

Arteriografia addominale

L'arteriografia addominale è un'indagine a raggi X dei vasi addominali dopo che la sostanza di contrasto è stata iniettata in una vena o arteria del paziente (di solito nella gamba). È fatto in:

  • Dolore addominale inspiegabile in pazienti anziani quando si sospetta aneurisma aortico
  • Colite ischemica, per trovare un'arteria ostruita
  • Sospetto infarto o rottura della milza
  • Ipertensione, per trovare un'eventuale ostruzione delle arterie renali

OctreoScan

OctreoScan è un test di imaging con radionuclidi per tumori neuroendocrini come carcinoide, insulinoma, gastrinoma o VIPoma (3). L'octreoide o pentetreotide marcato con radio viene iniettato in una vena e la sua distribuzione nel corpo viene scansionata dopo 24 e 48 ore; l'octreoide tende ad accumularsi nei tumori neuroendocrini. Il test non dovrebbe essere fatto in gravidanza.

Articoli Correlati:

  • Test della cistifellea
  • Analisi delle feci e risultati del lavoro ematico nei disturbi gastrintestinali
  • Test di intolleranza alimentare e allergia alimentare
  • Cause del dolore addominale - diagnosi da sintomi

Riferimenti:

  1. Ultrasuoni endoscopici (mayoclinic)
  2. Arteriogramma addominale (baylorhealth)
  3. Octreoscan (imaging.mallinckrodt)
  4. Esposizione alle radiazioni in CT (fda.gov)


Link A Importanti Pubblicazioni
">
">