Diagnosi del carcinoma ovarico: esami del sangue, scansioni, biopsia


Test per il cancro ovarico

Diagnosi precoce di cancro ovarico è raro a causa dell'assenza di sintomi nelle fasi iniziali e della mancanza di metodi di screening affidabili per rilevare specificamente il cancro ovarico. Un Pap test non ha alcun ruolo nel rilevamento del cancro ovarico a meno che non abbia metastatizzato nella cervice o nella vagina. La diagnosi e la stadiazione chirurgiche devono essere eseguite il prima possibile, con test minimi preoperatori, quando si sospetta che una massa pelvica sia un tumore ovarico.

Mentre una storia clinica di sintomi gastrointestinali vaghi o sanguinamento vaginale anormale può essere correlata al cancro ovarico dopo la diagnosi, è raro che questi sintomi sollevino immediatamente il rischio di cancro ovarico. Le donne ad alto rischio dovrebbero essere monitorate e la presenza di questi sintomi dovrebbe richiedere un'indagine immediata. Continua a leggere rischi di cancro ovarico.

Metodi per diagnosticare il cancro delle ovaie

Screening genetico

Le donne con una storia familiare o personale di cancro al seno, uterino o del colon o con un parente stretto (madre, figlia o sorella) affette da cancro ovarico possono essere maggiormente a rischio di contrarre la malattia. Queste donne possono essere consigliate di sottoporsi a test genetici. Le donne con mutazioni nei geni BRCA1 e BRCA2 necessitano di un attento monitoraggio in quanto sono gruppi ad alto rischio di cancro ovarico. Oophorectomy profilattico può essere fatto come misura preventiva contro il cancro ovarico in casi selezionati.

Esame fisico

Una massa addominale, gonfiore o presenza di liquido nell'addome (ascite) rilevata durante un esame fisico può essere indicativa di cancro ovarico. Un esame pelvico può rivelare una massa fissa o bilaterale unilaterale o una crescita nell'ovaio. A volte si può avvertire una massa nell'addome.

Valutazione di laboratorio

  • UN emocromo completo (CBC) e test elettrolitici sierici sono essenziali quando si sospetta il cancro ovarico.
  • Test di funzionalit√† epatica (LFT) pu√≤ essere fatto per valutare il coinvolgimento del fegato.
  • Un elevato CA-125 in una donna in postmenopausa pu√≤ essere suggestiva di cancro ovarico. I livelli di marcatore tumorale o di antigene associato al cancro CA-125 nel sangue possono essere utilizzati per rilevare il carcinoma ovarico, ma i risultati non sono sempre sufficientemente sensibili o specifici per il cancro ovarico di essere di grande utilit√† come metodo di screening. Colon, pancreas, seno, stomaco o tumori uterini possono anche essere associati a un valore elevato di CA-125. Un normale livello di CA-125 non esclude neanche la diagnosi di cancro.
  • UN hCG del siero livello dovrebbe essere ottenuto in tutte le donne in cui la gravidanza √® una possibilit√†.
  • UN siero alfa fetoproteina (AFP) e lattato deidrogenasi La misurazione (LDH) √® consigliabile nelle ragazze giovani con una massa pelvica a causa della probabilit√† di un tumore delle cellule germinali cancerogene.

Studi di imaging

Gli studi di imaging possono aiutare a rilevare una massa nel bacino, ma non saranno in grado di confermare la diagnosi di cancro ovarico.

  • ultrasuono pu√≤ essere utile nel rilevare una massa pelvica. L'ecografia transvaginale (eseguita posizionando una sonda nella vagina) fornisce immagini migliori rispetto all'ecografia addominale.
  • TAC pu√≤ aiutare a mostrare pi√Ļ dettagliatamente le dimensioni della crescita, gli ingrandimenti dei linfonodi e le metastasi ad altri organi.
  • MRI (la risonanza magnetica), oltre ad essere pi√Ļ costosa, potrebbe non avere alcun vantaggio rispetto alla scansione TC, tranne che nella valutazione di pazienti gravide evitando l'esposizione alle radiazioni del feto.
  • Radiografia del torace pu√≤ mostrare la diffusione del cancro ai polmoni.
  • ANIMALE DOMESTICO (tomografia ad emissione di positroni) vengono talvolta eseguite per rilevare la diffusione del carcinoma ovarico. In questo metodo viene utilizzato un tipo di glucosio radioattivo per il rilevamento del cancro.
  • mammografia pu√≤ essere fatto come una procedura di screening per escludere il cancro al seno, tenendo presente il legame tra cancro ovarico e tumore al seno.
  • UN clisma di bario pu√≤ essere consigliato nei pazienti di escludere il cancro del colon.
  • Colonscopia √® preferito al clistere di bario per escludere la metastasi al colon.

Biopsia

I campioni di tessuto per la biopsia possono essere assunti mediante chirurgia laparoscopica (attraverso una piccola incisione nell'addome) quando il tumore √® piccolo o mediante una laparotomia (un'incisione pi√Ļ ampia viene praticata per aprire l'addome) in caso di tumori pi√Ļ grandi.
La stadiazione chirurgica viene eseguita al momento dell'intervento inviando gli organi e i tessuti rimossi per l'esame microscopico.

Un campione di tessuto può essere prelevato dal tumore e inviato per l'analisi. Le cellule tumorali presenti nel campione confermeranno la diagnosi di cancro ovarico e determineranno il tipo di tumore. Lo stadio e il grado del cancro possono essere determinati prendendo biopsie da vari siti. Continua a leggere fasi del cancro ovarico.

Laparoscopia

Passare un laparoscopio (un tubo sottile con una fonte di luce, una piccola telecamera e un dispositivo di ingrandimento all'estremità) attraverso una piccola incisione nell'addome consente una corretta visualizzazione dell'ovaio e di altre strutture all'interno del bacino e dell'addome. I campioni di tessuto per biopsia possono anche essere presi durante una procedura laparoscopica.

La laparotomia

Una laparotomia può mostrare ovvio cancro nelle ovaie o altre strutture nell'addome. Se si sospetta la presenza di cancro, è possibile ricorrere alla chirurgia per il trattamento del carcinoma ovarico. I campioni per la biopsia possono essere presi e la stadiazione del cancro fatta al momento dell'intervento.

paracentesi

La rimozione del liquido ascitico dall'addome come mezzo di test per le cellule tumorali non √® consigliata di routine. Anche con una diffusa diffusione intra-addominale, i risultati falsi negativi sono possibili in un gran numero di casi. Inoltre, ci sono pi√Ļ possibilit√† di diffusione delle cellule tumorali durante la procedura.

toracocentesi

Rimozione di fluido intorno ai polmoni in un versamento pleurico ai fini del test per le cellule tumorali può essere raccomandato prima dell'intervento chirurgico. Se nel fluido si trovano cellule cancerogene, al paziente viene diagnosticato un cancro allo stadio 4 e la procedura chirurgica viene rivalutata, tenendo presente la prognosi infausta in questi casi.


Link A Importanti Pubblicazioni
">
">