Alopecia androgenetica (calvizie maschile e femminile)


Il cuoio capelluto medio perde circa 100 ciocche di capelli al giorno. Questa perdita di capelli è normale e rappresenta una pozione molto piccola dei fili presenti sul cuoio capelluto. A volte la perdita di capelli diventa eccessiva e può interessare l'intera testa (perdita di capelli diffusa) o macchie (perdita di capelli focale). Ci sono diversi tipi e modelli di perdita di capelli che sono noti collettivamente come alopecia o comunemente come calvizie. La perdita può essere parziale o completa, temporanea o permanente, e può estendersi ad aree oltre il cuoio capelluto.

La causa più comune della calvizie è l'alopecia androgenetica che colpisce sia gli uomini che le donne. Colpisce quasi la metà di tutti gli uomini e può essere altrettanto prevalente tra le donne di età superiore ai 40 anni. In genere la prima evidenza di perdita di capelli può essere presente già dagli anni '30 e continuare solo, spesso gradualmente, nel corso di anni e decenni.

Cos'è l'alopecia androgenetica?

Alopecia androgenetica (calvizie maschile e femminile)


Immagine da Wikimedia Commons

Alopecia androgenetica (AGA) o alopecia androgenetica è un modello ereditario di perdita di capelli associato all'azione degli ormoni maschili (androgeni). È comunemente noto come calvizie o più nello specifico come perdita di capelli di tipo maschile o perdita di capelli di tipo femminile a seconda che riguardi rispettivamente gli uomini o le donne.

L'alopecia androgenetica è in genere permanente e una graduale perdita di pelo in un modello caratteristico per ciascun genere. Nonostante i progressi nel trattamento medico dell'alopecia androgenetica dell'alopecia, l'efficacia è limitata e di maggior successo solo nelle primissime fasi. Questo è in gran parte limitato al rallentamento del processo.

Cause di alopecia androgenetica

Il ciclo di crescita dei capelli può essere diviso in tre fasi. Anagen è la fase di crescita attiva che dura diversi anni. Durante questa fase, i follicoli piliferi producono costantemente nuove cellule che si cheratinizzano per formare il fusto del capello che si vede sulla superficie. Idealmente i capelli crescono di circa 1 centimetro ogni 30 giorni. La maggior parte dei follicoli piliferi sul cuoio capelluto si trovano nella fase anagen in qualsiasi momento. Dopo questo periodo, il follicolo attraversa un periodo di transizione noto come catagen.

I cambiamenti nel bulbo pilifero si preparano per il terzo stadio che è un periodo di riposo. Telogen è la fase di riposo che dura per diversi mesi in cui non si verifica alcuna crescita attiva e solo circa il 10% al 15% dei follicoli piliferi si trovano in questo stato in qualsiasi momento. Una volta che telogen termina, anagen ricomincia e la vecchia ciocca di capelli viene spesso espulsa e liberata a questo punto solo per essere sostituita dal nuovo filamento. Si ritiene che in alopecia androgenetica i follicoli diventino inattivi in ​​modo permanente.

Geni e ormoni

Nonostante diverse teorie, l'esatto meccanismo di perdita dei capelli nell'alopecia androgenetica non è completamente compreso. Sembra che una predisposizione genetica induca i follicoli a diventare estremamente sensibili agli androgeni (ormoni maschili), in particolare diidrotestosterone (DHT). Diversi siti su cromosomi diversi possono codificare per il recettore degli androgeni che è legato alla sensibilità genetica dei follicoli in una persona con alopecia androgenetica.

Uno di questi siti è sul cromosoma X, e poiché è autosomico recessivo, è quindi più probabile che venga visto negli uomini. Tuttavia, gli studi hanno rivelato che le donne possono essere inclini a questo tipo di perdita di capelli anche se è più diffusa e meno grave di quanto non lo sia per gli uomini e potrebbe non essere diagnosticata. Vi è un crescente numero di prove che suggeriscono che i disturbi sistemici e i fattori ambientali possono anche svolgere un ruolo nell'insorgenza o nella progressione dell'alopecia androgenetica.

Segni e sintomi

L'alopecia androgenetica è una calvizie non cicatrizzante. Non vi sono eruzioni cutanee, prurito al cuoio capelluto o caratteristiche associate come è visto con certi altri tipi di perdita di capelli.

Calvizie maschile

Alopecia androgenetica (calvizie maschile e femminile)

Il modello di perdita di capelli è più localizzato negli uomini. In genere inizia con una stempiatura che coinvolge entrambi i lati delle tempie (recessione bitemporale) e quindi la perdita di capelli diventa prominente sulla corona. In alcuni uomini, l'attaccatura dei capelli e la perdita dei capelli della corona è limitata, quindi c'è solo una fronte più esposta e un punto calvo sulla corona. Il resto dei capelli può essere sottile ma viene mantenuto. In altri uomini, il modello tipico è solitamente visto dove l'attaccatura dei capelli è accompagnata dalla perdita della corona e infine dall'intera calvizie a parte i lati che vengono trattenuti.

La perdita dei capelli, anche se limitata, si nota negli anni '20 e diventa più importante negli anni '30. Raramente inizia dagli adolescenti o causa una perdita completa in questo periodo.

Calvizie femminile

Alopecia androgenetica (calvizie maschile e femminile)

Nelle donne il modello di perdita di capelli non è così distinto. L'attaccatura dei capelli non si attenua e la perdita è diffusa e più frequentemente riportata come diradamento dei capelli. Ci può essere perdita completa (rara) o almeno più prominente assottigliamento (frequente) sulla corona.

La perdita dei capelli è più importante nelle donne in postmenopausa, sebbene possa iniziare durante i fertili anni di vita. Colpisce un piccolo ma significativo numero di donne dopo i 40 anni indipendentemente dalla menopausa.


Link A Importanti Pubblicazioni
">
">