Visione iperopica (a lunga vista) e ipermetropia con età


La luce che entra nell'occhio deve essere rifratta (piegata) in modo che un'immagine nitida possa essere focalizzata sulla retina dell'occhio. La retina è lo strato interno fotosensibile dell'occhio che converte la luce in impulsi nervosi. Tramite il nervo ottico, questi impulsi vengono trasmessi al cervello ed è percepito come il senso della visione. La cornea sulla parte esterna del bulbo oculare e la lente all'interno dell'occhio sono i principali responsabili di questa rifrazione della luce. I problemi visivi comuni nell'uomo sono principalmente dovuti a errori di rifrazione. Ciò significa che la luce viene rifratta in modo da proiettare un'immagine nitida a ridosso della retina o appena oltre. Questi errori di rifrazione sono noti rispettivamente come miopia (vista corta) o ipermetropia (vista lontana).

Cos'è l'ipermetropia?

ipermetropia o ipermetropia è l'incapacità di vedere oggetti vicini anche se la visione lontana può essere normale. È anche comunemente noto come lungimiranza o lungimiranza. Con ipermetropia minore la visione da vicino non è compromessa in misura significativa o, a volte, non del tutto. Gli unici sintomi in questi casi sono l'affaticamento degli occhi e mal di testa e lenti correttive non sono necessari. Con ipermetropia lieve e grave, la difficoltà visiva è più pronunciata e tipica dell'ipermetropia. Lenti correttive, occhiali o lenti a contatto e chirurgia come LASIK, possono correggere l'errore di rifrazione.

Come si manifesta l'iperopia?

La lente dell'occhio è una struttura biconvessa flessibile che può cambiare a piacimento la sua curvatura. Le alterazioni della curvatura riflettono la luce a diversi gradi (rifrazione) e aiutano a focalizzare la luce sulla retina. Questo processo è noto come alloggio. La luce di una volta lontana deve essere piegata di meno, mentre la luce proveniente dall'oggetto vicino deve essere piegata di più per mettere a fuoco un'immagine nitida sulla retina. L'obiettivo è tenuto nel bulbo oculare da legamenti sospensivi. Quando i legamenti si allentano, la lente diventa più rotonda. Viceversa, quando i legamenti si stringono, l'obiettivo diventa più piatto. I muscoli ciliari dell'occhio sono in grado di stringere o allentare i legamenti sospensivi come è necessario per una visione chiara.

Visione iperopica (a lunga vista) e ipermetropia con età

Normalmente i muscoli ciliari sono rilassati e i muscoli sospensivi tesi. Ciò consente una visione normale (emmetropia) in cui oggetti distanti possono essere visti chiaramente. Una messa a fuoco più nitida della luce vicina, tuttavia, richiede una maggiore flessione della luce che può essere ottenuta rendendo la lente più rotonda attraverso la contrazione dei muscoli ciliari. In una persona con visione iperopica, la luce non cade sulla retina quando i muscoli ciliari sono rilassati. Invece cade dietro la retina. Ciò può essere dovuto a un bulbo oculare più corto del normale oa errori di rifrazione della cornea o della lente.

Ipermetropia con età

Fortunatamente la lente può accogliere questa mancanza di rifrazione che porta all'ipermetropia. Per contrazione dei muscoli ciliari, i legamenti sospensori si allentano leggermente e la lente diventa più rotonda. Ora la luce può essere piegata di più per mettere a fuoco un'immagine nitida sulla retina. Poiché i muscoli ciliari sono normalmente rilassati per la visione lontana, nell'ipermetropia questi muscoli devono lavorare per più ore - sia per la vista lontana che per la visione vicina. Questo porta alla tensione del muscolo. Nel tempo e in base alla gravità dell'ipermetropia, questa sistemazione non può essere mantenuta. L'obiettivo può focalizzare la luce distante ma non ha più potere accomodante per focalizzare la luce per oggetti molto vicini.

Con l'età, la capacità di vedere gli oggetti vicini diminuisce a prescindere dai disturbi visivi della prima parte della vita. Questo è noto come presbiopia. Ognuno diventa presbite con l'età, che di solito inizia dopo i 40 anni. Una persona che soffre di ipermetropia ma ha il potere accomodante di compensare prima nella vita scoprirà questa lungimiranza più tardi nella vita. Le persone con miopia (miopia) possono scoprire che le misure correttive precedentemente utili ora sono meno. Invece, vedere chiaramente da molto vicino richiederà la rimozione degli occhiali o delle lenti a contatto in una persona miope.

Cause di lunga vista

Le cause dell'ipermetropia sono genetiche. Un bulbo oculare più corto, una cornea piatta, una distanza più breve tra la cornea e la lente o una lente che non pieghi sufficientemente la luce portano a una vista lunga. Sebbene sia ereditato nella maggior parte dei casi, ci sono alcune rare cause di ipermetropia come:

  • Occhi piccoli (microftalmia) che possono causare una grave iperopia nota come nanoftalmo.
  • Diabete mellzio
  • Cancro intorno all'occhio
  • Malattia vascolare retinica

Segni e sintomi

Il sintomo principale è la difficoltà nel vedere oggetti vicini mentre la visione a distanza è chiara. Senza lenti correttive una persona potrebbe aver bisogno di socchiudere gli occhi, ma questo potrebbe non essere sufficiente. A volte una persona con ipermetropia molto lieve non presenta alcuna differenza nella visione vicina o lontana e sono presenti gli altri segni e sintomi menzionati di seguito. Questo è più probabile prima dei 40 anni.

A parte la differenza nella visione vicina e lontana, la presentazione dell'iperopia è simile ai sintomi della miopia. Ciò comprende :

  • Dolore o bruciore degli occhi.
  • Mal di testa.


Link A Importanti Pubblicazioni
">
">