Tumori al seno (benigni e maligni) Diversi tipi, diagnosi


Un gonfiore o nodulo prodotto in qualsiasi parte del corpo a causa di una crescita anormale del tessuto è noto come a tumore. Una crescita che si trova all'interno del tessuto mammario è conosciuta come a tumore al seno. Può essere non canceroso (benigno) o canceroso (maligno). Sebbene l'individuazione di un tumore al seno possa essere allarmante per una donna a causa della paura del cancro al seno, la maggior parte dei tumori del seno risulta non-cancerosa. Tuttavia è necessaria un'indagine approfondita per escludere la malignità.

A partire dai 20 anni, l'autoesame regolare viene incoraggiato affinché le donne si sentano accompagnate alla sensazione e all'aspetto di un seno sano. Ciò contribuirà a farle notare eventuali cambiamenti nei seni che non sembrano normali. La successiva valutazione medica può aiutare a rilevare il cancro al seno in una fase precoce, che può dare risultati positivi con il trattamento. I tumori al seno sono più comuni nelle donne e sono molto rari negli uomini.

Anatomia e Fisiologia del seno

Tumori al seno (benigni e maligni) Diversi tipi, diagnosi

Ogni seno contiene da 15 a 20 lobi, che sono ulteriormente suddivisi in lobuli. Il seno è costituito principalmente da tessuto adiposo e ghiandole del latte. I dotti galattofori oi condotti del latte trasportano il latte dalle ghiandole ai capezzoli durante l'allattamento. Le ghiandole e i condotti del latte variano in dimensioni e numero in base alle necessità, aumentando durante l'allattamento. L'anatomia è discussa in dettaglio sotto seno femminile.

Il seno contiene anche altre strutture come tessuto connettivo fibroso, vasi sanguigni, vasi linfatici, linfonodi e nervi. Il seno non contiene fibre muscolari. Si trova sopra il muscolo nel petto noto come il grande pettorale. I tumori che si sviluppano all'interno della mammella possono essere composti da uno qualsiasi di questi tessuti, che reagiscono anche ai livelli ormonali nelle diverse fasi della vita di una donna. Continua a leggere ormoni femminili. Un tumore al seno può essere unilaterale (in un seno) o bilaterale (in entrambi i seni). Potrebbe essere benigno o maligno.

Tipi di tumori al seno benigni

I tumori benigni del seno sono solitamente di consistenza morbida e mobili (non fissi). Queste sono masse a crescita lenta con un margine chiaramente demarcato o possono essere incapsulate quindi la sua rimozione è abbastanza facile. I tumori benigni della mammella raramente ricorrono dopo la rimozione. Diffusione su siti distanti o metastasi non si vede con tumori benigni.

Il tumore benigno al seno può essere dei seguenti tipi:

Malattia del seno fibrocistica

È anche conosciuto come fibroadenosis. In alcune donne, i cambiamenti fibrocistici del seno si verificano a causa di fluttuazione ormonale. I grumi prodotti possono essere duri o gommosi e sono spesso dolorosi. Un aumento della dimensione della massa può verificarsi appena prima dell'inizio dei periodi. La fibroadenosi si presenta come un seno irregolare e irregolare dovuto all'ispessimento del tessuto mammario. Questo è più spesso visto in donne in età fertile o in donne che si avvicinano alla menopausa. La fibroadenosi può essere unilaterale o bilaterale.

fibroadenoma

Questo è il tipo più comune di tumore mammario benigno osservato nelle donne. Di solito dà origine a un tumore rotondo, solido, indolore nel seno con una consistenza gommosa. Il nodulo è ben definito e mobile e viene spesso definito un "seno". Di solito si verifica nelle giovani donne.

lipoma

Un lipoma mammario cresce dal tessuto adiposo del seno ed è racchiuso all'interno di una capsula fibrosa. Di solito è sentito come un tumore al seno morbido, rotondo, indolore.

Cisti al seno

Queste sono piccole sacche piene di liquido, che possono essere presenti in entrambi i seni. Più di una cisti può essere presente in un seno. Le cisti possono aumentare di dimensioni o diventare più dolorose al momento delle mestruazioni.

galattoceli

Un galactocele o cisti del latte si possono formare durante l'allattamento a causa dell'intasamento dei dotti lattiferi.

Ascesso al seno

Una cisti mammaria infetta o galattocele può portare ad un ascesso mammario. È un muro di area contenente pus accumulato.

pseudocyst

Questa è una condizione molto rara che può svilupparsi a seguito di danno a uno shunt ventricolo-peritoneale (VP) durante una mammografia o una procedura di aumento del seno.

Mastite

Questo è un infezione al seno e l'infiammazione si verifica più comunemente durante l'allattamento e può dare origine a una massa infiammatoria nel seno.

Trauma al seno

Una lesione al tessuto mammario può provocare necrosi di grasso, che può produrre una massa soda, rotonda, indolore nel seno.

Hamartoma al seno

Questo è un tumore al seno ben circoscritto, morbido e indolore che può essere confuso con un fibroadenoma. Contiene quantità variabili di tessuto adiposo, epiteliale e fibroso e deve essere differenziato da un lipoma.

Pseudolumps

Le protesi di silicone indurite dopo la procedura di aumento del seno o gli impianti che perdono possono presentarsi come un tumore al seno. Questo è noto come pseudolump del seno. La formazione di tessuto cicatriziale dopo l'intervento chirurgico al seno può anche provocare pseudolute del seno.

Sclerozing Adenosis

Questa condizione può svilupparsi a causa di cambiamenti fibrocistici nei lobi del seno. Il lobo ingrandito può essere distorto da un tessuto fibroso simile a una cicatrice, dando l'aspetto di un tumore. Benché benigna, questa condizione è associata ad un aumentato rischio di cancro al seno.

Phyllodes Tumor

Questo è un tumore indolore che si verifica nel tessuto connettivo del seno. Conosciuto anche come phyllodes di cistosarcoma, questo tumore al seno è generalmente benigno e si sente come una crescita ampia, ben definita, ferma ma mobile. La malignità può verificarsi in alcuni casi.

Papilloma intraduttale

I papillomi intraduttali possono essere percepiti come piccoli tumori dietro o vicino all'areola. Si tratta di una crescita del rivestimento dei dotti lattiferi vicino al capezzolo e di solito si verifica nelle donne in perimenopausa.Uno scarico acquoso o macchiato di sangue dal capezzolo è un reperto comune di un papilloma intraduttale, pertanto il cancro al seno deve essere escluso.

Gonfiore dei linfonodi

I linfonodi ingrossati nell'ascella (ascella) vicino al seno possono apparire come tumori al seno. Linfonodi opachi possono indicare metastasi da cancro al seno o da cancro in altre parti del corpo.

Tumori al seno maligni

I tumori maligni, d'altra parte, hanno margini irregolari e tendono a crescere in modo incontrollabile. Si presenta come una ditta a crescita dura, indolore nelle fasi iniziali. Si trova più spesso nel quadrante superiore ed esterno del seno e nella regione dietro il capezzolo e l'areola. Negli ultimi stadi della malattia, queste masse possono essere fissate al tessuto circostante. La pelle sopra il seno può mostrare arricciature o fossette, spesso indicate come il segno "peau de orange" a causa della sua somiglianza con la pelle di un'arancia. I tumori maligni invadono facilmente i tessuti vicini e si diffondono in siti distanti come il cervello, i polmoni e le ossa.

Diagnosi dei tumori al seno

Un tumore al seno viene in genere rilevato da un autoesame, durante l'esame da parte di un medico, da una mammografia di routine o dall'ecografia. La principale preoccupazione dopo aver rilevato un tumore al seno è determinare se il tumore è benigno o maligno.

La storia è molto importante, con particolare attenzione al dolore, alle secrezioni dei capezzoli, a qualsiasi lesione al seno ea eventuali recenti e notevoli cambiamenti nel seno. Si devono prendere in considerazione ormoni o altri farmaci. Una storia corretta può identificare i fattori di rischio per il cancro al seno. Un esame clinico approfondito del seno è necessario per cercare tutte le caratteristiche che possono indicare il cancro al seno. L'esame di entrambi i seni dovrebbe essere fatto.

Test per i tumori al seno

  • mammografia di entrambi i seni sono necessari se non già fatto. Una mammografia può rilevare la maggior parte dei tumori al seno. In caso di mammografia normale nonostante la presenza di una massa, possono essere eseguiti ulteriori esami come una biopsia per escludere il cancro al seno.
  • Biopsia del nodulo e dell'esame del tessuto al microscopio. Una biopsia può confermare o escludere il cancro. Per prelevare un campione di tessuto mammario è possibile condurre una citologia per aspirazione con ago sottile (FNAC) o una biopsia con ago centrale. La biopsia escissionale può essere eseguita in caso di tumori al seno sospetti.
  • Aspirazione dell'ago in caso di cisti e esame del liquido al microscopio.
  • Risonanza magnetica (RM) può essere particolarmente utile per la diagnosi di tumore al seno in alcuni casi, come in una donna con protesi al silicone.
  • Ecografia al seno può aiutare a differenziare il solido dai tumori cistici e può guidare le procedure di biopsia. È spesso più efficace della mammografia nel rilevare un tumore nelle donne con tessuto mammario denso.
  • Esame microscopico della secrezione del capezzolo.


Link A Importanti Pubblicazioni
">
">