Stenosi biliare (riduzione del dotto biliare)


Definizione

Una stenosi biliare è un restringimento del dotto biliare, il tubo che trasporta la bile tra il fegato, la cistifellea e il duodeno dell'intestino tenue. Un restringimento minore non ostacola in modo significativo il movimento della bile e una persona può essere asintomatica. È solo con un grado grave di ostruzione o addirittura un blocco completo che i sintomi insorgono. Ci sono un numero di ragioni per cui potrebbe verificarsi un restringimento. A volte può essere dovuto al cancro, ma una causa ben comune piuttosto comune è la lesione al condotto dopo la chirurgia della cistifellea e le indagini diagnostiche dell'albero biliare... Se non trattata può portare a complicazioni che vanno dai calcoli biliari a un'infezione del dotto biliare e persino al fegato ascesso.

Incidenza

La chirurgia della cistifellea e le indagini correlate sono procedure abbastanza comuni. Tuttavia, le stenosi del dotto biliare sono piuttosto rare. La prevalenza esatta è sconosciuta, ma si stima che si verifichi in circa lo 0,2% allo 0,6% dei casi chirurgici. Sebbene le stenosi possano causare gravi disagi e gravi complicazioni, di solito non è mortale. La causa sottostante è invece più probabile che sia la causa della morte, in particolare in caso di cancro.

fisiopatologia

Ogni giorno il fegato produce tra 600 ml e 1 litro di bile. È una sostanza fluida composta da prodotti di scarto, colesterolo e acqua. La bile è prodotta dalle cellule del fegato, si raccoglie nei canali del fegato (canaliculi epatici) e drena nei dotti del fegato (condotti intraepatici). Questi dotti si uniscono e alla fine lasciano il fegato come il dotto epatico comune. È unito dal dotto cistico che si collega alla cistifellea. La bile può essere immagazzinata nella cistifellea fino a quando non è pronta per essere espulsa nell'intestino tenue. Il dotto cistico e il dotto epatico si uniscono per formare il dotto biliare comune che a sua volta si unisce al dotto pancreatico all'ampolla di Vater.

Stenosi biliare (riduzione del dotto biliare)

Immagine da Wikimedia Commons

Una stenosi può avvenire ovunque lungo il percorso del flusso biliare. Quando ostruisce anche il dotto pancreatico, gli enzimi all'interno della ghiandola possono danneggiarlo portando a pancreatite. Le stenosi possono essere dovute a cause benigne o maligne. I tumori maligni sono lesioni cancerose. Tuttavia, le cause benigne delle stenosi delle vie biliari non significano che sia dovuta a causa benigna (non cancerosa). Infatti le cause benigne più comuni non sono legate a nessun tipo di massa o crescita. Al contrario, deriva da un'infiammazione grave o prolungata del dotto biliare. L'infiammazione di solito deriva da un infortunio, solitamente associato a un intervento chirurgico oa indagini diagnostiche.

L'infiammazione può quindi portare alla deposizione di collagene con conseguente cicatrizzazione dei dotti biliari. Questo è noto come fibrosi. Il tessuto cicatriziale può quindi restringere la parete del condotto o ispessire il muro causando un restringimento. A volte le ostruzioni fisiche nel dotto biliare, come calcoli biliari o dotti biliari, possono bloccare il flusso della bile anche senza infiammazione. Le neoplasie del dotto biliare o intorno al condotto che poi le comprime possono anche essere la causa di una stenosi. L'impedimento del flusso biliare porta alla colestasi. La bile può eseguire il backup nel fegato e influire sulle normali funzioni cellulari. Può quindi verificarsi ittero ostruttivo. Con il tempo questo può causare danni al fegato e in alcuni casi persino progredire fino all'insufficienza epatica.

Sintomi

Un leggero restringimento del dotto biliare potrebbe non ostacolare il flusso della bile e quindi il paziente è asintomatico. Potrebbero esserci solo sintomi di malattie di base. I sintomi associati alle stenosi delle vie biliari diventano evidenti quando il restringimento raggiunge il punto in cui viene impedito il movimento della bile. La presentazione clinica dipende anche dalle complicanze che si sviluppano con le stenosi delle vie biliari.

  • Dolore addominale del quadrante superiore destro (RUQ)
  • Ittero - colorazione gialla della pelle e degli occhi
  • Prurito della pelle (prurito)
  • Sgabelli pallidi e urine scure
  • Steatorrea - feci grasse
  • Nausea e talvolta vomito
  • Perdita di appetito
  • Perdita di peso

Depositi di grasso nella pelle (xantomi) e deperimento sono più probabili nei casi gravi e prolungati.

Le cause

Ci può essere una singola stenosi o restringimenti multipli del dotto biliare. Le cause possono essere suddivise in condizioni benigne e maligne.

Cause benigne

  • Chirurgia post-operatoria specialmente dopo la rimozione chirurgica della colecisti (colecistectomia).
  • Iatrogena - infiammazione dopo indagine endoscopica
  • Infezione del dotto biliare (colangite)
  • Pietre del dotto biliare (coledocolitiasi)
  • Cisti dei dotti biliari
  • Colangite sclerosante primitiva
  • Sindrome di Mirizzi
  • Pancreatite
  • Trauma addominale
  • Radiazione
  • Chemioterapia
  • HIV / AIDS - colangiopatia da HIV
  • Trapianto di fegato (ortotopico)
  • Sconosciuto (idiopatico)
  • Malattie degli organi addominali come il morbo di Crohn

Cause maligne

Esistono diversi tipi di cancro che possono causare stenosi delle vie biliari. Ciò comprende :

  • Il colangiocarcinoma
  • Carcinoma ampollare
  • Cancro alla cistifellea
  • Cancro del pancreas
  • Cistoadenocarcinoma mucinoso
  • Carcinoma epatocellulare (carcinoma epatico primario)
  • linfoma
  • Diffusione metastatica del cancro (tumore secondario)

Diagnosi

Le caratteristiche cliniche da sole sono generalmente insufficienti per raggiungere una diagnosi conclusiva delle stenosi biliare e sono necessarie varie indagini diagnostiche. Gli esami del sangue, gli studi di imaging e la biopsia possono essere utili per confermare una diagnosi di stenosi biliare e la possibile causa.

  • Analisi del sangue
    - fosfatasi alcalina (ALP) e gamma-glutamil transpeptidasi (GGT)
    - bilirubina
  • Studi di imaging e altre indagini
    - Ultrasuoni
    - TAC addominale
    - Colangiopancreatografia a risonanza magnetica (MRCP)
    - Colangiopancreatografia retrograda endoscopica (ERCP)
    - Colangiografia transepatica percutanea (PTHC)
    - Fistulografia
    - Esame istologico del campione di biopsia

La stadiazione deve essere fatta per i cancri che causano stenosi delle vie biliari.

Stenosi biliare (riduzione del dotto biliare)

ERCP Immagine da Wikimedia Commons

Trattamento

Il trattamento delle stenosi delle vie biliari è diretto alla causa sottostante. I farmaci possono essere efficaci solo se diretti alla causa e non possono trattare lo stenosi stesso. La chirurgia è di solito necessaria quando la gestione conservativa e il trattamento medico della causa sottostante non sono sufficienti per risolvere il restringimento. Le radiazioni e la chemioterapia sono altre misure terapeutiche che possono essere considerate per le cause maligne delle stenosi biliare.

Chirurgia

Le procedure chirurgiche mirano a rimuovere il restringimento del dotto biliare e a consentire il ripristino del flusso biliare (decompressione). La maggior parte di queste procedure può essere eseguita per via endoscopica e talvolta durante l'esame diagnostico del restringimento. È importante notare che queste procedure mirano solo a rivivere il blocco del dotto biliare, ma di solito non assistono alla causa sottostante. Dilatazione del palloncino e stent apre il blocco e mantiene il condotto allargato. A volte la porzione malata del dotto biliare viene rimossa e la porzione rimanente del condotto si unisce all'intestino tenue.

Riferimenti :

www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/000220.htm

emedicine.medscape/article/186850-overview

medicine.georgetown.edu/divisions/gastroenterology/knowledge/204462.html


Link A Importanti Pubblicazioni
">
">