Pigmentazione orale (cause di decolorazione all'interno della bocca)


Cos'è la pigmentazione orale?

La pigmentazione orale si riferisce allo scolorimento del rivestimento interno della bocca (mucosa orale) dalla sua tonalità normalmente rosa. Questa decolorazione si verifica a causa della deposizione di diversi materiali colorati sulla mucosa orale che possono essere di natura fisiologica o patologica. La pigmentazione orale può essere associata a determinati fattori locali minori o alla malattia sistemica sottostante. Può essere un sintomo importante, a volte il primo sintomo, di diverse malattie importanti e gravi. Pertanto la pigmentazione orale deve essere valutata attentamente da un medico.

Tipi di pigmentazione orale

La pigmentazione orale è principalmente classificata in due tipi
  • Pigmentazione esogena
  • Pigmentazione endogena

Pigmentazione esogena

La pigmentazione esogena è una condizione in cui i pigmenti provengono da fonti esterne che entrano in contatto con il rivestimento interno della bocca o vengono ingeriti e depositati nella mucosa orale. Nasce dall'introduzione di un metallo o di un farmaco all'interno del corpo attraverso la mucosa, il tratto intestinale o la pelle. La pigmentazione esogena può essere accidentale, iatrogena o avvelenata.

Pigmentazione endogena

La pigmentazione endogena √® decolorazione da sostanze originate all'interno del corpo. I pigmenti pi√Ļ comuni includono melanina (pelle e pigmento oculare), emoglobina (pigmento dai globuli rossi), emosiderina (dalla demolizione dei globuli rossi) e altre sostanze chimiche formate all'interno del corpo.

Accidentale

La pigmentazione esogena accidentale della mucosa orale può essere causata da lesioni causate da certe particelle esterne che si incastrano nella membrana mucosa lacerata e causano scolorimenti. Tali tipi di lesioni sono comunemente presenti nei bambini con punti a matita staccati incorporati nelle gengive. La decolorazione è una zona di colore grigio focale di mucosa scolorita. La condizione è comunemente indicata come "tatuaggi alla grafite". Lesioni simili sono osservate con gli utenti di paste dentifricie contenenti carbone o alcuni rimedi a casa rimedi per la bocca o gargarismi alla gola.

medicazione

Le cause iatrogene si presentano quando il trattamento viene intrapreso per qualche motivo portando quindi alla pigmentazione orale. La pigmentazione iatrogena della cavità orale è generalmente vista con restauri metallici come l'amalgama dentale. La lesione è comunemente nota come "tatuaggio dell'amalgama". Può essere causata la dovuta deposizione di amalgama nella gengiva abradita (gomma) durante il normale riempimento dell'amalgama o a causa di pezzi rotti di amalgama incorporati nell'incavo dei denti durante l'estrazione di un dente. I pigmenti sono di colore da nero a blu e possono aumentare gradualmente di dimensioni. La lesione si trova solitamente sopra la linea gengivale dei denti inferiori.

Anche i risciacqui di bocca contenenti clorexidina possono causare pigmentazione orale. I chinoloni, l'idrossichinolone e l'amodiaina antimalarica possono portare a una pigmentazione orale da marrone a nero. La minociclina, un antibiotico usato nel trattamento delle infezioni del tratto urinario e delle vie urinarie (UTI) può anche portare a una pigmentazione localizzata di colore da grigio a nero sul palato duro e sulla mucosa della cavità orale.

Avvelenamento da metalli

I metalli che portano alla pigmentazione orale includono bismuto, mercurio, piombo, argento, arsenico, rame e zinco.

  • L'avvelenamento da bismuto √® noto anche come bismuto, che √® causato da preparati medicinali contenenti bismuto. La manifestazione orale del bismuto include la pigmentazione orale nota come linee di bismuto. Si tratta di linee blu e nere che sembrano ben delimitate su papille gengivali. Inoltre √® accompagnato da gusto metallico e ulcere orali.
  • Nell'avvelenamento da mercurio, sulla mucosa orale sono presenti pigmenti deboli, diffusi e di colore grigio.
  • L'avvelenamento da piombo, comunemente noto come plumbismo, √® associato alla formazione di "linee burtoniane". √ą una linea grigio-nera presente lungo i margini delle gengive.
  • Il posizionamento dell'argento porta allo scolorimento da grigio a viola-bluastro della mucosa orale con una lucentezza metallica.

Scolorimento da blu a porpora

Le lesioni colorate da blu a viola all'interno del cavo orale sono principalmente dovute a una malformazione dei vasi sanguigni e al sarcoma di Kaposi.

  • Sangue e vasi: l'emangioma pu√≤ essere di origine congenita o traumatica ed √® caratterizzato dalla proliferazione dei vasi sanguigni. La pigmentazione orale appare bluastra o una macula blu rossastra piatta (macchie di vino porto). Il vaso sanguigno dilatato della lingua, noto come varici linguali, causa anche la formazione di lesioni pigmentate per via orale. La telangiectasia emorragica ereditaria √® una malattia ereditaria genetica che causa pigmentazione viola e bluastra della mucosa orale. Gli ematomi (raccolta di sangue) all'interno della mucosa orale possono anche portare a elevate colorazioni bluastre.
  • Il sarcoma di Kaposi porta alla formazione di lesioni pigmentate sul palato duro. La lesione inizia come una macula rossa piatta e alla fine pu√≤ coinvolgere l'intero palato. Il sarcoma di Kaposi √® un tipo raro di cancro ma negli ultimi anni √® diventato pi√Ļ comune a causa della prevalenza dell'infezione da HIV. Il sarcoma di Kaposi √® considerato una malattia che definisce l'AIDS.

Scolorimento da marrone a nero

  • La macula melanotica orale nota anche come ephelis rappresenta una sintesi focalmente aumentata di melanina, il pigmento naturale della pelle e degli occhi. Comunemente visto sul bordo vermiglio delle labbra, la lesione √® di solito meno di 1 cm di diametro. Il colore √® marrone al nero e di forma ovale.
  • Melanoplakia √® un termine applicato a una colorazione brunastra piatta, localizzata o diffusa della mucosa orale a causa dell'aumentata quantit√† di melanina. Pu√≤ essere correlato al fumo di tabacco (melanosi del fumatore) o a malattie come la sindrome di Peutz-Jeghers
  • Il nevo √® un tumore congenito come malformazione della pelle o delle mucose causata dalla proliferazione dei melanociti (cellule che producono melanina).Pu√≤ essere di colore grigio, marrone chiaro, blu o nero. Generalmente appare come una lesione piatta e piccola con bordi regolari ed √® di forma rotonda o ovale.
  • Il melanoma della mucosa orale pu√≤ verificarsi sul labbro, sulla regione anteriore della gomma e sull'aspetto anteriore del palato. Appare come una lesione simile a una placca marrone o nera con un contorno irregolare. La lesione progredisce rapidamente e pu√≤ mostrare zone di depigmentazione.
  • La malattia di Addison (insufficienza surrenalica cronica) causa una pigmentazione anormale della pelle e delle mucose. Nella cavit√† orale, i siti pi√Ļ comunemente coinvolti sono il rivestimento interno delle guance seguito da gengive, lingua e labbra. Il colore della mucosa orale varia da pigmenti di colore bluastro-nero a marrone chiaro o color cioccolato profondo diffusi dalla mucosa della guancia all'angolo della bocca.
  • La sindrome di Peutz-Jeghers (sindrome della poliposi intestinale ereditaria) √® una malattia che consiste nella formazione di polipi intestinali generalizzati e nella pigmentazione periorale. Le lesioni appaiono come macule piatte, da marrone a nere presenti attorno alla cavit√† orale e agli occhi. All'interno della bocca possono essere pigmentati la mucosa delle guance, le gengive, la lingua e il palato. Le lesioni tendono ad essere presenti alla nascita come piccole macchioline marroni.
  • La neurofibromatosi (malattia di von Recklinghausen) e la sindrome di Albright portano a zone di pigmentazione della melanina sulla mucosa orale e sulle labbra. La pigmentazione √® indicata come spot caf√©-au-lait.
  • La melanosi associata all'HIV √® vista pi√Ļ frequentemente a livello della mucosa delle guance, seguita dalla gengiva (gomma), dal palato e dalla lingua. √ą rappresentato dalla pigmentazione diffusa, multifocale, di colore marrone maculare.
  • L'iperattivit√† della ghiandola pituitaria e la gravidanza possono portare a una pigmentazione anormale delle labbra e della mucosa orale.
  • L'emocromatosi (diabete di bronzo), la carotenemia e l'ittero possono portare a vari tipi di pigmentazione del cavo orale.

Riferimenti :

//emedicine.medscape/article/1078143-overview

//www.merckmanuals/home/mouth_and_dental_disorders/mouth_growths/cancerous_mouth_growths.html


Link A Importanti Pubblicazioni
">
">