Perdita di peso medica


Qual è la perdita di peso medica?

Perdita di peso medica è definito come un programma di gestione del peso che viene sviluppato e monitorato da un medico, un medico di famiglia o un medico specialista. Nella perdita di peso medica, il programma terapeutico viene affrontato come un medico per qualsiasi malattia e la gestione si basa su fattori individuali. L'obesità è classificata come una malattia ed è una delle principali cause di malattie cardiache nelle nazioni sviluppate. L'obesità è curabile e in molti casi non richiede cure mediche per tutta la vita.

Perdita di peso, guadagno e principi di gestione

La misura di base dell'energia è dall'unità nota come caloria. L'attività fisica utilizza energia (output) che può essere misurata in calorie. Il cibo fornisce all'organismo il combustibile per l'energia (input) che può anche essere misurato in calorie. Quindi le calorie nel cibo sono il potenziale energetico del cibo. La caloria è un'unità di misura molto piccola e il cibo e l'esercizio fisico sono solitamente misurati in kilocalorie (kcal). Tuttavia, nel corso degli anni, questo è stato definito calorico così attualmente, qualsiasi riferimento alle calorie nel cibo o all'esercizio fisico si riferisce effettivamente alle chilocalorie. Nel sistema metrico, l'energia è misurata in kiloJoules (kJ).

Ci sono tre principi base su cui si basa la gestione del peso.

  1. Caloria ingresso (cibo) è maggiore di calorie produzione (esercizio) allora una persona lo farà guadagno peso.
  2. Caloria ingresso (cibo) è inferiore alla caloria produzione (esercizio) allora una persona lo farà perdere peso.
  3. Caloria ingresso (cibo) è uguale a calorie produzione (esercizio) allora una persona lo farà mantenere un peso corporeo costante.

Tuttavia, vi è un fattore aggiuntivo che deve essere preso in considerazione in una persona sana e che è il metabolismo basale del corpo (metabolismo). Una persona con un alto metabolismo può consumare più calorie di quelle che usa per l'attività fisica senza aumentare di peso.

Tenendo conto di ciò, i medici possono assistere i pazienti nella costruzione e nell'attuazione di un piano di dimagrimento medico.

Malattie che causano aumento di peso

Un certo numero di disturbi medici può contribuire all'aumento di peso e questo gioca un fattore chiave in qualsiasi programma di gestione del peso. Un medico dovrà prescrivere o modificare i farmaci necessari per trattare qualsiasi malattia sottostante o il piano di gestione del peso fallirà. Alcune delle condizioni comuni che possono contribuire all'aumento di peso includono:

  • Ipotiroidismo (fare riferimento alla malattia tiroidea di Hashimoto)
  • sindrome di Cushing
  • Depressione
  • Deficit dell'ormone della crescita
  • Problemi alimentari
  • Disturbi ormonali
  • Insulino-resistenza

Ci sono altre condizioni che possono contribuire all'aumento di peso, alcune delle quali sono genetiche, ma queste sono rare. Molte persone che soffrono di obesità spesso dichiarano di avere una malattia genetica poiché i loro genitori o fratelli soffrono anche dell'obesità. Tuttavia, nella maggior parte dei casi, l'obesità è dovuta a fattori ambientali e comportamenti appresi inappropriati in relazione alla corretta alimentazione e all'esercizio fisico. In questi casi è necessaria la psicoterapia e la consapevolezza della dieta.

Procedura di perdita di peso medica

Un programma di dimagrimento medico viene preso in considerazione solo dopo che il medico supervisore ha completato una storia personale e familiare approfondita del paziente. Qui tutti i fattori che possono contribuire all'aumento di peso sono presi in considerazione. Altre malattie, anche se non correlate all'aumento di peso, sono identificate. Lo scopo di questo esame approfondito del caso e l'esame obiettivo è identificare tutti i disturbi medici preesistenti, escludere eventuali malattie sospette e darti un buono stato di salute prima di iniziare il tuo programma di gestione del peso.

L'indagine diagnostica può essere necessaria per diagnosticare o escludere una qualsiasi delle malattie identificate nel caso in esame e l'esame obiettivo. Anche se non ci sono altri disturbi medici, un medico può richiedere una valutazione cardiovascolare per verificare che non si è a rischio di un attacco di cuore se si inizia la componente dell'esercizio del proprio programma di controllo del peso. Indagini diagnostiche come esami del sangue possono anche essere necessari per verificare la tolleranza al glucosio nel sangue, i livelli di colesterolo e qualsiasi carenza di vitamine o minerali.

Perdita di peso medica

La valutazione per la componente di gestione del peso della tua consultazione può includere quanto segue:

  • Il tuo corpo peso, altezza e indice di massa corporea (BMI).
  • Il tuo corpo circonferenza misure (in pollici o centimetri) di diverse parti del corpo.
  • Misura del corpo Grasso nelle aree principali come il tuo addome con l'uso di pinze per il grasso corporeo.
  • Il tuo regolare abitudini alimentari e attività fisica che può essere registrato su un giornale per un massimo di 2 settimane prima dell'inizio del programma.

Il grasso corporeo e la circonferenza sono due importanti misurazioni che devono essere prese in considerazione a parte il peso corporeo. A volte in un programma di perdita di peso, il peso corporeo può rimanere costante (plateau) anche se il grasso corporeo o le misurazioni si ridurranno. Ciò consente il corretto benchmarking e l'impostazione di obiettivi appropriati nel programma di gestione del peso.

Programma di gestione del peso

Un programma di dimagrimento medico dovrebbe essere sviluppato da un medico dopo aver esaminato la tua storia clinica, la storia familiare, i fattori di rischio per i disturbi potenzialmente letali e lo stato di salute generale. Un piano di gestione del peso può essere suddiviso in cinque componenti, ognuno dei quali può avere un impatto sugli obiettivi di perdita di peso del paziente.

  1. Piano alimentare
  2. Programma di esercizi
  3. Psicoterapia
  4. Chirurgia per la perdita di peso
  5. Farmaci per la perdita di peso

Piano alimentare per perdita di peso medica

Questo è l'aspetto più importante di qualsiasi programma di gestione del peso in quanto la prevalenza dell'obesità in questo giorno ed età ruota intorno al consumo eccessivo di cibi ipercalorici.Un medico può adottare uno o più approcci per lo sviluppo di un piano alimentare individuale in collaborazione con un dietologo.

Alimenti a basso contenuto calorico

Alcuni alimenti hanno un contenuto calorico inferiore all'oncia da un litro rispetto ad altri alimenti. Una dieta a basso contenuto calorico ridurrà l'apporto calorico giornaliero senza ridurre la quantità di cibo. Questo previene la fame, che può spingere la persona ad abbuffarsi con cibi ipercalorici come mezzo per alleviare le voglie.

Alimenti a basso indice glicemico

L'indice glicemico (GI) è la misura della velocità con cui gli alimenti vengono scomposti, assorbiti e aumenta il livello di zucchero nel sangue. Se la glicemia aumenta, il corpo secerne l'insulina ormonale nel sangue per controllare i livelli di glucosio. L'insulina forza le cellule ad assorbire più glucosio, converte parte del glucosio nel sangue in glicogeno che viene immagazzinato nelle cellule epatiche e muscolari e il glucosio rimanente viene immagazzinato nelle cellule adipose. Pertanto il mantenimento di una glicemia sana e costante preverrà i picchi di zucchero nel sangue.

Alimenti ad alto indice glicemico, principalmente raffinati, trasformati e cibi pronti, fanno sì che questi improvvisi "sbalzi di zucchero" nel sangue. Il corpo deve secernere insulina e conservare il glucosio in eccesso sotto forma di grasso. Gli alimenti a basso indice glicemico rilasciano lentamente il loro "contenuto zuccherino" nel flusso sanguigno, mantenendo una fornitura di glucosio costante che le cellule possono utilizzare a un ritmo moderato. Ciò impedisce la necessità di conservare il glucosio in eccesso come grasso per un uso successivo. Questo processo può essere disordinato in una persona con diabete, ridotta tolleranza al glucosio e insulino-resistenza.

Aumento dell'apporto proteico

Negli ultimi anni c'è stata molta pubblicità sulle diete proteiche, a basso contenuto di grassi e senza carboidrati e questi piani alimentari possono essere pericolosi. Il corpo ha bisogno di tutti e tre i tipi di cibo, carboidrati, proteine ​​e grassi, per il corretto funzionamento. Le proteine ​​hanno un beneficio distinto rispetto agli altri tipi di alimenti. Le proteine ​​dell'oncia oncia hanno un contenuto calorico inferiore rispetto ai grassi o ai carboidrati. Le proteine ​​attivano anche il centro di sazietà nel cervello, che svolge un ruolo nel 'dire' al corpo quando siamo affamati o meno. Dal momento che le proteine ​​hanno questo effetto unico sul centro di sazietà, anche in quantità ridotte, si creano morsi della fame.

La proteina è un componente importante per la struttura del corpo, in particolare le cellule muscolari. Le cellule muscolari sono uniche in quanto hanno il più alto tasso metabolico da qualsiasi altra cellula, anche a riposo. Se c'è una carenza di proteine, il corpo produce proteine ​​dalle cellule muscolari e questo fa si che i muscoli si restringano e alla fine consumano meno energia, anche a riposo. I requisiti proteici per ogni persona differiscono e il medico effettuerà una stima del consumo giornaliero di proteine ​​in base al peso, all'età, all'attività fisica e alle esigenze attuali.

Assunzione di grassi bassi

Il grasso fornisce tre volte le calorie, l'oncia per l'oncia, rispetto ai carboidrati. Mentre il grasso è una parte necessaria di qualsiasi dieta, in quanto svolge un ruolo importante nei rivestimenti nervosi, un apporto eccessivo di grassi contribuirà all'aumento di peso. Il grasso contribuisce anche al blocco delle arterie ed è uno dei principali fattori che contribuiscono alla malattia coronarica. Sotto la supervisione del proprio medico e di un dietologo, la quantità appropriata di assunzione di grassi può essere valutata e incorporata nel piano alimentare.

Abitudini alimentari

Mangiare piccoli pasti regolarmente, fino a 5 o 6 volte al giorno, è più vantaggioso di mangiare un minor numero di pasti. Questo aiuta i tuoi obiettivi di perdita di peso da:

  • mantenere costanti livelli di glucosio nel sangue.
  • 'reimpostare' il tasso metabolico.
  • prevenire la risposta ormonale da fame.

La risposta ormonale da "fame" si verifica in persone che sono private del cibo o scelgono di mangiare solo 1 o 2 pasti abbondanti durante il giorno. Il corpo ha bisogno di un apporto costante di energia e, se privato del cibo per lunghi periodi, innescherà un percorso ormonale che immagazzina il cibo e utilizza solo il minimo indispensabile per sostenere il corpo. Questo meccanismo di sopravvivenza provoca un aumento del peso corporeo (eccesso di calorie immagazzinate) e affaticamento (meno calorie utilizzate). Mangiare piccoli pasti regolarmente aumenterà di solito il metabolismo. Tuttavia, questo tasso metabolico si manterrà a meno che non venga mantenuto un piano alimentare adeguato per un periodo compreso tra 18 e 24 mesi, momento in cui il corpo continuerà nel nuovo "set point".

Intolleranze alimentari e allergie

Un medico può essere d'aiuto nell'individuare i segni e i sintomi di un'intolleranza o un'allergia alimentare e condurre i test diagnostici appropriati per fare una diagnosi conclusiva. Questo aiuterà notevolmente un dietologo a sviluppare il tuo piano alimentare di conseguenza.

Programma di esercizi per la perdita di peso

L'attività fisica è importante per garantire un approccio equilibrato alla gestione del peso. Spendendo più calorie attraverso l'esercizio, l'eventuale apporto calorico in eccesso può essere compensato dall'attività fisica. L'esercizio aiuta anche ad aumentare i livelli di endorfina, l'ormone del "benessere" e la serotonina, che svolge un ruolo importante nel migliorare gli stati d'animo. Queste sono considerazioni importanti per consentire al paziente di sentirsi meglio con se stesso e aiuta a prevenire abbuffate o conforto.

Tuttavia in persone obese o in sovrappeso e considerate ad alto rischio per un infarto, un intenso programma di esercizi può essere pericoloso. Idealmente, un programma di esercizi dovrebbe comprendere almeno 20 minuti di esercizio cardiovascolare tre volte a settimana. Esercitare meno di questo o di rado può affaticare il cuore più che essere inattivo. Dopo una valutazione cardiovascolare e in combinazione con le capacità e le esigenze del tuo corpo, il medico ti assisterà nella scelta delle routine di esercizi più adatte per il tuo programma di controllo del peso. A volte, un biokineticist o un istruttore di fitness certificato può essere consultato per garantire che il tuo regime di allenamento soddisfi i tuoi obiettivi di perdita di peso.

Psicoterapia

I disturbi alimentari e le abitudini alimentari inappropriate sono spesso un comportamento appreso fin dall'infanzia.A volte può essere dovuto all'ignoranza, mentre altre volte può essere una forma di assistenza emotiva nel trattare situazioni stressanti ("mangiare bene"). La psicoterapia ti assiste nell'affrontare qualsiasi problema emotivo, nel trattamento della depressione e nell'aiutarti a stabilire e raggiungere obiettivi mentali ed emotivi in ​​coincidenza con i tuoi parametri di perdita di peso corporeo.

Chirurgia per la perdita di peso

L'intervento chirurgico per la perdita di peso non è considerato una prima opzione per qualsiasi paziente, a meno che non siano fallite altre misure. La chirurgia per la perdita di peso è nota come chirurgia bariatrica e la procedura più comune è la pinzatura gastrica. Questa è una forma di chirurgia bariatrica restrittiva che serve a ridurre le dimensioni dello stomaco e limitare l'assunzione di cibo. In precedenza altre forme di chirurgia bariatrica comportavano interventi di chirurgia malassorbente in cui le parti cruciali del tratto gastrointestinale venivano aggirate per impedire al corpo di assorbire il cibo. Il metodo più comune praticato è stato l'intervento di bypass digiuno-ileale (JIB), che è stato ora vietato nella maggior parte dei paesi a causa del pericolo associato a malnutrizione, carenza di vitamine e minerali e alcune complicazioni mediche.

Farmaci per la perdita di peso

Droghe per la perdita di peso adeguate differiscono in modo significativo dalle pillole per la dieta da banco (OTC). I farmaci per la perdita di peso sopprimono l'appetito (soppressori dell'appetito) o alterano l'assorbimento del grasso dall'intestino (inibitori dell'assorbimento del grasso). Si tratta di farmaci programmati che richiedono una prescrizione medica e dovrebbero essere utilizzati solo come parte di un programma di dimagrimento medico.

Ci sono stati molti casi in cui altri farmaci sono stati utilizzati per scopi di perdita di peso. Questo include l'uso di ormoni tiroidei sintetici per aumentare il metabolismo, i diuretici per aumentare la perdita di acqua e le pillole per la dieta dell'efedrina che stimolano la termogenesi (produzione di calore) nel corpo bruciando più calorie. Le pillole dimagranti con efedrina sono ora vietate in molti paesi, ma occasionalmente sul mercato compaiono integratori a base di erbe e alimenti contenenti efedrina. Questi farmaci sono estremamente pericolosi e possono portare a una serie di complicazioni, alcune delle quali sono pericolose per la vita. Gli ormoni sintetici della tiroide e i diuretici sono farmaci programmati e non dovrebbero essere usati da nessuna persona per la perdita di peso a meno che un medico non glielo abbia prescritto per trattare una tiroide o una ritenzione idrica.


Link A Importanti Pubblicazioni
">
">