Pandemia di obesità umana: fabbisogno calorico dell'intera popolazione


La pandemia dell'obesità umana si sta diffondendo in tutto il mondo con una frequenza allarmante - causando malattie nella sua scia (sindrome metabolica, malattie cardiovascolari, diabete, ecc.) E falciatura di centinaia di migliaia su base giornaliera.

Inoltre, l'obesità ha implicazioni sui costi dell'assistenza sanitaria abbastanza gravi da ostacolare la crescita economica mondiale1;2.

In un articolo pubblicato proprio questa settimana, "Il peso delle nazioni: una stima della biomassa umana adulta", gli autori, Sarah Catherine Walpole et. al. sono usciti con cifre interessanti sul grasso umano!

I risultati del loro studio affermano che a causa dell'aumento dell'obesità in tutto il mondo, vi è la necessità di produrre cibo equivalente a nutrire mezzo miliardo di persone in più rispetto alla popolazione attuale3.

La connessione della popolazione umana-approvvigionamento di cibo

Pandemia di obesità umana: fabbisogno calorico dell'intera popolazione

Nel 1826, Malthus TR aveva pubblicato un saggio in cui affermava come la popolazione umana avrebbe superato la produzione di cibo4. Durante il primo trimestre del 20 ° secolo, i progressi tecnologici, in particolare nel settore agricolo, aumentarono la produzione di cibo; i dubbi erano quindi espressi sulla teoria del cibo che si stava esaurendo.

Tuttavia, l'attuale scenario di aumento della popolazione, allarmanti tassi di prevalenza di sovrappeso e obesità e cambiamenti climatici globali ha acceso un nuovo interesse per la previsione di Malthus.

Copia del "Modello di specie animale" del fabbisogno alimentare

Tradizionalmente, le esigenze alimentari della popolazione umana sono sempre state calcolate prendendo in considerazione il numero di esseri umani. Tuttavia, con l'aumento del numero di esseri umani in sovrappeso o obesi, è stato necessario rivalutare il fabbisogno alimentare in base alla biomassa o al peso totale effettivo della popolazione.

Negli studi ecologici, il fabbisogno energetico di una specie viene calcolato utilizzando il numero di membri della specie e (moltiplicato per) il peso medio di un singolo membro. L'estrapolazione di questo modello agli umani ha rivelato il fatto sconcertante che attualmente siamo equiparati a mezzo miliardo di persone in più rispetto al numero di esseri umani che effettivamente vivono.

Requisito energetico degli umani

Secondo le stime attuali (2011), oltre mezzo miliardo di adulti sono sovrappeso5. Inoltre, la massa corporea di intere popolazioni sembra aumentare in tutte le nazioni5.

In media, un essere umano spende il 25-50% delle calorie sull'attività fisica, mentre il 50-75% viene utilizzato per i processi metabolici nel corpo3. È risaputo che una massa più pesante richiede più energia per essere spostata. L'aumento della massa corporea aumenta anche contemporaneamente la massa magra metabolicamente attiva6. Quindi, a causa della necessità di spostare una biomassa più pesante e più calorie richieste dall'aumento della massa muscolare, le persone in sovrappeso e obese spenderebbero più calorie rispetto alle loro controparti più magre7. Pertanto, le persone in sovrappeso e obese richiedono più calorie per le attività fisiche e ciò si traduce in maggiori esigenze alimentari per la popolazione.

Inutile dire che questo aumento della massa corporea contribuirà probabilmente ad aumentare il prezzo del cibo. È probabile che questo renderà il cibo più difficile da trovare nei paesi più poveri. D'altro canto, la pronta disponibilità di cibo e potere d'acquisto nei paesi ricchi aggraverà ulteriormente il problema del sovrappeso e dell'obesità.

Discussione

Il problema dell'aumento della biomassa umana globale deve essere preso in considerazione nel calcolo della sostenibilità ecologica. Si stima che, sebbene il più grande aumento della popolazione umana sia previsto nella regione asiatica, gli Stati Uniti porteranno la maggior parte delle biomasse in termini di numero puro. Nonostante il gonfiore della popolazione statunitense a 403 milioni nel 20505, gran parte dell'aumento della domanda alimentare sarà dovuta all'aumento delle biomasse piuttosto che all'aumento del numero di persone.

Tutto sommato, si può tranquillamente affermare che se tutti i paesi dovessero essere "obesi quanto la popolazione degli Stati Uniti", la biomassa corrisponderebbe a un miliardo di persone in più. Sebbene ciò non sia strettamente vero in termini di fabbisogno energetico, avremmo ancora bisogno di cibo equivalente ai fabbisogni calorici di un ulteriore 473 milioni di adulti3.

citazioni

(1) Freedman DH. Come risolvere la crisi dell'obesità. Sci Am 2011; 304 (2): 40-47.

(2) Kypreos KE. Meccanismi di obesità e patologie correlate. FEBS J 2009; 276 (20): 5719.

(3) Walpole S, Prieto-Merino D, Edwards P, Cleland J, Stevens G, Roberts I. Il peso delle nazioni: una stima della biomassa umana adulta. BMC Public Health 2012; 12 (1): 439.

(4) Malthus TR. Un saggio sul principio della popolazione: o, Una visione dei suoi effetti passati e presenti sulla felicità umana. Londra, Reeves e Turner; 1888.

(5) Finucane MM, Stevens GA, Cowan MJ, Danaei G, Lin JK, Paciorek CJ et al. Tendenze nazionali, regionali e globali dell'indice di massa corporea dal 1980: analisi sistematica di indagini sull'esame sanitario e studi epidemiologici con 960 paesi e 9,1 milioni di partecipanti. Lancet 2011; 377 (9765): 557-567.

(6) Schofield WN. Previsione del metabolismo basale, nuovi standard e revisione del lavoro precedente. Hum Nutr Clin Nutr 1985; 39 Suppl 1: 5-41.

(7) Prentice AM, Black AE, Coward WA, Cole TJ. Spesa energetica negli adulti sovrappeso e obesi nelle società ricche: un'analisi di 319 misurazioni dell'acqua doppiamente etichettate. Eur J Clin Nutr 1996; 50 (2): 93-97.


Link A Importanti Pubblicazioni
">
">