Osteoartrite (artrite dell'osso osseo) collo, schiena, anca, ginocchio


Cos'è l'artrosi?

L'osteoartrite è un tipo di malattia degenerativa delle articolazioni in cui la cartilagine articolare viene erosa. È il tipo più comune di artrite e si osserva principalmente negli anziani. Osteoartrite o OA è comunemente noto come artrite osso-osso ma questo termine può essere applicato ad altri tipi di malattia articolare in cui la cartilagine articolare è danneggiata, come l'artrite post-traumatica. Sebbene l'osteoartrite si manifesti principalmente negli anziani, può iniziare fin dall'infanzia poiché è a lungo termine l'usura della cartilagine. Tuttavia, di solito è negli anni senior in cui la capacità del corpo di riparare questa usura quotidiana è compromessa che porta alla rottura della cartilagine.

Osso sull'artrite dell'osso Significato

Le articolazioni sono dove due ossa si incontrano in un modo che consente il movimento (articolazione). Esistono diversi tipi di giunti. Le articolazioni principali con la massima flessibilità sono articolazioni sinoviali. Qui le estremità delle ossa che comprendono l'articolazione sono coperte da cartilagine articolare. È questa cartilagine che riduce l'attrito tra le due superfici e assorbe lo shock proteggendo così l'osso sottostante. L'articolazione è rivestita di sinovia e circondata da una capsula. All'interno dello spazio articolare è fluido sinoviale che lubrifica le superfici articolate e aiuta ad assorbire lo shock.

Osteoartrite (artrite dell'osso osseo) collo, schiena, anca, ginocchio

L'osso sotto la cartilagine noto come osso subcondrale è liscio e fornisce supporto alla cartilagine articolare. Tuttavia, quando la cartilagine è consumata, l'osso subcondrale è esposto nell'articolazione. Non è una superficie adatta a contrastare il movimento osseo in una articolazione e viene rapidamente danneggiata senza la cartilagine articolare. Essenzialmente il movimento dell'osso sull'osso rompe la superficie subcondrale e danneggia permanentemente l'osso.

Tuttavia, il termine osso sull'artrite ossea può essere fuorviante. Sebbene l'artrosi possa essere letteralmente tradotta in artrite ossea, il termine artrite deduce che l'articolazione è infiammata. C'è poca o nessuna infiammazione nella maggior parte dei casi di artrosi. Invece è la degenerazione che si verifica. In secondo luogo, la degenerazione ossea è una conseguenza tardiva dell'osteoartrosi. Nelle fasi iniziali, è principalmente una condizione di erosione della cartilagine e l'osso è largamente risparmiato.

Fisiopatologia dell'osteoartrite

Danno cartilagineo congiunto

La cartilagine articolare è realizzata e mantenuta da un tipo di cellula noto come condrocita. Queste cellule sono originariamente conosciute come condroblasti e depongono la matrice al di fuori della cellula che costituisce la maggior parte della cartilagine. Questa matrice extracellulare è costituita da acqua, proteoglicani, elastina e collagene. Rende la cartilagine forte ma flessibile. Quei condroblasti che sono intrappolati all'interno della matrice sono quindi noti come condrociti e sono responsabili del mantenimento della cartilagine.

Normalmente, la cartilagine articolare non si consuma con l'uso quotidiano. La struttura articolare è tale che l'attrito tra le superfici articolari è minimo e la cartilagine può sopportare sforzi significativi. È costantemente sostituito e mantenuto. Tuttavia, la cartilagine può essere interessata se esiste:

  • trauma grave all'articolazione
  • infiammazione delle strutture articolari anche se non coinvolge direttamente la cartilagine
  • interruzione della riparazione e della manutenzione della cartilagine

È anche che una componente genetica è responsabile dell'osteoartrosi generalizzata. Tuttavia, quasi ogni persona dopo i 75 anni ha un certo grado di osteoartrite, sintomatica o meno.

Il danno tissutale sembra essere il fattore scatenante dell'osteoartrosi. I mediatori dell'infiammazione che si accumulano nell'articolazione fanno inizialmente diventare più attivi i condrociti nel tentativo di riparare la cartilagine. Tuttavia, questo inavvertitamente favorisce l'erosione della cartilagine a lungo termine, poiché vengono secreti anche gli enzimi responsabili della rottura della cartilagine. I condrociti subiscono la morte cellulare (apoptosi) gradualmente esaurendo la capacità della rigenerazione della cartilagine.

Danni alle ossa e alla sinovia

Questo lascia l'osso subcondrale sottostante esposto nell'articolazione e senza la protezione della cartilagine, l'osso inizia a erodersi. Questa è una spiegazione piuttosto semplicistica, ma ci sono prove che suggeriscono che il danno all'osso inizia anche prima che la cartilagine articolare sia completamente erosa. Lo stesso può valere per il rivestimento articolare - sinovia - che secerne il liquido sinoviale.

Grave danno all'osso e alla sinovia si verifica una volta erosa la cartilagine articolare. L'osso subcondrale si indurisce nel tentativo di riparare il danno ad esso. Si sviluppano anche escrescenze ossee note come osteofiti per stabilizzare l'articolazione. La sinovia ispessisce e secerne quantità maggiori di normali quantità di liquido sinoviale. I tendini e i legamenti attorno all'articolazione diventano tese e portano a tendiniti e contratture. I muscoli intorno all'articolazione entrano in uno spasmo e si affaticano.

Cause di osteoartrite

L'artrosi si manifesta con la rottura della cartilagine articolare. La causa esatta non è sempre nota, ma ci sono alcuni fattori di rischio che aumentano la possibilità di sviluppare l'osteoartrite. Ciò comprende :

  • Età avanzata - il reintegro e il mantenimento di una cartilagine sana diminuiscono con l'età, aumentando così la possibilità di distruzione della cartilagine.
  • Obesità - l'aumento del peso corporeo pone in particolare una maggiore sollecitazione sulle articolazioni portanti.
  • ferita - Trauma acuto o danno ripetitivo (professionale) all'articolazione funge da innesco per il processo degenerativo.
  • Genere - le donne sono più a rischio di sviluppare l'artrosi, specialmente durante la menopausa, anche se le ragioni esatte non sono chiare.
  • Stile di vita sedentario - l'inattività influisce sulla nutrizione della cartilagine e, in definitiva, sulla sua forza.
  • Genetica - I geni specifici possono aumentare la probabilità di osteoartrite in più articolazioni in tutto il corpo.

Altri fattori che possono anche aumentare il rischio di osteoartrite includono deformità congenite delle articolazioni, ipotiroidismo, diabete mellito, gotta e malattia ossea di Paget.

I sintomi dell'osteoartrite

I sintomi si sviluppano gradualmente nel corso degli anni poiché l'osteoartrite è un disordine articolare lento avanzante. A parte i sintomi iniziali che seguono una lesione articolare in esordio traumatico, una persona può essere asintomatica per anni e persino decenni. I sintomi principali includono:

  • Rigidità articolare peggio di mattina o dopo lunghi periodi di inattività.
  • Dolori articolari (artralgia) peggio con il movimento e in seguito.
  • Tenerezza comune che è dolore quando si applica la pressione sulle articolazioni.
  • Rumori comuni come un suono stridente.
  • Noduli articolari quali sono escrescenze ossee (osteofiti).

I più affetti

Le articolazioni più colpite nell'osteoartrite comprendono:

  • Articolazioni delle dita - articolazioni interfalangee prossimali e distali e articolazione carpometacarpica del pollice
  • Articolazioni posteriori - dischi intervertebrali (IV) e articolazioni zigapofisarie, in particolare sulle vertebre cervicali e lombari
  • Articolazione dell'anca
  • Articolazione del ginocchio
  • Articolazioni delle dita - prima articolazione metatarso-falangea (alluce)

Osteoartrosi del collo

Sono interessati i dischi intervertebrali e le articolazioni zigapofisarie delle vertebre cervicali. I sintomi includono:

  • Rigidità del collo
  • Dolore al collo
  • Sintomi del nervo del collo pizzicato

Osteoartrite della mano

Osteoartrite (artrite dell'osso osseo) collo, schiena, anca, ginocchio


Immagine dei nodi di Heberden
(Wikimedia Commons)

I sintomi dell'osteoartrite dell'articolazione del dito comprendono:

  • Rigidità delle dita
  • Dolore alle dita e tenerezza
  • Giunture di Heberden - articolazioni interfalangee distali
  • Articolazioni di Bouchard - articolazioni interfalangee prossimali

Osteoartrite lombare

Sono interessati i dischi intervertebrali e le articolazioni zigapofisarie delle vertebre lombari. I sintomi includono:

  • Lombalgia
  • Dolore alla gamba
  • Sintomi del nervo lombare pizzicato

Osteoartrite dell'anca

  • Dolore articolare dell'anca
  • Dolore riferito al ginocchio
  • Perdita della gamma di movimento dell'articolazione dell'anca
  • Suono grottante sull'articolazione dell'anca con determinati movimenti
  • zoppo

Osteoartrite al ginocchio

  • Dolore alle articolazioni del ginocchio
  • Dolore da tendinite (tendini muscolari) e contratture (legamenti)
  • zoppo

Riferimenti

1. Artrosi. Manuali di Merck

2. Osteoartrosi. Emedicine Medscape


Link A Importanti Pubblicazioni
">
">