Non giudicare


'Giudicare' è qualcosa che è stato pane in noi. Ci siamo evoluti per valutare le cose al fine di decidere quanto sono sicure, se dovremmo o meno avvicinarci a loro e chi è una persona di fiducia o di successo con cui dovremmo uscire. Allo stesso tempo ci viene insegnato durante tutta la vita scolastica a valutare criticamente articoli, teorie sugli eventi storici, studi e altro ancora. Non sorprende che sia una seconda natura per noi valutare e giudicare tutto ciò che incontriamo.

Tuttavia, quando giudichiamo i nostri amici o familiari, questo tipo di valutazione non è più necessario. Allo stesso tempo, spesso non è molto bello, e la maggior parte delle volte siamo molto prevenuti nel giudicare le azioni degli altri, quindi non è nemmeno qualcosa che possiamo fare correttamente. Ogni volta che qualcuno fa qualcosa che sembra un po 'insolito o forse semplicemente non è quello che faremmo, molti di noi non amano niente di meglio che giudicarli. Il problema è che non puoi davvero giudicare qualcun altro senza conoscere l'intera storia e tutte le loro ragioni, e in questo è qualcosa che non sai mai.

Ad esempio, dire che qualcuno continua a prendere giorni di malattia dal lavoro. Non ci vorrà molto prima che i loro colleghi inizino a giudicare e pensano che quella persona debba prendersi delle libertà - che sono pigri, o che sono solo di una debole disposizione e che non possono gestire il loro lavoro. Tuttavia giudicare in questo modo è incredibilmente distruttivo e anche infondato. Non hai idea del motivo per cui continuano a prendersi un giorno di ferie - forse lavorano anche un lavoro notturno perché non possono permettersi l'affitto, forse si prendono cura di un parente malato, o forse sono molto malati. Certo potrebbero essere ipocondriaci, ma se lo sono allora devono essere per una ragione - forse dovresti pensare al motivo per cui potrebbe essere? Alla fine della giornata, qualunque sia la ragione per cui si impiegano molte ore di lavoro, sicuramente ne devono avere uno ed è ovviamente qualcosa che conta per loro. Anche se ne conosci la ragione, e pensi che non sia sufficiente, forse ne sono più colpiti di quanto non lo saresti? Non è colpa loro e non è il tuo posto per dire quale dovrebbe essere una reazione ragionevole.

Allo stesso modo, forse conosci qualcuno che sembra ottenere un salvataggio dai loro genitori e non sembra mai lottare con i soldi come risultato. Di nuovo la tentazione è di pensare che questa sia una cosa veramente brutta e giudicarli per aver accettato i soldi. Comunque ancora non è possibile conoscere la storia completa. Forse sono stati derubati e hanno perso tutti i loro risparmi, o forse hanno diritto a quei soldi - forse è la loro eredità da un familiare morto. Chiedi loro e quasi certamente ti diranno che preferirebbero riavere il loro parente - e all'improvviso può sembrare un po 'duro da giudicare. Allo stesso tempo, anche se nessuno di questi è il caso, se i loro genitori hanno scelto di farlo, allora chi sei tu per giudicare? Cos'altro potrebbero fare quei genitori con quei soldi se non aiutare i loro figli ad avere quel tipo di vita che non potevano permettersi? E se tu fossi in quella posizione, lo rifiuteresti davvero?

E forse lo rifiuteresti - forse pensi che siano frivoli con quei soldi e dovresti salvarlo. Ma da dove viene questa convinzione? Nient'altro che la tua filosofia - il modo in cui sei stato educato. Se pensi questo, probabilmente, ti è stato insegnato che il denaro è duramente guadagnato e che non dovresti spenderlo con noncuranza. Questa è una buona lezione di vita, ma forse sono stati educati a credere che il denaro è un mezzo per un fine - che non puoi portarlo con te così tanto che potresti godertelo e spenderlo mentre lo hai. Accaparrare i soldi è un cattivo comportamento e tu saresti molto più felice nell'acquistare buone vacanze e cose. Anche questa è una buona lezione di vita, e in effetti nessuno dei due è più corretto dell'altro. È tutta una questione di prospettiva, come tutto, e la tua prospettiva non è più valida di quella di chiunque altro.

C'è anche l'altro tipo di giudizio, in cui giudichi qualcuno come triste o zoppo, o come un perdente, perché fanno qualcosa che tu non vorresti. Alcune persone si travestono da elfi e folletti e escono nel bosco per ricreare scene di battaglia fantasy. La tentazione è di chiamare queste persone perdenti perché non le capisci, e forse vedere il tuo hobby - andare allo sport - come superiore. La realtà è che stanno correndo con le spade di plastica e tu stai piangendo per gli uomini in pantaloncini che fanno qualcosa che non ha influenza sul mondo reale. Sono entrambi evasione e nessuno dei due è "superiore" all'altro. L'unica vera differenza è che a loro piace qualcosa che è leggermente più oscuro, ma questo non li rende solo più creativi e più sicuri di sé? Le probabilità sono che se stai giudicando loro, allora sei tu a essere meno sicuro di te. Se sono felici di fare quello che stanno facendo, allora qualunque cosa abbia successo, ed è probabile che non siano affatto infastiditi dal modo in cui li giudichi.

Alla fine della giornata, però, la cosa principale da tenere a mente è che giudicare le altre persone è solo distruttivo. Rende le persone che sono altrimenti perfettamente felici sentirsi male con se stesse e come hai ottenuto qualcosa se questo è il caso? Se giudichi le persone e quello che fanno, allora non ti diranno quello che fanno, e non si fidano di te per non fare la cagna alle loro spalle. Ciò si tradurrà in loro che si lamentano dietro la schiena, e tu verrai insicuro e vendicativo. Quindi, in conclusione, non giudicare le altre persone, ma solo imparare da loro e dalla loro diversa prospettiva sulla vita.


Link A Importanti Pubblicazioni
">
">