Motivi per i sintomi comuni di anemia da carenza di ferro


Spesso non prestiamo molta attenzione alla complessità del sangue umano, ma è molto più di un semplice fluido rosso che scorre attraverso i vasi sanguigni. All'interno del sangue c'è una miriade di cellule diverse, proteine ​​portatrici, sostanze nutritive, gas, scarti e tossine. Il sangue è il mezzo attraverso il quale tutte queste diverse sostanze viaggiano da una parte all'altra del corpo. Se qualsiasi componente del sangue è carente o difettoso, alcuni processi essenziali in tutto il corpo verranno interrotti. Uno di questi problemi è l'anemia.

Informazioni sull'anemia

  • L'anemia è una malattia del sangue comune. È un termine ampio che include diversi tipi di anomalie con i globuli rossi.
  • I globuli rossi (eritrociti) trasportano gas come l'ossigeno attraverso il flusso sanguigno.
  • L'anemia da deficienza di ferro è il tipo più comune di anemia. Si verifica quando non c'è abbastanza ferro nel corpo.
  • Il ferro è uno dei componenti più importanti dei globuli rossi. Senza ferro sufficiente, ci sono meno globuli rossi nel corpo e queste cellule del sangue possono anche essere più piccole del normale.
  • Anemia da carenza di ferro significa che il sangue trasporta meno ossigeno di quanto normalmente farebbe in modo che i tessuti del corpo ricevano meno ossigeno.

Ferro nel corpo umano

Globuli rossi

  • La quantità totale di ferro nel corpo è di circa 3,5 grammi (3 500 mg) negli uomini e circa 2,5 grammi (2 500 mg) nelle donne. In confronto, il ferro corporeo totale nei neonati sani è di circa 0,25 grammi (250 mg).
  • L'emoglobina rappresenta circa il 60% del ferro totale del corpo mentre la ferritina (nel sangue e nelle cellule) rappresenta un altro 20%.
  • L'emoglobina è la proteina che trasporta ossigeno nei globuli rossi. Dà al sangue il suo colore rosso. La ferritina è la proteina che immagazzina il ferro.
  • Gli uomini perdono circa 1 mg di ferro ogni giorno, mentre le donne perdono circa 2 mg al giorno. Tuttavia, il corpo è in grado di compensare questa perdita assorbendo il ferro dal cibo nell'intestino.
  • Le donne perdono tra 4 mg e 100 mg durante ogni periodo mestruale e nel corso della gravidanza, la femmina media perde fino a 500 mg di ferro.

Estrema stanchezza

L'ossigeno è un componente essenziale per il metabolismo tanto quanto i nutrienti come il glucosio. Senza ossigeno il corpo non può produrre la stessa quantità di energia. Naturalmente una persona si sentirà più stanca del normale. Inizialmente questa fatica si nota solo con l'attività. Una persona può stancarsi rapidamente anche con un'attività fisica moderata. Come l'anemia peggiora la stanchezza è costante per tutto il giorno e anche dopo aver risvegliato da un sonno ristoratore. Alla fine la debolezza diventa evidente. Progredisce fino all'estremo affaticamento in cui una persona non è in grado di completare le attività quotidiane e diventa apatica.

Mancanza di respiro

Poiché il sangue ha una minore capacità di trasportare ossigeno, a causa della minore quantità di emoglobina e di un numero insufficiente di globuli rossi nell'anemia da deficienza di ferro, i tessuti del corpo sono presenti in uno stato di basso ossigeno (ipossia). Inizialmente questo è più un problema quando c'è una maggiore richiesta di ossigeno. Anche con un'attività moderata una persona diventa a corto di fiato e inizia a respirare rapidamente. Mentre l'anemia peggiora, una persona può sentirsi a corto di fiato solo camminando su per pochi gradini, spostandosi per casa e alla fine anche a riposo. Una respirazione più rapida e profonda è un modo in cui il corpo tenta di compensare accelerando l'ossigenazione del sangue, ma col tempo non è sufficiente per alleviare la sensazione di respiro corto.

Frequenza cardiaca rapida

Il cuore riceve sangue deossigenato dal corpo, lo invia al polmone per ri-ossigenazione e quindi spinge fuori l'ossigeno ricco per tutto il corpo. In una persona con anemia da carenza di ferro, lo stato di ossigeno basso costringe il corpo a compensare. Il cuore batte più velocemente nel tentativo di riossigenare il sangue più rapidamente e fornire l'ossigeno alla circolazione generale. Questo meccanismo compensatorio del cuore, insieme alla respirazione rapida, può essere sufficiente per brevi periodi di tempo e in anemia da carenza di ferro lieve. Tuttavia, con grave anemia da carenza di ferro, anche questi meccanismi potrebbero non essere adeguati in particolare nei periodi di maggiore richiesta di ossigeno come con l'attività fisica.

Vertigini e vertigini

Il cervello è il tessuto più sensibile all'ossigeno nel corpo. Gli stati di ossigeno basso inizialmente si presentano con una sensazione di testa leggera che progredisce fino a vertigini e alla fine svenimento (sincope) quando la disponibilità di ossigeno scende a un livello gravemente basso. Una persona con anemia sideropenica vive in uno stato di ossigeno basso ma può essere minore e il corpo è in grado di compensare (battito cardiaco accelerato e respirazione) all'inizio. In questo caso, una persona può solo sentirsi leggermente stordita a volte o vertigini con l'attività fisica quando il corpo ha bisogno di più ossigeno. Come l'anemia peggiora, la sensazione di testa vuota è costante e può progredire a vertigini. Gli episodi di svenimento non sono rari nell'anemia grave.

Pelle pallida e occhi

L'emoglobina dà al sangue il suo colore rosso e il sangue che scorre attraverso la pelle e il bianco degli occhi è parzialmente responsabile della sua pigmentazione naturale. Quando i livelli di emoglobina sono inferiori al normale, il sangue ha un colore meno rosso. Questo è il motivo per cui le persone con anemia da carenza di ferro hanno un colore leggermente più chiaro della pelle e degli occhi. Inoltre, il sangue è meno viscoso (meno denso) con anemia da carenza di ferro e questo riduce la resistenza all'interno dei vasi sanguigni. Al fine di mantenere la pressione sanguigna, i vasi della pelle si restringono, contribuendo ulteriormente al pallore della pelle e rendendo la pelle fredda da toccare soprattutto delle mani e dei piedi.

Capelli e unghie fragili

Ci sono diversi cambiamenti che si verificano in diversi tessuti a causa dell'anemia sideropenica. Capelli e unghie fragili sono due risultati comuni tra le persone con anemia da carenza di ferro. La ragione esatta alla base di questi cambiamenti non è completamente compresa.Può essere una conseguenza diretta dei bassi livelli di ferro associati alla bassa ferritina o alla bassa capacità di trasportare ossigeno del sangue. Oppure può essere un effetto secondario dell'anemia da carenza di ferro possibilmente legata a un meccanismo ormonale. Oltre ad essere fragili, anche i capelli e le unghie mostrano altre possibilità. I capelli possono anche diventare secchi e manca di una lucentezza naturale con aumento della perdita di capelli in alcuni pazienti con deficit di ferro. Le unghie possono sviluppare creste verticali e con grave anemia possono diventare concave oa forma di cucchiaio (koilonychia).


Link A Importanti Pubblicazioni
">
">