Fatti su calcoli biliari e il trattamento


Il suono dei calcoli biliari come una malattia in realtà non destare molta preoccupazione nella maggior parte di noi. È noto per essere doloroso. Potrebbe richiedere un intervento chirurgico. Ma la maggior parte di noi ritiene che raramente sia associato a problemi. Questo non è corretto I calcoli biliari possono essere molto seri. Può portare a complicazioni potenzialmente letali. Può persino aumentare il rischio di cancro in futuro.

Il fatto che la chirurgia sia il metodo preferito per una cura rapida, sicura e duratura rende molti di noi ritardare l'attenzione medica o cercare alternative. Comprensibilmente nessuno vuole andare sotto i ferri e sicuramente non per una condizione che sembra così banale. Ecco alcuni dei fatti sui calcoli biliari che potrebbero far luce sul modo in cui vedi questo problema.

Le pietre vengono dalla bile

La bile è la sostanza formata dai prodotti di scarto che escono dal fegato. È immagazzinato nella cistifellea e alla fine scaricato nell'intestino tenue. La bile è composta da molti componenti diversi dal colesterolo alla bilirubina. Esce dai dotti epatici dal fegato per svuotare nella cistifellea e alla fine passare attraverso il dotto biliare comune nell'intestino tenue. Se queste sostanze nella bile precipitano (diventano sedimenti solidi), possono aggregarsi per formare una pietra solitamente all'interno della cistifellea. Ma le pietre possono anche formarsi in un dotto biliare o essere alloggiate in un condotto dopo essersi formate nella cistifellea.

Anatomia della cistifellea

Diversi tipi di calcoli biliari

Ci sono due tipi principali di calcoli biliari - pietre di colesterolo e pietre di pigmento. Le pietre del colesterolo sono le più comuni. Si forma quando i sedimenti di colesterolo si aggregano insieme solitamente da alti livelli di colesterolo all'interno della bile. I pigmenti sono associati ad alti livelli di bilirubina nella bile. Può essere pietre pigmentate marroni o pietre pigmentate nere. Le pietre di colesterolo puro sono rare. Ma la maggior parte delle pietre di colesterolo sono costituite principalmente da colesterolo. Un altro tipo di pietra sono le pietre miste, che sono una combinazione dei componenti del colesterolo e dei pigmenti.

Molte pietre svaniscono silenziosamente

A volte una persona può avere decine di calcoli nella cistifellea e non avere problemi. Non ci sono sintomi e molti si dissolveranno o saranno svenuti senza nemmeno un accenno di malattia della colecisti. Queste pietre possono essere scoperte su indagini di routine per qualche altro problema medico o essere perse del tutto. Ci vuole solo una pietra che blocchi i dotti per causare l'ospite di sintomi che conosciamo come un attacco di calcoli biliari. Ma anche se non si verificano sintomi, c'è ancora il rischio di complicazioni in futuro. I calcoli biliari silenziosi richiedono ancora un trattamento per evitare che si ingrandisca e non ricorra di nuovo.

Le donne sono più a rischio

Più donne sviluppano calcoli biliari rispetto agli uomini. Si ritiene che sia associato ai livelli più alti dell'ormone, l'estrogeno, nel corpo femminile. Anche l'uso di contraccettivi orali contenenti estrogeni può aumentare il rischio di calcoli biliari. La prevalenza nelle donne, in particolare quando si usano contraccettivi orali, rappresenta due dei fattori di rischio più probabili. Normalmente questo è indicato come il 5 F per il rischio di calcoli biliari. Femmina, fertile, grassa, onesta, quarantenne. Gli ultimi tre si riferiscono al maggior rischio nelle donne obese (grasse), nelle donne caucasiche (giuste) e nel gruppo di quarantenni. Ma i calcoli biliari possono verificarsi in qualsiasi persona, indipendentemente dal sesso, dall'età, dalla razza o dal peso corporeo.

La dieta può aiutare nella prevenzione

Un legame diretto tra dieta e calcoli biliari è inconcludente, ma la gestione della dieta potrebbe comunque essere incorporata. Cambiare la tua dieta non dovrebbe mai essere un'opzione per bypassare le cure mediche. Se il medico prescrive farmaci o consiglia la chirurgia, dovrebbe essere fatto. Ecco una lista di cibi da evitare per la prevenzione della calcoli biliari. La chiave è gestire i livelli di colesterolo, ridurre l'assunzione di grassi e limitare l'apporto calorico giornaliero. Ricorda che, perdendo peso, ridurrai anche il rischio di calcoli biliari. E una parte importante della perdita di peso è rappresentata dai cambiamenti nella dieta attraverso una dieta povera di calorie povera di grassi.

I sintomi di calcoli possono essere confusi

Come molte condizioni mediche, i sintomi di calcoli biliari intrappolati nel / i condotto / i possono non essere sempre tipici. Ad esempio, molte persone sono sorprese di scoprire che il dolore al calcoli biliari può essere avvertito dalla spalla destra. Può causare nausea e vomito e imitare molto attentamente l'indigestione, soprattutto perché si verifica dopo i pasti. A volte i sintomi dei calcoli biliari sono confusi per problemi cardiaci. L'ittero (colorazione gialla della pelle e degli occhi) e il prurito della pelle potrebbero anche insorgere con calcoli biliari. Non dipendere da sintomi tipici come il dolore nel quadrante in alto a destra dell'addome. Ricorda che non si possono avere assolutamente sintomi di calcoli biliari fino a quando non si presentano complicazioni.

calcoli biliari

Aumento del rischio di cancro con calcoli biliari

I calcoli biliari possono aumentare il rischio di cancro della colecisti e del dotto biliare. Anche se questi tipi di cancro sono rari, vale comunque la pena notare se c'è colecistite cronica (infiammazione della colecisti) o ispessimento e indurimento della cistifellea (cistifellea di porcellana) che sono complicanze dei calcoli biliari. Questo è uno dei tanti motivi per cui il trattamento tempestivo del calcoli biliari è così importante anche se significa rimuovere chirurgicamente la cistifellea, per la quale molti pazienti non sono entusiasti. Può infine migliorare la tua salute generale, evitare recidive e bypassare complicazioni che potrebbero aumentare il rischio di cancro.

Farmaci, chirurgia e pietre brillanti

In questi giorni la rimozione chirurgica della cistifellea (colecistectomia) è il metodo preferito per il trattamento dei calcoli biliari. Mentre la bile aiuta a scomporre i grassi nell'intestino e favorisce la digestione, la durata della vita di una persona non viene compromessa senza una cistifellea. La rimozione chirurgica previene la ricomparsa di calcoli biliari o complicanze associate.La chirurgia laparoscopica comporta lesioni minime ai tessuti circostanti, una procedura rapida con meno complicanze e tempi di recupero più rapidi.

Quando la chirurgia non è un'opzione, i farmaci possono essere somministrati nel tentativo di sciogliere le pietre. Ci vuole un tempo più lungo ed è efficace solo per le piccole pietre. Il ritardo nel trattamento del problema con i farmaci significa che possono insorgere complicazioni. Saltare le pietre (litotripsia) con le onde sonore è raramente fatto a differenza dei calcoli renali. La maggior parte dei calcoli biliari sono piccole pietre e le esplosioni sono generalmente più efficaci per le pietre più grandi. Il rischio di complicazioni e la necessità di raccogliere frammenti dopo la sabbiatura non ne fanno un'opzione terapeutica di scelta.


Link A Importanti Pubblicazioni
">
">