Effetti collaterali della chemioterapia


La chemioterapia è il trattamento più comune per una serie di tumori e può migliorare significativamente le possibilità di recupero. Tuttavia, nonostante ciò, è ancora una decisione importante da prendere e una che non è del tutto semplice in quanto la chemioterapia può in molti casi avere alcuni effetti collaterali indesiderati. Non è possibile prevedere con esattezza gli effetti collaterali che sperimenterai personalmente poiché variano da caso a caso. Per alcune persone ci saranno pochissimi o addirittura senza effetti collaterali - ma questo è molto raro.

Come funziona la chemioterapia?

Per comprendere più a fondo gli effetti collaterali della chemioterapia e perché si verificano, può essere utile avere una conoscenza di base di come funziona il trattamento. Comprenderlo aiuta a capire come una cellula si riproduce. Per riprodurre una cella passerà attraverso la "mitosi" in cui si divide a metà per creare due copie uniche, tuttavia questo processo dura solo 30-60 minuti. La maggior parte del ciclo di vita di una cellula sarà spesa nella "Fase G0" che può anche essere definita la "fase di riposo". Questo può durare da poche ore a diversi anni. Dopodiché la cellula si muoverà nella fase G1, S e G2 in cui produce proteine, copia e verifica che il DNA sia pronto per la divisione. I farmaci chemioterapici agiranno quindi attaccando le cellule che si trovano in questi vari stadi - generalmente la fase M e quelle che si accumulano. Diversi farmaci attaccano le cellule nelle diverse fasi del loro ciclo ed è così che i medici scelgono i migliori da usare; ma generalmente quelli nella fase di riposo saranno lasciati illesi. Il cancro è causato dalla diffusione di cellule danneggiate che hanno DNA mutato, e quindi per combattere il cancro si tratta di distruggere queste cellule prima che prendano il controllo di una parte troppo grande del corpo.

Effetti collaterali della chemioterapia

Tuttavia, in alcuni casi, naturalmente, ci sono vittime di guerra e anche le cellule riproduttive sane verranno attaccate causando la vasta gamma di sintomi associati alla chemioterapia. Spetta a medici e pazienti trovare un equilibrio tra la distruzione delle cellule tumorali e la conservazione di altre cellule sane. Ciò significa che le aree interessate sono quelle con celle che sono naturalmente destinate a riprodursi rapidamente. Ciò include i follicoli piliferi che spiegano la caduta dei capelli, così come le cellule che rivestono la parete dello stomaco, il che spiega perché sono comuni anche nausea, vomito e problemi fecali.

Qui elencheremo i più comuni effetti collaterali della chemioterapia in modo più dettagliato in modo che tu possa prendere una decisione informata sull'eventualità di andare avanti con il trattamento.

Nota: Mentre la maggior parte degli effetti collaterali della chemioterapia sono semplicemente spiacevoli o angoscianti, altri possono essere potenzialmente molto pericolosi se lasciati invisibili. Questi includono: brividi, difficoltà respiratorie, febbre alta, sintomi influenzali, sanguinamento da parti del corpo che non si fermano, ulcere della bocca o diarrea. Se si soffre di uno di questi sintomi, è necessario rivolgersi immediatamente a un medico.

Probabili effetti collaterali della chemioterapia

Fatica

Questo è un effetto molto comune della chemioterapia e si verifica nella stragrande maggioranza dei casi. Questo può essere letargia generale - stanchezza costante - o semplicemente difficoltà a continuare con compiti regolari. Quando si riceve la chemioterapia è importante assicurarsi di riposare molto e di evitare attività faticose che non si sentono in grado di svolgere. Potrebbe valere la pena prendersi una pausa dal lavoro. Tuttavia detto questo, l'attività moderata leggera come camminare può aiutare ad aumentare i livelli di energia.

Nausea

Questo è un altro effetto collaterale molto comune che si verifica in circa il 60% dei casi. Fortunatamente se questo è il caso, allora ti possono essere prescritti "anti-enemici" che aiuteranno a prevenire questi sintomi. Dovresti continuare a prenderli anche una volta risolto il problema per evitare che i sintomi si ripetano. Se gli antistatici non prevengono la nausea, questa può essere una seria causa di preoccupazione e dovresti contattare immediatamente i medici.

La perdita di capelli

Questo è un altro effetto collaterale comune e uno più noto, anche se non è garantito. In alcuni casi, invece di perdere i capelli, scoprirai semplicemente che i tuoi capelli diventano sottili e fragili. Quando si verifica, tende a farlo nelle prime settimane di chemioterapia. Tuttavia, non necessariamente ha effetto sulla testa e può anche concentrarsi su braccia, gambe, viso, area pubica, ecc. Questa può essere un'esperienza molto traumatica, ma ci sono molti modi in cui puoi gestirla. Parla con il tuo team di assistenza se stai lottando con la perdita di capelli e pensa di usare parrucche o altri modi per contrastare il problema. Potresti anche essere in grado di limitare la caduta dei capelli utilizzando una "cuffia fredda" durante il trattamento. Questo tappo freddo limita il flusso di sangue al cuoio capelluto e quindi riduce la quantità della dose che raggiunge la testa. Questo sarà efficace in alcuni ma non in tutti i casi.

Infezione

La chemioterapia riduce il numero di globuli bianchi nel sangue. Il ruolo principale di questi globuli bianchi è quello di combattere le infezioni, in modo da indebolire il sistema immunitario e renderti più incline alle infezioni. È importante quindi assicurarsi di prestare particolare attenzione nell'evitare l'infezione mantenendo una buona igiene, evitando chi ha infezioni come l'influenza e cercando di non tagliare o sfiorare la pelle - sterilizzare e proteggere la ferita se lo si fa.

Anemia

La chemioterapia non abbassa solo i globuli bianchi, ma abbassa anche il numero dei globuli rossi. Queste cellule del sangue sono responsabili del trasporto di ossigeno attraverso il sangue e questo significa che si finisce per sentirsi ancora più letargici. Probabilmente troverai anche che la tua pelle appare più pallida del solito. Nei casi più gravi si può avvertire mancanza di respiro e si verifica un battito cardiaco irregolare.Poiché i globuli rossi sono composti in gran parte da ferro, aumentando il ferro nella dieta con l'integrazione o mangiando noci, fagioli, frutta, carne rossa e spinaci ecc. Può aiutare a combattere questo.

Lividi / Bleeding

La chemioterapia abbassa ulteriormente le piastrine. Questi sono i globuli rossi che normalmente coagulano un'eccessiva emorragia sia esterna che interna. Ciò significa che ferite e tagli non possono smettere di sanguinare e che potresti ferirti molto facilmente. Se questo diventa pericoloso, potrebbe essere necessaria una trasfusione di sangue. Ovviamente è importante evitare di danneggiare anche la pelle.

Mucosite orale

Questo è il dolore causato dall'interno della bocca insieme alle ulcere e tende a verificarsi a seguito di una terapia ad alte dosi di solito dopo 10 giorni di chemioterapia. Ci sono farmaci progettati per ridurre questo sintomo e fortunatamente dovrebbe chiarirsi poco dopo aver terminato il corso.

Mancanza di appetito

Un ridotto appetito è anche un effetto collaterale della chemioterapia e questo può naturalmente essere esacerbato da altri sintomi come nausea e ulcera. È molto importante continuare a mangiare e bere per dare al tuo corpo l'energia, i minerali e le proteine ​​di cui ha bisogno per rimanere in salute. Nei casi più gravi potresti aver bisogno di un sondino nasogastrico che può sfamarti mentre bypassano la bocca e la gola passando attraverso il naso.

Pelle

Potresti scoprire che la tua pelle diventa secca e dolorante a causa della chemioterapia e questa è la cosa peggiore alle estremità (mani e piedi). Le tue unghie possono anche diventare traballanti e fragili e potresti essere sensibile alla luce solare. Evitare il sole per ridurre questo problema, assicurarsi di utilizzare il blocco solare e idratare regolarmente.

Memoria

La chemioterapia può in alcuni casi causare perdita di memoria e difficoltà di concentrazione. Spesso questo è il risultato della paura e dell'ansia causata da altri sintomi insieme all'affaticamento.

Sessualità

La libido e la fertilità sono spesso influenzate dalla chemioterapia. A parte ogni altra cosa, il tuo interesse per il sesso può essere ridotto a causa degli altri sintomi. In alcuni casi, a seconda del tipo di terapia, la chemioterapia può presentare un rischio di infertilità permanente. Se tuttavia esiste questa possibilità, il medico la sottoporrà alla tua attenzione prima di sottoporti al trattamento ed è quindi la tua decisione di fare - e potresti ancora essere in grado di concepire usando altri metodi come la FIV (dove le donne avrebbero congelato embrioni) prima del trattamento e gli uomini avrebbero preso un campione di sperma). Nella maggior parte dei casi qualsiasi perdita di fertilità sarà temporanea.

La diarrea / costipazione

Questo tende ad accadere pochi giorni dopo la chemioterapia se si verifica. È importante informare il medico in caso di diarrea, poiché ciò può portare a disidratazione e malnutrizione. Ci sono farmaci che sono in grado di prevenire questo problema.

Depressione

La depressione è un effetto collaterale comune della chemioterapia - sia direttamente come risultato dei sintomi (letargia e anemia), sia a causa dello stress causato da tali sintomi. Se si verifica depressione, ciò può esacerbare anche questi sintomi - portando a una maggiore stanchezza e indebolimento del sistema immunitario. Se soffri di depressione a seguito della chemioterapia, dovresti prendere in considerazione la terapia o gruppi di sostegno.


Link A Importanti Pubblicazioni
">
">