Come fai a sapere se hai calcoli biliari


Circa 20 milioni di adulti americani hanno calcoli biliari e calcoli biliari rappresentano circa 10.000 morti all'anno. Non è affatto una malattia rara o insignificante, ma poiché la maggior parte delle persone con calcoli biliari è asintomatica (senza sintomi), i calcoli biliari spesso non ricevono la stessa attenzione di altre comuni condizioni mediche. Molte persone non hanno familiarità con i sintomi dei calcoli biliari come sarebbero con i sintomi di disturbi più comuni. Tuttavia, individuando presto i calcoli biliari e ottenendo cure mediche il prima possibile, in alcuni casi può persino fare la differenza tra la vita e la morte.

Alcune persone sono a maggior rischio di calcoli biliari rispetto ad altre. Il tipo più comune di calcoli biliari è il colesterolo. È più probabile che si verifichino in donne caucasiche in sovrappeso di mezza età che hanno avuto diverse gravidanze o che usano la terapia ormonale sostitutiva (HRT). Un mnemonico comune insegnato agli studenti di medicina a ricordare il gruppo ad alto rischio è noto come 5 F's - fair (caucasico), femminile, quarantenne (di mezza età), fertile (gravidanza / HRT) e grasso (sovrappeso o obeso).

calcoli biliari

Immagine di calcoli biliari di colesterolo

I sintomi di qualsiasi condizione sono principalmente legati alla posizione dell'organo malato e alla sua funzione. Ciò significa che i sintomi sono dentro e intorno a dove si trova la cistifellea e provoca interruzioni nell'attività della cistifellea. Ricorda che la maggior parte delle persone con calcoli biliari è asintomatica. Pertanto non ci sono anormalità intorno a dove si trova la cistifellea e non ci sono anche disturbi nelle sue funzioni.

Dov'è la cistifellea?

La posizione della cistifellea può essere descritta in molti modi a seconda della prospettiva. Gli studenti di medicina possono usare termini anatomici più tecnici. Ma per la maggior parte delle persone, è sufficiente sapere che la cistifellea si trova nella parte superiore destra dell'addome. Si trova appena sotto il fegato ed è a metà strada tra il fianco destro e la linea mediana del corpo. Spesso i sintomi si avvertono nella parte centrale superiore dell'addome, leggermente a destra. I sintomi si sentono anche sotto la gabbia toracica inferiore destra.

Posizione dell'intestino

Immagine della posizione della cistifellea (verde)

Cosa fa la cistifellea?

La cistifellea trattiene la bile. Può estendersi in misura sostanziale per accogliere la bile prodotta e drenata dal fegato. La bile è un mezzo per eliminare rifiuti e sottoprodotti del metabolismo. La colecisti può contrarsi per espellere questa bile nel duodeno (prima parte dell'intestino tenue) dove si mescola con il cibo e alla fine viene espulsa con le feci. La bile è anche un emulsionante in quanto aiuta ad abbattere i grassi. Pertanto la cistifellea è più attiva e più la bile viene secreta quando si mangia un pasto grasso.

Dolore addominale calcoli biliari

Il dolore al calcoli biliari è uno dei sintomi tipici ed è noto come colica biliare. Generalmente si verifica come attacchi che si verificano molto repentinamente e durano per un periodo compreso tra 30 minuti e 2 ore. In rari casi può durare fino a 5 ore. Si dice che il dolore sia molto intenso e straziante. Alcune persone trovano leggero sollievo dal dolore piegandosi in avanti. Il dolore che persiste per più di 6 ore può essere indicativo di colecistite acuta (infiammazione della cistifellea) o pancreatite acuta - due complicanze comuni dei calcoli biliari.

Posizione della cistifellea

Immagine degli organi addominali

Dolore alla spalla lato destro

Un altro sintomo comune è il dolore alla spalla destra che può sembrare sorprendente poiché si trova a una certa distanza dalla colecisti. Questo è noto come riferito dolore. A volte il dolore alla spalla destra è presente senza dolore addominale superiore. Altre volte il dolore alla spalla accompagna il dolore addominale senza alcun significativo disagio tra l'addome e la spalla. Oltre al dolore alla spalla destra, alcune persone possono anche sentire dolore tra le scapole - nella linea mediana della schiena.

Gonfiore e tenerezza

Distensione addominale (addome gonfio) può verificarsi anche con calcoli biliari. Di solito è un sintomo di un caso più grave e talvolta una massa può essere avvertita nel quadrante in alto a destra dell'addome. Questa massa di solito non è la colecisti stessa, ma il gonfiore del tessuto (peritoneo) che circonda la cistifellea. Anche la tenerezza è tipica. Due dita o l'intera mano dovrebbero essere posizionate sopra l'area tenera sul lato destro dell'addome e se c'è un dolore quando una persona respira, allora è indicativo della malattia della colecisti. Questo è noto come il segno di Murphy, ma deve essere considerato solo come un segno positivo se la stessa tecnica sul lato sinistro dell'addome non provoca dolore.

Nausea e vomito

La nausea è un altro sintomo comune dei calcoli biliari sintomatici e di solito è correlata al dolore. Più il dolore è grave, più la nausea è intensa. Tuttavia, alcune persone provano grave nausea con lieve dolore e viceversa. La nausea tende a peggiorare dopo aver mangiato qualsiasi cibo e non solo i cibi grassi che tendono ad esacerbare il dolore. Il vomito è anche possibile e quando inizia dovrebbe anche destare preoccupazione per la pancreatite acuta. La mancanza di nausea o vomito non significa che gli altri sintomi non siano dovuti a calcoli biliari.

Ittero e febbre

L'ittero e una febbre di basso grado sono altri due sintomi di calcoli biliari come nausea e vomito che non sono specifici. Ciò significa che questi sintomi non sono indicativi di calcoli biliari o di cistifellea e possono insorgere con una serie di malattie diverse. L'ittero è un ingiallimento della pelle e del bianco degli occhi poiché la bilirubina si accumula nel corpo. Normalmente la bilirubina viene escreta nella bile, ma se i calcoli biliari bloccano il deflusso biliare, la bilirubina può essere trattenuta nel corpo. La febbre con calcoli biliari è di basso grado e non di solito a causa di un'infezione. A volte può essere alto, ma questo dovrebbe sollevare preoccupazioni di infezioni secondarie a seguito di un'ostruzione dei dotti biliari da un calcoli biliari.

Indagini diagnostiche

Uno dei modi migliori per confermare di avere calcoli biliari è di sottoporsi a indagini diagnostiche. In questo modo è possibile identificare anche piccoli calcoli biliari che potrebbero non causare alcun sintomo. Una serie di test della colecisti può essere selezionata dal medico quando si sospetta la presenza di calcoli biliari o di colecisti. Per identificare la presenza e la localizzazione dei calcoli biliari è possibile utilizzare ecografia addominale, tomografia computerizzata (tomografia computerizzata), scansione HIDA (cholescintigrafia), ERCP (colangio-pancreatografia retrograda endoscopica) o radiografia addominale. Normalmente questi test vengono eseguiti una volta che si presentano sintomi di calcoli biliari, ma possono essere condotti anche se una persona è asintomatica.

ercp_gallstones_biliary_duct_choledocholithiasis

Immagine di ERCP che indica calcoli biliari


Link A Importanti Pubblicazioni
">
">