Cinque motivi comuni per bruciare i piedi con test e trattamenti


Una sensazione di bruciore ai piedi è un sintomo non del tutto raro. Per la maggior parte di noi che sperimentano i piedi bruciati di tanto in tanto, la sensazione è di breve durata e spesso associata a una lunga giornata di piedi o camminare in modo eccessivo. Bagnare i piedi in un bagno caldo, riposare e persino un leggero massaggio allevia rapidamente la sensazione di bruciore. Tuttavia, ci sono casi in cui i piedi in fiamme sono un sintomo ricorrente o persistente che non può essere chiaramente attribuito a nessun motivo noto come un'attività fisica sostenuta. Può infatti essere un sintomo di qualche malattia sottostante che non è stata ancora diagnosticata. Mentre l'occasionale attacco di piedi bruciati che si attenua rapidamente non è un problema, i piedi in fiamme come sintomi di una malattia possono essere un'indicazione di gravi complicanze in via di sviluppo.

Quindi capire alcune delle ragioni dietro i piedi in fiamme è importante. Ecco dieci motivi per bruciare i piedi con test e trattamenti raccomandati che dovrebbero essere presi in considerazione solo con l'approvazione del medico.

Infezione da piede fungino

Le infezioni fungine della pelle non sono rare e i piedi sono una delle aree più probabili da colpire. Tinea pedis, termine medico per piede d'atleta, è un'infezione superficiale della pelle dei piedi causata da un tipo di fungo noto come dermatofiti. Le lesioni circolari della pelle con questo tipo di infezione fungina hanno contribuito al termine comune di tigna. Tuttavia, tinea pedis non è un'infezione da verme parassitario.

tinea pedis

Il piede dell'atleta è più probabile che si verifichi tra le dita dei piedi e sul lato dei piedi. La combustione dei piedi può essere accompagnata da prurito, piccole vescicole piene di liquido e una caratteristica eruzione cutanea. La condizione è più comune nelle persone che indossano scarpe chiuse per lunghi periodi, camminano a piedi nudi nel suolo su base frequente o utilizzano strutture pubbliche come docce senza calzature protettive.

Test e trattamento

Tipicamente vi è essiccazione, screpolatura e desquamazione della pelle sui piedi all'interno di un'area ristretta anche se la caratteristica eruzione cutanea simile ad anello non è evidente. Il medico può prendere in considerazione l'idea di sottoporsi a un raschiamento cutaneo per ulteriori indagini al microscopio. Tinea pedis può essere efficacemente trattato con OTC e antifungini da prescrizione. Antifungini topici vengono applicati sulla superficie della pelle, ma a volte sono necessari anche farmaci per via orale.

Neuropatia diabetica dei piedi

Il diabete mellito è un disturbo endocrino comune che è in aumento in tutto il mondo. È strettamente legato all'obesità, allo stile di vita sedentario e alla storia familiare. Nel diabete, i livelli di glucosio nel sangue non sono adeguatamente regolati a causa della mancanza di insulino insensibilità all'insulina. Nel tempo i livelli elevati di glucosio nel sangue possono danneggiare varie strutture del corpo come i vasi sanguigni e i nervi.

La neuropatia diabetica è una condizione in cui i nervi si sono irritati o addirittura danneggiati a causa dello scarso controllo glicemico. Si sviluppa dopo anni di diabete ed è più probabile che colpisca una persona che non aderisce alla corretta gestione del diabete. Una sensazione di bruciore può anche essere accompagnata da un forte dolore ai piedi nelle fasi iniziali e infine dall'intorpidimento dei piedi.

Test e trattamento

Il medico eseguirà una serie di esami del sangue per identificare i livelli di glucosio nel sangue e stabilire i livelli di insulina. Un esame neurologico valuterà anche la funzione nervosa nell'area specifica. È disponibile una gamma di farmaci antidiabetici orali per gestire il diabete con insulina riservata a casi molto gravi. Trattare il diabete e gestirlo in modo appropriato può alleviare alcuni sintomi neurologici, ma spesso il danno ai nervi può essere irreversibile.

Carenza delle vitamine B

Due vitamine che sono state strettamente associate con la disfunzione dei nervi che possono contribuire a bruciare i piedi sono la vitamina B12 e B6. Tuttavia, ci possono essere molte altre carenze nutrizionali che possono anche contribuire a una sensazione di bruciore ai piedi. Di queste due vitamine, le carenze di vitamina B12 hanno una correlazione più forte con i piedi che bruciano. Provoca una serie di alterazioni degenerative dei nervi, alcune delle quali sono irreversibili in caso di carenze prolungate. La vitamina B6 porta anche alla neuropatia sensoriale, ma in misura minore.

Le carenze di vitamina B12 sono più frequenti e frequenti in vegetariani e vegani. La maggior parte della vitamina B12 è derivata da prodotti di origine animale, mentre la vitamina B6 è presente in verdure, noci e diversi cereali. Anche gli anziani, gli alcolizzati e le persone affette da malattie dell'apparato digerente sono a rischio. Il grado di sintomi neurologici come i piedi in fiamme dipende in gran parte dalla gravità e dalla durata della carenza. L'anemia associata a carenza di vitamina B12 può anche contribuire alla neuropatia periferica e sintomi come i piedi che bruciano.

Test e trattamento

Gli esami del sangue sono disponibili per identificare le carenze di queste vitamine e anche per valutare i suoi effetti microscopici. La presentazione dei tipici sintomi di carenza di vitamina B12 e B6, accompagnata da una storia che può confermare una possibile causa del deficit, spesso richiede al medico di iniziare l'integrazione anche senza test diagnostici. Il miglioramento dei sintomi con integrazione serve quindi a confermare il sospetto iniziale di una carenza di vitamina B12 o B6.

Problemi ormonali

Con le fluttuazioni ormonali che precedono l'inizio della menopausa (peri-menopausa) e la diminuzione dei livelli di ormoni femminili durante la menopausa, sono comunemente riportati sintomi come vampate di calore. I piedi che bruciano possono essere solo una di queste variazioni di una vampata di calore, la cui vera natura non è chiaramente compresa. Può essere un sintomo neurologico o insorgere con improvvisi cambiamenti transitori del flusso sanguigno nella pelle. L'ipertensione che si alza durante gli anni della menopausa può anche contribuire a bruciare i piedi.

piede della menopausa

Un'altra causa ormonale comune di bruciare i piedi è una ghiandola tiroidea iperattiva denominata ipotiroidismo. Sensazioni anormali note come parestesie e sindromi da intrappolamento delle radici nervose sono alcuni dei sintomi più comuni dei casi gravi di ipotiroidismo non trattati. La condizione è tipicamente sottodiagnosticata nelle donne durante gli anni della menopausa e l'ipotiroidismo può infatti essere una causa di bruciore ai piedi nelle donne in menopausa e non le fluttuazioni ormonali della menopausa stessa.

Test e trattamento

La menopausa di solito non richiede test diagnostici specifici. La cessazione delle mestruazioni in una donna di oltre 40 anni, spesso preceduta da mesi ad anno di irregolarità mestruale, è sufficiente per diagnosticare la menopausa. L'ipotiroidismo può essere diagnosticato in modo definitivo solo dopo specifici test del profilo tiroideo. Le donne in menopausa con sintomi gravi insopportabili possono aver bisogno di iniziare con la terapia ormonale sostitutiva (HRT). L'ipotiroidismo può essere efficacemente gestito con ormoni tiroidei sintetici anche se a volte l'ipotiroidismo è transitorio e si risolve completamente.

Arterie ristrette delle gambe

La malattia arteriosa periferica, più comunemente chiamata malattia vascolare periferica, è una condizione in cui le arterie che forniscono la gamba sono strette e possono eventualmente bloccarsi completamente. Il restringimento si verifica gradualmente nel corso degli anni a causa dell'accumulo di placche di grasso (aterosclerosi) nelle arterie delle gambe. È una condizione più comune negli anziani. Il ridotto apporto di sangue alla gamba porta a lesioni tissutali in particolare durante l'attività fisica. Questo può presentarsi come un numero di sensazioni che variano da una sensazione di bruciore a dolore anche grave e debolezza muscolare.

Malattia arteriosa periferica

Le gambe possono anche apparire più pallide del normale, potrebbe esserci una perdita di pelo sulle gambe e persino lo sviluppo di ulcere arteriose. I sintomi sono peggiori quando si cammina e, a volte, persino con la posizione piatta. Tipicamente i pazienti che riferiscono i sintomi quando sono sdraiati scoprono che si attenua passando la gamba oltre il bordo del letto. Ciò si verifica a seguito della gravità che assiste il flusso di sangue oltre il restringimento, attenuando così questi sintomi come i piedi in fiamme.

Test e trattamento

Numerosi studi di imaging come ecografia, TAC o risonanza magnetica possono confermare un restringimento delle arterie delle gambe e una riduzione del flusso sanguigno alla parte inferiore della gamba e ai piedi. La condizione può essere trattata utilizzando statine per ridurre l'accumulo di placca e l'aspirina per prevenire il blocco completo da coaguli di sangue. Talvolta la chirurgia può essere necessaria nei casi gravi in ​​cui si stabiliscono percorsi alternativi per il flusso sanguigno (bypass) o l'arteria viene allargata dall'angioplastica con palloncino. Nei casi molto gravi di malattia arteriosa periferica, a volte può essere necessaria l'amputazione del piede e della parte inferiore della gamba, sebbene ciò sia raro.

Riferimenti :

www.webmd/pain-management/burning-feet-causes-treatments

www.mayoclinic/health/burning-feet/MY00409/DSECTION=causes


Link A Importanti Pubblicazioni
">
">