Che è meglio: latte crudo o latte pastorizzato?


Il dibattito infuria su quale sia meglio per la nostra salute: latte crudo o latte pastorizzato? Sembrano esserci vantaggi e svantaggi significativi per ciascuno. Ma uno supera l'altro? Gli appassionati di alimenti salutari sostengono che il latte crudo è un maggiore beneficio per la salute a causa dei batteri benefici, delle proteine, degli enzimi e delle importanti vitamine e minerali che contiene che il processo di pastorizzazione distrugge. Tuttavia, coloro che si oppongono al latte crudo affermano che se il latte non viene pastorizzato, i germi e i batteri pericolosi saranno autorizzati a proliferare, il che può portare a gravi malattie. Non esiste una risposta diretta riguardo a quale di questi argomenti abbia il massimo merito.

Una breve storia di pastorizzazione

Che è meglio: latte crudo o latte pastorizzato?

La pastorizzazione della crema usata per il burro fu usata per la prima volta in Inghilterra alla fine del XVIII secolo, seguita a breve dal suo uso negli Stati Uniti coloniali. Naturalmente, a quel tempo non si parlava di pastorizzazione, perché il nome di questo processo è dovuto a Louis Pasteur, il microbiologo francese che scoprì che i microrganismi erano la causa di deterioramento di birra, vino e latte. Ha inventato il processo mediante il quale è stato introdotto il calore per uccidere i batteri e le muffe presenti nel liquido.

Riscaldando il latte crudo a 161 ° Fahrenheit per 15 secondi, uccidi i pericolosi agenti patogeni presenti al suo interno. Questo particolare processo è stato utilizzato per oltre 100 anni ed è stato utilizzato per la prima volta negli Stati Uniti negli anni 1890 per contribuire a ridurre la diffusione della brucellosi e della tubercolosi bovina, entrambe malattie altamente trasmissibili in quel momento, e si riteneva che essere diffuso dal consumo di latte crudo. I microrganismi più comuni che distrugge oggi sono la salmonella, Listeria monocytogenes, Campylobacter jejuni e E. coli; questi agenti patogeni sono particolarmente pericolosi per gli anziani, i bambini, le donne incinte e coloro il cui sistema immunitario è compromesso.

Tutto ciò farebbe sembrare che la pastorizzazione fosse la strada da percorrere. Tuttavia, il processo di pastorizzazione uccide non solo gli organismi nel latte che possono causare danni, ma uccide anche quelli che sono benefici. Alcuni scienziati sono del parere che i tassi di malattie autoimmuni come allergie, morbo di Crohn, sclerosi multipla e diabete di tipo I, che sono aumentati costantemente negli ultimi 50 anni, possano essere il risultato del fatto che i nostri stili di vita sono in realtà pure pulito. Gli studi hanno dimostrato che coloro che sono cresciuti nelle fattorie soffrono meno di questi tipi di malattie a causa dell'allenamento che il loro sistema immunitario ottiene da una giovane età con regolare esposizione a diversi microrganismi.

Alcune delle sostanze che potrebbero favorire la nostra salute che la pastorizzazione distrugge includono la lattoferrina, che è un utile aiuto per l'assorbimento del ferro e che dimostra proprietà antivirali e antimicrobiche, tra cui l'uccisione dei batteri responsabili della formazione di cavità nei denti; gli anticorpi indicati come immunoglobuline, che riducono batteri e virus e hanno dimostrato di ridurre i sintomi dell'asma; e i batteri benefici che si trovano nelle bevande probiotiche e nello yogurt, lattobacilli. lattobacilli digerisce la lattasi, che rende possibile a molti di coloro che sono intolleranti al lattosio mangiare prodotti lattiero-caseari. Aiuta anche nell'assorbimento di ferro, calcio e fosforo.

Considerando le dimensioni della popolazione statunitense, l'incidenza e la gravità dei problemi legati al consumo di latticini non pastorizzati non è poi così male; gli Stati Uniti hanno avuto mediamente 70 casi di intossicazione alimentare ogni anno da coloro che hanno mangiato prodotti caseari crudi, secondo le statistiche dei Centers for Disease Control and Prevention. I moderni metodi di agricoltura industriale, in cui un gran numero di animali sono tenuti in spazi ristretti e chiusi, incoraggiano la proliferazione di agenti patogeni, motivo per cui la maggior parte delle mucche da latte viene trattata con antibiotici su base routinaria.

Tuttavia, le mucche da latte che vengono quotidianamente messe al pascolo e si nutrono di erba hanno livelli di patogeno più bassi trovati nei loro tratti digestivi. Non solo, ma il latte che producono ha anche meno grassi saturi e contiene maggiori livelli di CLA (acido linoleico coniugato), un acido grasso che ha dimostrato di proteggere contro il cancro e di aiutare a mantenere un peso sano.

Molte persone preferiscono persino il gusto del latte crudo dopo averlo provato. Se vuoi provare il latte crudo, assicurati che provenga da mucche alimentate con erba da un caseificio biologico con una buona reputazione. Spesso puoi trovarne uno rappresentato nel mercato di un contadino. Sebbene sia una buona idea tenere a mente i possibili rischi, i benefici per la salute sono molti.


Link A Importanti Pubblicazioni
">
">