Bambini e giovani: i fatti


introduzione

Nel 1984, più di 51 milioni di bambini (un quinto della popolazione americana) erano nel gruppo di età compresa tra 1 e 14 anni. Altri 40 milioni di bambini avevano un'età compresa tra i 15 e i 24 anni. Nell'esaminare la salute di questo segmento della popolazione degli Stati Uniti, è importante riconoscere che molti fattori contribuiscono a modellarne lo stato di salute. C'è una tendenza a iniziare i bambini a scuola in giovane età. Insieme a questa tendenza, e forse fortemente associato ad esso, è il ritorno alla forza lavoro del caregiver tradizionale. Vi è anche un aumento del numero di famiglie monoparentali e un aumento del numero di famiglie che vivono al livello di povertà.

Dati demografici

Insieme all'aumento dell'età media della popolazione degli Stati Uniti, c'è stata una corrispondente diminuzione del numero di bambini. Nel 1984 c'erano meno di 2,5 milioni di bambini in età scolare rispetto a quelli del 1980.

La popolazione di età inferiore ai 5 anni è aumentata del 9% tra il 1980 e il 1984, da 16,3 milioni a 17,8 milioni. Questo è il più grande sotto 5 popolazione dai 17,9 milioni registrati nel 1968.

A partire dal 1984, circa 40 milioni di americani erano tra i 15-24 anni. Dal 1960, la percentuale della popolazione in questa coorte di età è aumentata dal 13,4% al 16%.

Di questa fascia di età, circa l'83% sono bianchi e il 16% sono neri e altre razze.

Dati socioeconomici

La proporzione di bambini con madri nella forza lavoro è aumentata drasticamente nell'ultimo decennio. Per tutti i minori di 18 anni nel 1970, il 39% aveva madri nella forza lavoro, rispetto al 55% nel 1982.

La percentuale di famiglie guidate da donne con minori di 18 anni è passata dal 7% nel 1960 al 19% nel 1982. La percentuale guidata da donne nere (46%) supera quella delle donne bianche (15%).

A partire dal 1982, il 22% di tutti i minori di 18 anni vivevano in una famiglia monoparentale con la madre o il padre.

I bambini hanno più probabilità rispetto ad altri gruppi di età di vivere in povertà. Nel 1981, il 19,5% dei bambini sotto i 18 anni, rispetto al 14% delle persone di tutte le età, erano al di sotto del livello di povertà. Differenze significative si riscontrano tra i gruppi razziali: mentre il 14,7% dei bianchi era al di sotto del livello di povertà, il 44,9% dei neri e il 35,4% degli ispanici erano al di sotto di questo livello economico.

La percentuale di diplomati tra i diciottenni è aumentata dal 56% nel 1950 al 71,8% nel 1983.

Mortalità

Nel 1983, le principali cause di morte tra i bambini erano incidenti, cancro e anomalie congenite.

Causa di morteTasso di mortalità per 100.000
Incidenti ed effetti avversi8.5
Incidenti stradali7.7
Neoplasie maligne3.7
Anomalie congenite2.8
Malattie del cuore1.9
Omicidi e interventi legali1.4
Polmonite e influenza0.7
Suicidio0.3
Malattie cerebrovascolari0.2
BPCO e condizioni alleate0.2

Il tasso di mortalità dei minori di 14 anni è diminuito significativamente; da circa la metà a un terzo della percentuale di 30 anni fa.

Le lesioni non intenzionali sono la principale causa di morte nella prima decade di vita. Il tasso di mortalità per i bambini a motore è diminuito negli ultimi anni, in parte perché tutti gli stati richiedono ora l'uso dei seggiolini.

Lo sviluppo e l'uso diffuso di vaccini per la prevenzione delle malattie infettive ha migliorato drasticamente lo stato sanitario nazionale. La maggior parte dei bambini viene ora adeguatamente immunizzata. Tuttavia, l'importanza di queste misure preventive dovrebbe essere continuamente promossa dal momento che un bambino non immunizzato deve affrontare la possibilità di contrarre una malattia grave.

Le principali cause di mortalità tra gli adolescenti sono incidenti, suicidio, omicidio, cancro e malattie cardiache.

Il tasso di mortalità accidentale per gli adolescenti ha raggiunto il picco nel 1978 e ora è leggermente inferiore al tasso del 1950. Gli incidenti automobilistici rappresentano oltre il 70% di tutti i decessi accidentale in questa fascia di età. Nel 1984, il tasso di mortalità per incidenti automobilistici era 36,5 per 100.000 e 14,0 per 100.000 per tutti gli altri incidenti.

I conducenti nella fascia d'età compresa tra i 20 ei 24 anni presentavano i più alti tassi di incidenti e alcol correlati a qualsiasi fascia d'età: 40,5 condanne per 1.000 conducenti e 7,53 incidenti legati all'alcol ogni 1.000 conducenti.

Il suicidio è ora la seconda causa di morte tra gli adolescenti, con il triplo di quella di 30 anni fa. I giovani di età compresa tra i 20 e i 24 anni hanno un tasso di quasi il doppio (14,8 per 100.000) rispetto ai 15-19 anni (8,7 per 100.000). I maschi bianchi rappresentavano il 70% di tutti i suicidi.

La principale causa di morte tra i maschi neri in questa fascia di età è l'omicidio. Nel 1983, il tasso di mortalità per omicidio era 6 volte maggiore rispetto ai maschi bianchi: 66,8 per 100.000 rispetto a 11,3 per 100.000.

Mentre i tassi di mortalità per omicidio e suicidio sono aumentati tra il 1950-1984, i tassi per cancro e malattie del cuore sono diminuiti.

morbosità

I dati di morbilità non sono generalmente disponibili per la coorte di età specifica di 15-24 anni. I sondaggi NCHS e HANES riportano dati per età 17 e inferiore e 18-44 anni.

I dati sono disponibili sulla malattia dentale vissuta dai bambini. Sono stati compiuti progressi nel ridurre la proporzione di bambini di 9 anni che hanno carie dentali nei denti permanenti dal 71% nel 1971-1974 al 49% nel 1979-1980. Un'indagine nazionale sulle malattie gengivali ha indicato che il 92% dei bambini aveva un fabbisogno di trattamento gengivale moderato e il 3% aveva bisogni gravi.

Prevalenza del fattore di rischio

fumo

Il fumo di sigaretta è in calo per tutte le fasce d'età tranne le donne adolescenti. La percentuale di bambini di 12-15 anni che fumano è diminuita dal 19% nel 1974 al 6,5% nel 1982.

Mentre la percentuale di giovani di 20-24 anni che fumano è diminuita dal 1965 al 1983, la percentuale di fumatori di sesso femminile è aumentata dal 1980-1983.C'è stato un declino maggiore nella percentuale di fumatori di sesso maschile rispetto ai fumatori di sesso femminile.

Nel 1980, il 40% delle madri adolescenti sposate fumava durante la gravidanza, rispetto al 25% delle madri sposate di 20 anni e oltre. Fumare durante la gravidanza è associato ad aumentare il rischio di parto prematuro, problemi respiratori e cardiovascolari e morte.

Uso di alcol e droghe

Tra i 12-17 anni, l'uso di alcol e droghe è diminuito dopo gli aumenti negli ultimi dieci anni. Nel 1974, il 12% riferiva di aver usato alcolici negli ultimi mesi, aumentando al 16,6% nel 1979 e scendendo all'11,5% nel 1982. C'è stato un declino più marcato nel consumo di droga dal 34% nel 1974 al 26,9% nel 1982.

Le coorti più recenti in età scolare hanno iniziato a usare l'alcol in età precoce. Il 56% ha riferito di aver iniziato a usare alcol prima delle scuole superiori.

L'uso di droghe, compreso l'alcol, da parte degli adolescenti sta diminuendo, secondo la NIDA Household e High School Senior Surveys.

L'uso di marijuana, alcol e molte altre droghe illecite è diminuito. Particolarmente degno di nota è il cambiamento nell'uso di marijuana. Tra il 1975 e il 1978, l'uso è aumentato dal 6% all'11% tra gli studenti delle scuole superiori. Tuttavia, vi è stato un calo significativo dell'uso al 5,5% entro il 1983.

Dal 1974, la percentuale di studenti delle scuole superiori che usano alcolici è rimasta relativamente stabile ad alti livelli. Binge drinking, definito come consumo di cinque o più bevande in una occasione durante le due settimane precedenti, aumentato dal 37% nel 1975 al 41% nel 1979.

L'uso della cocaina tra gli studenti delle scuole superiori è più che raddoppiato tra il 1975 e il 1979. Il tasso di utilizzo era del 12% nel 1980-1981. Mentre si è registrato un lieve calo, i tassi hanno continuato a mantenersi su un livello elevato dell'11% nel 1983.

Molti studenti delle scuole superiori sono consapevoli dei rischi per la salute associati all'uso di droghe. Nel 1984 il 63,8% percepiva un grande rischio nel fumare sigarette; Il 66,9% con marijuana; 68,5% con barbiturici; e 41,7% con cinque o più bevande.

Esercizio fisico e forma fisica

I giovani americani sono diventati più grassi dagli anni '60. Nel 1984, sia i ragazzi che le ragazze dei gradi 5-12 avevano somme mediane di pellicina che erano 2-3 millimetri più spesse di un campione del 1960.

Nel 1984, il 36,3% dei giovani di 10-17 anni partecipava a corsi di educazione fisica quotidiana.

Nel 1984, il 66% dei bambini di 10-17 anni era coinvolto in esercizi cardiovascolari che potevano essere portati nell'età adulta.

Gravidanza e parto di adolescenti

Nel 1978, c'erano 10.772 nascite registrate a ragazze di 14 anni e sotto, rispetto a 9.965 nel 1984. Mentre il numero di nascite è diminuito, c'è stato anche un calo nel numero di ragazze in questa fascia di età.

Il tasso di natalità specifico per età era di 1,2 parti per 1.000 nel 1984. Il tasso di natalità per questa fascia d'età non era inferiore al minimo di 0,8 per 1.000 osservato negli anni '40.

Circa il 50% degli adolescenti di età compresa tra 15 e 17 anni e il 60% di età pari o superiore a 18 anni utilizzano la contraccezione al primo rapporto sessuale.

Con il loro diciottesimo compleanno, il 22% delle donne nere e l'8% delle femmine bianche sono diventate madri. Con il loro ventesimo compleanno, il 41% delle donne nere e il 19% delle femmine bianche sono diventate madri.

È più probabile che gli adolescenti non siano sposati, abbiano un livello di istruzione inferiore, meno cure prenatali, una maggiore dipendenza dal benessere e una maggiore percentuale di bambini con basso peso alla nascita rispetto alle madri ventenni.

Gli adolescenti non sposati sperimentano anche alti tassi di mortalità infantile e materna e di neonati con basso peso alla nascita, dovuti in parte a ricevere meno cure prenatali. Per vari motivi, gli adolescenti hanno meno probabilità di cercare un'assistenza prenatale precoce.

Nel 1960, le nascite a donne sotto i 20 anni fuori dal matrimonio erano del 15,4% rispetto al 54,1% nel 1983.

Alta pressione sanguigna

L'ipertensione arteriosa è definita come cistolica di 140 o maggiore o diastolica di 90 o superiore.

Per cento con alta pressione sanguigna; Età-6-11-0,4%; Età-12-17-3.6%

tendenze

Oltre alle lesioni non intenzionali, alcuni dei principali problemi di salute che i bambini devono affrontare oggi sono: vaccinazioni da malattie infettive; mortalità infantile; malattia dentale; abuso di minori; il fumo; e forma fisica.

Programmi scolastici

Dati del gruppo target

A partire dal 1985, 56,9 milioni di giovani su una popolazione totale di 238,6 milioni hanno frequentato istituti di istruzione pubblici o privati. Il 95% di tutti i bambini negli Stati Uniti si trovava nelle scuole elementari o secondarie.

Su 56,9 milioni di studenti in istituti scolastici, 38,9 milioni di questi sono iscritti nelle scuole pubbliche.

Circa 115.000 scuole pubbliche e private esistono negli Stati Uniti.

A partire dal 1985, c'erano quasi 16.000 distretti scolastici con un totale di 15.947 sovrintendenti nelle scuole pubbliche.

In media, i 56.9 milioni di bambini della nazione trascorreranno un totale di 12.000 ore nei gradi K-12.

Ogni anno, gli Stati Uniti spendono $ 105 miliardi per l'istruzione.

Operazioni del programma

I requisiti per l'istruzione sanitaria variano da stato a stato. I codici di istruzione in 43 stati riguardano in qualche modo l'educazione alla salute. 37 stati richiedono educazione sanitaria o aspetti specifici dell'istruzione sanitaria.

37 consigli di stato e il consiglio scolastico del District of Columbia hanno sviluppato politiche o dichiarazioni di posizione relative all'educazione sanitaria scolastica.

Curriculum o guide di pianificazione per l'educazione alla salute sono stati pubblicati in 34 stati e nel Distretto di Columbia.

24 stati richiedono l'istruzione sanitaria come requisito di laurea. La media nazionale per i requisiti di educazione sanitaria per il diploma di scuola superiore è 43,73 ore. Questo rappresenta circa l'1% del tempo totale di istruzione delle scuole superiori o il 30% della scuola totale di un bambino.

L'esborso finanziario per l'educazione sanitaria scolastica rappresenta circa il 20% del costo totale di un'istruzione pubblica.

Circa il 34% dei bambini della nazione riceve istruzioni di salute complete.

14 stati hanno incaricato programmi completi di salute scolastica.

La certificazione sanitaria o l'approvazione per gli insegnanti di salute a livello secondario è ora prevista da 41 stati. La maggior parte degli stati negli Stati Uniti non offre la certificazione di educazione sanitaria agli insegnanti dei gradi K6. Nei gradi 1-6, l'81% dei programmi di salute sono insegnati da insegnanti che non hanno una formazione specifica in educazione sanitaria. Circa il 50% delle classi di educazione alla salute delle scuole medie e superiori viene insegnato da insegnanti certificati di educazione sanitaria.

Nel 75% dei distretti scolastici, i fondi scolastici locali sono l'unica fonte di sostegno per i programmi di educazione sanitaria. I finanziamenti statali sono coinvolti in quasi il 20% dei programmi di educazione sanitaria in tutti i distretti scolastici della nazione. I fondi federali, privati ​​o speciali hanno contribuito al 3% ai programmi di educazione sanitaria a livello nazionale. La variazione regionale esiste nella fonte di finanziamento.

L'89% di tutte le scuole, o 85.222 scuole (pubbliche e private), offrono il programma nazionale di pranzi scolastici.

A partire dal gennaio 1986, il 60,5% di tutti gli studenti di queste scuole partecipa al programma nazionale di pranzi scolastici, ovvero 23.731.000 bambini.

Dati del risultato del programma

Le stime indicano che una riduzione del 2% dell'incidenza di gravidanze in età adolescenziale, incidenti automobilistici e necessità di trattamento di alcolismo comporterebbe un risparmio netto di circa $ 480 miliardi.

Una valutazione del progetto School Health Curriculum Project (SHCP) ha concluso che il programma ha aumentato le conoscenze e modificato gli atteggiamenti nel settore del fumo. Estrapolando i risultati dello SHCP che è stato fornito al settimo selezionatore, si stima che ogni anno 146.000 studenti di secondo grado ritarderebbero l'inizio del fumo.

Il funzionamento di una clinica sanitaria scolastica in una scuola superiore americana ha comportato un calo del 56% dei tassi di fertilità, una riduzione dal 45% al ​​10% del tasso di abbandoni tra le madri adolescenti e un aumento del 100% nell'uso dei contraccettivi da parte degli adolescenti madri.

Sulla base dei risultati dello studio nazionale di fitness per bambini e giovani del 1985, i bambini americani sono diventati più grassi dagli anni '60. Le somme di ripiegamento mediano erano 2-3 millimetri più spesse che nel campione degli anni '60 studiato.

Oltre l'80% degli studenti dei gradi 5-12 è iscritto all'educazione fisica; tuttavia, l'iscrizione scende da un livello del 97% nei gradi 5 e dal 6 al 50% nei gradi 11 e 12.

Per le ragazze di 12 ° grado, l'iscrizione all'educazione fisica è inferiore al 50%. Il 36,3% degli studenti frequenta l'educazione fisica ogni giorno.

Un tipico studente riferisce di passare l'80% del proprio tempo di attività fisica al di fuori della classe di educazione fisica.

Il 58,9% si esercita in un'attività fisica appropriata durante tutto l'anno ("appropriato" è definito come esercizio che coinvolge grandi gruppi muscolari in movimento dinamico per periodi di 20 minuti o più, 3 o più volte alla settimana).

Per le madri in età scolare a nove mesi dopo il parto, il 17% delle madri bianche è stato iscritto a scuola nel 1979 rispetto al 5% nel 1968; per le madri nere, le proporzioni erano rispettivamente del 39% e del 15%.

Nel 1984, cinque mesi prima della nascita del primo figlio, il 20% delle future mamme bianche in età scolare era iscritto a scuola, contro il 42% nel 1979. Per i neri, le proporzioni erano rispettivamente del 45% e 70%. Complessivamente, nel 1979, il 27% delle donne bianche e il 55% delle donne nere di età compresa tra i 14 ei 22 anni erano ancora iscritte a scuola a partire dal mese della prima nascita.


Link A Importanti Pubblicazioni
">
">