Affamato dopo aver mangiato? 7 motivi comuni e insoliti


La fame è una sensazione che tutti comprendiamo dal momento della nascita. Ci obbliga a trovare cibo e a mangiarlo, o come succede con i bambini, per avvisare i caregiver sul desiderio di nutrirsi. Quello che tutti ci aspettiamo è di sentirsi soddisfatti dopo aver mangiato, il che significa che la sensazione di fame diminuisce. Sia la sazietà che la fame sono alle due estremità dello spettro governate da specifici centri nel cervello. Tuttavia, ci sono casi in cui una persona può continuare a sentire fame dopo aver mangiato. O a volte la fame inizia dopo aver mangiato. Questo non è considerato normale.

Quindi, perché una persona dovrebbe sentirsi affamata dopo aver mangiato? Spesso non è serio. Mangiare un po 'di più o avere un altro pasto può fare il trucco. Ma ci sono anche casi in cui la fame può essere un segno di alcune malattie. Se la sensazione di fame dopo aver mangiato si ripete frequentemente o porta a cambiamenti nell'appetito, allora ha bisogno di essere ulteriormente investigato. Naturalmente una persona può iniziare a mangiare di più su base giornaliera e addirittura aumentare di peso. Tuttavia, in alcune malattie la fame costante e l'aumento dell'appetito potrebbero non portare ad un aumento di peso. In realtà una persona potrebbe perdere peso.

Fame vs Sazietà

La fame è controllata da diversi fattori come la quantità di nutrienti nel sangue, i segnali provenienti dallo stomaco e dalle cellule adipose, alcuni ormoni e la stimolazione di diversi centri cerebrali che possono anche essere attivati ​​dalla vista, dall'odore o dal pensiero del cibo. Una volta che una persona mangia, lo stomaco si distende, i livelli di glucosio nel sangue aumentano e vengono rilasciati diversi ormoni. Questo stimola i centri di sazietà nel cervello che "spengono" i centri della fame. Alla fine ritornerà la sensazione di fame.

I morsi della fame che provengono dallo stomaco sono un altro segnale dovuto alle forti contrazioni dello stomaco. Una sensazione simile nello stomaco può anche insorgere con l'aumento della secrezione acida gastrica. Pertanto i problemi nello stomaco, con i livelli di glucosio nel sangue, i segnali nervosi anormali, i disturbi alimentari che alterano la normale attività dei centri di sazietà e di fame e i problemi ormonali possono tutti contribuire alla fame anche dopo aver mangiato.

Cibo insufficiente

Stimolare i centri di sazietà nel cervello dipende dalla quantità di cibo che si mangia. Naturalmente se mangi meno del normale, potresti non sentirti soddisfatto dopo un pasto. Quindi la fame persisterà anche dopo aver mangiato. Ma ci sono casi in cui il tuo corpo ha bisogno di più nutrizione, come dopo una lunga giornata faticosa in cui il tuo corpo potrebbe aver utilizzato più calorie del normale. Anche lo stress psicologico può aumentare l'appetito. Mangiare meno di quello di cui il tuo corpo ha bisogno può far sì che la sensazione di fame si mantenga nonostante abbia consumato porzioni che sono normali per te.

Proteine ​​e grassi

Anche se i livelli di glucosio nel sangue sono un fattore importante nel determinare la fame, proteine ​​e grassi sono altrettanto importanti dei carboidrati. La dieta moderna è ricca di carboidrati. Le proteine ​​sono spesso consumate in quantità inferiori a quelle richieste e le persone che sono estremamente attente alla salute potrebbero non consumare una quantità sufficiente di grassi. Quindi una dieta equilibrata è importante se vuoi sentirti soddisfatto dopo aver mangiato. Infatti è noto che le proteine ​​stimolano i centri di sazietà nel cervello per lunghi periodi di tempo rispetto ai grassi o ai carboidrati. Il grasso favorisce anche la secrezione di alcuni ormoni digestivi che hanno un effetto sulla sensazione di fame.

Fibra alimentare

La fibra è indigesta e non può essere assorbita dal corpo. Resta nell'intestino dove agisce come agente di massa. Assorbendo l'acqua nell'intestino si espande e fa distendere lo stomaco e l'intestino. In questo modo la fibra può aiutare a ridurre i morsi della fame. La fibra può anche aiutare a rallentare l'assorbimento degli alimenti che porta a un prolungato rilascio di glucosio nel sangue. Ciò aiuterà anche a tenere a bada la fame. A causa di queste proprietà, l'aumento della fibra alimentare può essere utile per prevenire la fame dopo aver mangiato.

Mangiare troppo velocemente

Attivare i centri di sazietà e ridurre la fame non avviene all'istante. Se mangi troppo in fretta potresti scoprire che il tuo corpo non ha ancora "spento" i centri della fame. Attendere altri 10 o 20 minuti può infatti portare alla sensazione di fame che si assottiglia. Inoltre mangiare ha una componente psicologica. Mangiando troppo velocemente, il tuo cervello potrebbe non registrare che hai mangiato una quantità sufficiente di cibo. Questo può ulteriormente sostenere la sensazione di fame dopo aver mangiato. Questo "monitor" mentale è uno dei motivi per cui le persone tendono a mangiare troppo quando mangiano davanti alla TV o con altre distrazioni.

Gravidanza

Tecnicamente stai mangiando per due quando sei incinta, anche se questo non significa che hai bisogno di raddoppiare il tuo pasto normale. Non solo il tuo corpo ha bisogno di più cibo del solito quando sei incinta, ma i cambiamenti ormonali con la gravidanza possono alterare l'appetito in molti modi diversi. A volte puoi mangiare un pasto completo ma brami ancora determinati cibi o spuntini. Il corpo ha bisogno di più nutrienti per sostenere il bambino e fornire gli elementi essenziali per la crescita del feto. Se non mangi abbastanza durante la gravidanza, ti sentirai affamato anche dopo aver consumato quello che potresti considerare un pasto completo. Inoltre, la fame che non è facilmente soddisfatta può anche essere un segno di diabete gestazionale.

Farmaci e sostanze

Un certo numero di farmaci da prescrizione e altre sostanze possono alterare l'appetito e portare alla fame dopo aver mangiato. I corticosteroidi orali, la somatropina e alcuni farmaci utilizzati per stimolare l'appetito, in particolare nei pazienti con HIV / AIDS, possono causare fame nonostante abbiano mangiato un pasto. Farmaci che irritano il rivestimento dello stomaco possono causare disagio che può essere percepito come la fame, in particolare se una persona ha preesistenti problemi di stomaco come gastrite o ulcera peptica.Altre sostanze come l'alcool e la marijuana (cannabis) alterano l'appetito e possono provocare sensazioni di fame dopo aver mangiato. Con l'uso di cannabis è comunemente indicato come "i munchies".

Malattie

La fame costante può essere un segno di diverse malattie che differiscono in natura.

Diabete

Il diabete è un problema con il controllo glicemico derivante da una carenza o disfunzione con l'ormone noto come insulina. Sebbene l'insulina riduca l'appetito, la fame può persistere quando i recettori del corpo non rispondono all'insulina, come nel caso del diabete di tipo 2.

Problemi alla tiroide

Il tasso metabolico aumenta con l'ipertiroidismo. Ciò significa che il corpo utilizza più calorie di quanto normalmente farebbe. Pertanto una persona avrà bisogno di ricostituire costantemente queste calorie. Un appetito più grande e fame frequente possono essere visti con ipertiroidismo.

parassiti

È noto che l'infestazione da tenie aumenta l'appetito. Questo vale per la tenia, la carne di manzo o anche la tenia di pesce. Questi parassiti risiedono nelle viscere e consumano sostanze nutritive dagli alimenti. Il corpo viene "derubato" da alcune delle sue sostanze nutritive, provocando in tal modo una fame anormale.

Problemi di stomaco

Certe sensazioni possono essere percepite come fame, anche se non lo è. Nella gastrite e nella malattia da ulcera peptica, l'irritazione e l'erosione del rivestimento dello stomaco possono presentarsi con la fame. L'aumento della secrezione di acido gastrico dopo il pasto può ulteriormente irritare il rivestimento dello stomaco provocando disagio o dolore che può essere percepito come fame.


Link A Importanti Pubblicazioni
">
">